Trebbiano d’Abruzzo DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#trebbianodabruzzodop


Il Trebbiano d’Abruzzo DOP comprende la sola tipologia di vino Bianco.

Zona di produzione

La zona di produzione del Trebbiano d’Abruzzo DOP comprende il territorio di numerosi comuni appartenenti alle province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo, nella regione Abruzzo.

Uvaggio

Bianco (anche Superiore e Riserva): Trebbiano abruzzese e/o Bombino bianco e/o Trebbiano toscano minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Trebbiano d’Abruzzo DOP si presenta di un intenso colore giallo paglierino; al naso è caratterizzato da profumi intensi e delicati; al palato risulta sapido, vellutato, armonico. Può presentare le menzioni Superiore e Riserva, quest’ultima se sottoposto a un periodo di invecchiamento/affinamento obbligatorio non inferiore a 18 mesi; il periodo di invecchiamento/affinamento decorre dal primo novembre dell’annata di produzione delle uve.I vini a Denominazione di Origine Protetta Trebbiano d’Abruzzo Bianco non possono essere immessi al consumo prima del primo gennaio successivo all’annata di produzione delle uve; per il Trebbiano d’Abruzzo DOP con menzione Superiore la data di immissione al consumo è spostata al primo marzo dell’anno successivo a quello di produzione delle uve.Il vino Denominazione di Origine Protetta Trebbiano d’Abruzzo Riserva non può essere immesso al consumo prima del primo maggio del secondo anno successivo a quello della vendemmia.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Trebbiano d’Abruzzo DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO