Sibiola IGP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#SibiolaIGP


Il Sibiola IGP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Rosso, Rosato e Novello. L’Indicazione include anche numerose specificazioni da vitigno.

Zona di produzione

La zona di produzione del Sibiola IGP comprende il territorio dei comuni di Serdiana e Soleminis in provincia Sud Sardegna, nella regione Sardegna.

Uvaggio

I vini a IGP Sibiola bianchi, rossi e rosati devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale, da uno o più vitigni a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione nell’area interessata.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Sibiola IGP Bianco, da solo o con la specificazione da vitigno, si presenta con un colore che va dal bianco carta al giallo ambrato; al naso si evidenziano note floreali di ginestra e gelsomino legate a sensazioni vegetali, di delicati frutti, di macchia mediterranea e salmastro; in bocca è caldo con struttura importante ma con una nota fresca e acida, con una gamma di espressioni che vanno dal secco al dolce. Può presentare anche la versione Frizzante.Il Sibiola IGP Rosso, da solo o con la specificazione da vitigno, ha un colore rosso rubino che con il tempo può virare al rosso granato; i toni olfattivi ricordano il cuoio e la terra bagnata su sensazioni di frutto e di fiore; in bocca è polposo, morbido, caldo e di buona persistenza, con finale fruttato e con una gamma di espressioni che vanno dal secco al dolce. Può presentare anche la versione Frizzante.Il Sibiola IGP Rosato, da solo o con la specificazione da vitigno, tocca le varie tonalità del rosa, arrivando al corallo; i profumi sono di fiori e piccoli frutti di bosco, mirtillo e ginestra; in bocca è fresco, morbido ma intenso, con ritorni salmastri e minerali e con una gamma di espressioni che vanno dal secco al dolce. Può presentare anche la versione Frizzante.Il Sibiola IGP Novello, da solo o con la specificazione da vitigno, si presenta di colore rosso con riflessi violacei; al naso le note sono fruttate; il sapore spazia dal secco all’abboccato.

Specificazioni da vitigno

La IGP Sibiola con la specificazione di uno dei vitigni idonei alla coltivazione nella regione Sardegna con l’esclusione dei vitigni Cannonau, Carignano, Girò, Malvasia, Monica, Moscato, Nasco, Nuragus, Semidano, Vermentino e Vernaccia è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti, composti nell’ambito aziendale, per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni.Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei mosti e vini sopra indicati, le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, non aromatici, idonei alla coltivazione nella regione Sardegna, fino a un massimo del 15%.I vini a Indicazione Geografica Protetta Sibiola con la specificazione di uno dei vitigni possono essere prodotti anche nelle tipologie Frizzante nonché Novello per i vini ottenuti da vitigni a bacca rossa.I vini Sibiola IGP con la specificazione del vitigno, oltre alle caratteristiche specificate per i vini del corrispondente colore, devono presentare le espressioni organolettiche proprie del vitigno.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO