San Colombano al Lambro DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#sancolombanoallambrodop


Il San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco e Rosso.

Zona di produzione

La zona di produzione del San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP comprende la zona collinare del territorio dei comuni di San Colombano al Lambro in provincia di Milano, Graffignana e Sant’Angelo Lodigiano in provincia di Lodi, Miradolo Terme e Inverno Monteleone in provincia di Pavia, nella regione Lombardia.

Uvaggio

Bianco (anche Frizzante): Chardonnay minimo 50%, Pinot nero minimo 10%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.Rosso (anche Frizzante, Riserva): Croatina 30- 50%, Barbera 25-50%, Uva rara massimo 15%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP Bianco si presenta di colore giallo paglierino più o meno intenso; al naso spiccano note floreali e di frutta a polpa bianca; al gusto è piacevolmente secco, di fresca acidità, nell’insieme di corpo, equilibrato e talvolta abboccato. Può presentare anche la versione Frizzante e la menzione Vigna.Il San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP Rosso è caratterizzato da colore rosso rubino intenso con riflessi granato; i profumi sono ampi, complessi e speziati, di frutta rossa matura, vaniglia e mandorla; al palato è di notevole struttura, leggermente astringente e di lunga persistenza. Può presentare anche la versione Frizzante e le menzioni Vigna e “Vigna Riserva”.Il vino San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP Bianco recante la menzione Vigna, seguita dal relativo toponimo, può essere affinato anche in legno e immesso al consumo dopo avere maturato almeno tre mesi di affinamento in bottiglia, a decorrere dalla data di imbottigliamento.Il vino San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP Rosso recante la menzione Vigna, seguita dal relativo toponimo, può essere affinato anche in legno e immesso al consumo, a decorrere dal primo settembre dell’anno successivo a quello di produzione delle uve, avendo maturato almeno tre mesi di affinamento in bottiglia; se immesso al consumo dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio non inferiore ai 24 mesi, a partire dal primo nevembre dell’annata di produzione delle uve, di cui almeno 12 in recipienti di legno, può fregiarsi della menzione Riserva.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione San Colombano al Lambro DOP o San Colombano DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO