Loazzolo DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#loazzolodop


Il Loazzolo DOP comprende la sola tipologia di vino Bianco Dolce.

Zona di produzione

La zona di produzione del Loazzolo DOP comprende l’intero territorio del comune di Loazzolo in provincia di Asti, nella regione Piemonte.

Uvaggio

Bianco Dolce: Moscato bianco 100%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Loazzolo DOP è di colore giallo dorato brillante; ha un profumo intenso e complesso con sentori di muschio e sottobosco, vaniglia e frutti canditi; in bocca è dolce, caldo e piacevolmente avvolgente con tipico retrogusto aromatico.Per la produzione del vino Loazzolo DOP la data di inizio della vendemmia deve decorrere dal 20 settembre, le uve devono essere raccolte con cernite successive e sottoposte a graduale appassimento ed eventuale infavatura da Botrytis nobile sulla pianta stessa o in locali idonei.Il vino Loazzolo DOP non può essere immesso al consumo se non dopo essere stato sottoposto a un periodo di affinamento e invecchiamento di almeno due anni a decorrere dal primo gennaio dell’anno successivo a quello di produzione delle uve.Durante questo periodo è prevista la permanenza del vino per almeno sei mesi in botti di legno di capacità non superiore a 250 litri.Durante l’affinamento che precede la messa in bottiglia, il vino può compiere una lenta fermentazione che si attenua nei mesi più freddi.

Specificazioni aggiuntive

Per la denominazione Loazzolo DOP è consentito l’utilizzo della menzione tradizionale Vendemmia Tardiva nel qualcaso la raccolta delle uve avvenisse in epoca tardiva e a scalare.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO