Campania IGP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#campaniaigp


Il Campania IGP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Rosso, Rosato, Passito Bianco, Passito Rosso, Passito Rosato, Liquoroso Bianco, Liquoroso Rosso, Novello Rosso e Novello Rosato. L’Indicazione include anche numerose specificazioni da vitigno.

Zona di produzione

La zona di produzione del Campania IGP comprende l’intero territorio della regione Campania.

Uvaggio

I vini a Indicazione Geografica Protetta Campania bianchi, rossi e rosati devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale, da uno o più vitigni a bacca bianca o rossa idonei alla coltivazione nell’area interessata.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Campania IGP Bianco, da solo o con la specificazione di uno o due vitigni, è di colore giallo paglierino da più a meno carico; al naso si offre con diverse gradazioni di floreale e fruttato sulla base delle diverse tipologie di vitigno impiegato; al palato è asciutto, fresco, di gusto leggermente fruttato e con una buona persistenza. Può presentare anche la versione Frizzante e Passito.Il Campania IGP Rosso ha un colore rosso rubino più o meno intenso; al naso è delicato, con profumi caratteristici di frutti rossi e sfumature di spezie, erbe aromatiche e complessità derivanti dai vari vitigni impiegati; al palato è asciutto, sapido, a volte con tannini evidenti, di buon corpo.Può presentare anche le versioni Frizzante, Passito, Novello e Liquoroso.Il Campania IGP Rosato ha un colore rosa più o meno intenso tendente al cerasuolo; i profumi sono delicatamente fruttati; al palato è asciutto, armonico, fresco, caratteristico del vitigno di provenienza. Può presentare anche le versioni Frizzante, Passito, Novello e Liquoroso.

Specificazioni da vitigno

La IGP Campania con la specificazione di uno dei vitigni idonei alla coltivazione per la regione Campania, è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti composti, nell’ambito aziendale per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni.Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei mosti e dei vini sopra indicati, le uve dei vitigni a bacca di colore analogo, idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.I vini Campania IGP con la specificazione del vitigno, oltre alle caratteristiche indicate per i vini del corrispondente colore, devono presentare le caratteristiche organolettiche proprie del vitigno.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO