Amarene Brusche di Modena IGP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#AmareneBruscheModenaIGP


La confettura Amarene Brusche di Modena IGP è ottenuta dai frutti di ciliegio acido appartenenti alle varietà Amarena di Castelvetro, Amarena di Vignola dal peduncolo corto, Amarena di Vignola dal peduncolo lungo, Amarena di Montagna, Amarena di Salvaterra, Marasca di Vigo, Meteor, Mountmorency, Pandy.

Metodo di produzione

I frutti devo essere lavorati nel pieno rispetto della ricetta originale. La metodologia classica è quella della “concentrazione per evaporazione termica del frutto”, per la quale i frutti devono giungere al momento della lavorazione perfettamente maturi. Per la loro scarsa conservabilità, al fine di preservarne le caratteristiche qualitative ed evitare l’insorgere di fermentazioni anomale, le amarene devono essere raffreddate entro due ore dalla raccolta e trasformate entro 24 ore. Le ciliegie vengono generalmente raccolte nel periodo che intercorre tra il 20 maggio e il 31 luglio. I frutti vengono denocciolati e privati del picciolo; viene quindi aggiunto saccarosio in percentuale non superiore al 35% del peso del prodotto e vengono lasciati riposare per almeno 30 minuti a 60-80°C; infine passano alla fase finale del processo di trasformazione. È vietato l’utilizzo di zuccheri diversi dal saccarosio, nonché di coloranti, conservanti o addensanti, prescrizioni mirate a offrire un prodotto del tutto tradizionale e di estrema qualità.

Aspetto e sapore

La confettura Amarene Brusche di Modena IGP presenta una consistenza morbida e colore rosso bruno con riflessi scuri. Il sapore è caratterizzato da un buon equilibrio tra il dolce e l’asprigno, che la contraddistingue nettamente dalle altre confetture.

Zona di produzione

La zona di produzione delle Amarene Brusche di Modena IGP è individuata nei territori della pianura e della media collina di alcuni comuni della provincia di Modena e di Bologna, nella regione Emilia-Romagna.

Gastronomia

La confettura Amarene Brusche di Modena IGP deve essere conservata in luogo fresco e asciutto nella confezione originale; una volta aperta è consigliabile riporre la confezione in frigorifero. Dal peculiare sapore asprigno, può essere gustata al naturale a fine pasto, essa stessa come dessert, oppure impiegata per la realizzazione di torte e crostate. è molto apprezzata in abbinamento al gelato. Dolce tipico della tradizione modenese è la crostata di marene, torta con base di pasta frolla e ricoperta di confettura di amarene brusche: l’associazione del sapore estremamente dolce della base con quello acidulo della copertura dona a questo dolce una connotazione unica e inconfondibile.

Nota distintiva

La confettura Amarene Brusche di Modena IGP presenta caratteristiche organolettiche uniche derivanti sia dalle varietà di ciliegio acido utilizzate sia dall’elevato contenuto in frutta, che costituisce almeno il 70% del prodotto finito.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO

AGRINTESA Soc. Coop. Agricola

via Loda 199
Castelfranco Emilia (MO)
Tel: Telefono 059 952511
Email:

APOFRUIT Italia Soc. Coop. Agricola

via Garofolana 636
Vignola (MO)
Tel: Telefono 059 7700834
Email:

Azienda Agricola Piombini Ivo

Via Turchetto 30
Casinalbo (MO)
Email:

Consorzio Produttori di Amarene Brusche di Modena

c/o Camera di Commercio di Modena via Ganaceto 134
Modena (MO)
Tel: Tel: +059 208111
Email:

Cooperativa Modenese Essiccazione Frutta

Stradello Aggazzotti 90
S. Maria di Mugnano (MO)
Tel: Telefono 059 460124
Email:

Gruppo Fini Spa

Via Albareto 211
Modena (MO)
Tel: Telefono 059 259111
Email:

Toschi Vignola Srl

Via Genova 244
Savignano s/P (MO)
Tel: Telefono 059 768711 
Email:

Anno

PRODUZIONE (KG o LT)

FATTURATO (Mln €)

EXPORT (MLN €)

2016 33,659 0.03 -
2015 52,778 0.05
2014 57,239 0.05
2013 65,242 0.06
2012 33,244 -
2011 66,375 -
2010 98,238 -
2009 5,861 -
2008
2007
2006