Torgiano DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#TorgianoDOP


Il Torgiano DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Rosso, Rosato, Spumante, Vendemmia Tardiva e Vin Santo. La Denominazione include anche numerose specificazioni da vitigno.

Zona di produzione

La zona di produzione del Torgiano DOP comprende l’intero territorio del comune di Torgiano in provincia di Perugia, nella regione Umbria.

Uvaggio

Bianco: Trebbiano toscano 20-70%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 80%.Rosso, Rosato: Sangiovese minimo 50%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%. Spumante: Chardonnay massimo 50%, Pinot nero massimo 50%, possono concorrere altre uve a bacca bianca e/o rossa, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%. Vendemmia Tardiva: Chardonnay minimo 50%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%. Vin Santo: Trebbiano toscano 50-70%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Torgiano DOP Bianco ha colore giallo paglierino più o meno intenso; al naso si rincorrono profumi di fiori di campo e mele cotte; in bocca è fresco, sapido e piacevolmente acidulo. Il Torgiano DOP Rosso ha un colore rosso rubino; i profumi sono delicati di frutti rossi e balsamici; in bocca è asciutto, armonico e di corpo. Il Torgiano DOP Rosato è di color salmone tenue; il naso offre sensazioni di frutta fresca; il gusto è asciutto e vivace. Il Torgiano DOP Spumante è di colore giallo paglierino con delicato perlage; al naso è fresco di lieviti e di sentori floreali, con note fruttate in sottofondo; in bocca è asciutto, elegante e armonico, con vago sentore di mela e biancospino. Il Torgiano DOP Vendemmia Tardiva ha colore da giallo paglierino intenso ad ambrato; al naso riporta profumi di frutti appassiti e miele; in bocca è dolce e fresco, molto persistente. Il Torgiano DOP Vin Santo ha colore giallo dorato, talvolta ambrato intenso; i profumi sono di frutta secca, smalto, miele; in bocca è caldo, pastoso e dolce. I vini Torgiano DOP Rosso (Rosso di Torgiano) possono essere immessi al consumo dal primo dicembre dell’anno successivo a quello di produzione delle uve dopo un periodo di affinamento in legno di almeno sei mesi. Per la produzione dei vini Torgiano DOP Spumante le operazioni di spumantizzazione devono avvenire con procedimento tradizionale (fermentazione in bottiglia) non inferiore a due anni di permanenza sulle fecce. Per la tipologia Torgiano DOP Vendemmia Tardiva le uve devono aver subito un appassimento sulla pianta tale da garantire una gradazione alcolica complessiva minima naturale non inferiore a 14°. I vini Torgiano DOP Vin Santo devono essere ottenuti da uve appositamente scelte e fatte appassire sulla pianta o in locali idonei, la vinificazione deve avvenire in recipienti di legno di capacità non superiore a 400 litri. L’invecchiamento del Torgiano DOP Vin Santo non deve essere inferiore a mesi 36 di cui almeno 24 mesi in recipienti in legno; l’immissione al consumo non può avvenire prima del primo novembre del terzo anno successivo a quello di produzione delle uve.

Specificazioni da vitigno

Il Torgiano DOP può presentare le specificazioni dei vitigni sottoindicati. Da vitigno bianco: Chardonnay, Pinot grigio, Riesling italico minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%. Da vitigno rosso: Cabernet Sauvignon, Pinot nero, Merlot minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%. Le caratteristiche di colore, profumo e gusto di ciascuna specifica sono quelle tipiche del vitigno e del terroir di provenienza. I vini Merlot di Torgiano DOP, Cabernet Sauvignon di Torgiano DOP e Pinot Nero di Torgiano DOP non possono essere immessi al consumo prima del primo dicembre dell’anno successivo a quello di produzione delle uve.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Torgiano DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO