Terre di Offida DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#TerreoffidaDOP


Il Terre di Offida DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Spumante, Passito e Vino Santo (tutti solo con indicazione da vitigno).

Zona di produzione

La zona di produzione del Terre di Offida DOP comprende il territorio di numerosi comuni appartenenti alle province di Ascoli Piceno e Fermo, nella regione Marche.

Uvaggio

Per la varietà di uvaggi utilizzati per la produzione del Terre di Offida DOP, fare riferimento alle specificazioni da vitigno.

Descrizione tipologie di prodotto

I vini Terre di Offida DOP con menzione del vitigno hanno caratteristiche organolettiche tipiche delle uve e del terroir di provenienza.

Specificazioni da vitigno

Il Terre di Offida DOP può presentare le specificazioni dei vitigni sottoindicati.Da vitigno bianco: Passerina (Passito, Spumante, Vino Santo) minimo 85%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.Il Terre di Offida DOP Passerina Spumante presenta al calice un giallo paglierino tenue attraversato da un fine perlage; il bouquet evidenzia note fruttate e floreali e ricordi di lieviti; al palato risulta fresco e gradevole, di buon equilibrio e con un finale vivace.Il Terre di Offida DOP Passerina Passito ha un colore che vira tra il dorato e l’ambrato; il profumo è intenso, con sensazioni di miele che vanno a intrecciarsi con quelle di frutta matura; alla degustazione risulta armonico e vellutato, lungo nel finale.Il Terre di Offida DOP Passerina Vino Santo all’esame visivo evidenzia note ambrate; all’olfatto offre note di frutta polposa, anche ben matura, che ben si legano a quelle di pasta di mandorle; il sapore è gradevole e asseconda l’ingresso morbido e avvolgente.La tipologia Terre di Offida DOP Spumante deve essere ottenuta esclusivamente per rifermentazione naturale e la durata del procedimento di elaborazione deve essere non inferiore a sei mesi.Il vino Terre di Offida DOP Passito deve essere ottenuto con appassimento delle uve in pianta e/o dopo la raccolta in locali idonei, anche termoidrocondizionati.La tipologia Terre di Offida DOP Vino Santo deve essere, invece, ottenuta con appassimento delle uve esclusivamente in locali idonei, su graticci o appese, senza nessun tipo di forzatura; l’uva appassita può essere ammostata non prima del primo dicembre dell’anno di raccolta delle uve e non oltre il 31 marzo dell’anno successivo.La fermentazione e la maturazione devono avvenire in recipienti di legno della capacità massima di 500 litri per un periodo di almeno un anno per la tipologia Terre di Offida DOP Passito e di almeno due anni per la tipologia Terre di Offida DOP Vino Santo.I vini Terre di Offida DOP, prima dell’immissione al consumo, devono essere sottoposti a un periodo di invecchiamento di 18 mesi di cui 12 in legno per la tipologia Passerina Passito e di 36 mesi di cui 24 in legno per il Terre di Offida DOP Passerina Vino Santo.Il periodo di invecchiamento decorre dal primo dicembre successivo alla produzione delle uve.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO