Spoleto DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#spoletodop


Lo Spoleto DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco; Spumante e Passito (questi ultimi solo con indicazione da vitigno). La Denominazione include anche numerose specificazioni da vitigno.

Zona di produzione

La zona di produzione dello Spoleto DOP comprende l’intero territorio del comune di Montefalco e parte del territorio dei comuni di Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Foligno, Spoleto e Trevi in provincia di Perugia, nella regione Umbria.

Uvaggio

Bianco: Trebbiano spoletino minimo 50%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%.

Descrizione tipologie di prodotto

Lo Spoleto DOP Bianco si veste di colore giallo paglierino; all’olfatto si presentano inizialmente note fruttate di mela, pera e nespola che poi evolvono in toni minerali e di nocciola; la bocca è sapida e fruttata, con una piacevole vena fresca.I vini Spoleto DOP Spumante e Passito, con menzione del vitigno, hanno caratteristiche organolettiche tipiche delle uve e del terroir di provenienza.

Specificazioni da vitigno

Lo Spoleto DOP può presentare le specificazioni dei vitigni sottoindicati.Da vitigno bianco (anche Superiore, Spumante, Passito): Trebbiano spoletino minimo 85%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.Le caratteristiche di colore, profumo e gusto di ciascuna specifica sono quelle tipiche del vitigno e del terroir di provenienza.La tipologia Spoleto DOP Trebbiano spoletino Spumante appartenente alla categoria “vino spumante di qualità” può essere spumantizzato con metodo Charmat e metodo Classico.Per l’appassimento delle uve destinate alla produzione dello Spoleto DOP Trebbiano spoletino Passito è consentita la disidratazione iniziale con aria ventilata non riscaldata.Nella fase di vinificazione sono ammesse le pratiche enologiche tradizionali della zona; è consentito l’affinamento e la vinificazione in legno.Per la tipologia Spoleto DOP Trebbiano spoletino Superiore è obbligatorio l’affinamento di almeno tre mesi in bottiglia.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO