Romagna Albana DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#romagnaalbana


Il Romagna Albana DOP comprende le seguenti tipologie di vino bianco: Secco, Amabile, Dolce, Passito, Passito Riserva.

Zona di produzione

La zona di produzione del Romagna Albana DOP comprende tutto o parte del territorio dei comuni di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlì, Forlimpopoli, Meldola, Bertinoro, Cesena, Montiano, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, Longiano in provincia di Forli-Cesena; dei comuni di Castelbolognese, Riolo Terme, Faenza, Casola Valsenio, Brisighella in provincia di Ravenna e dei comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Castel San Pietro Terme, Dozza Imolese, Fontanelice, Imola, Ozzano Emilia in provincia di Bologna, nella regione Emilia-Romagna.

Uvaggio

Bianco (Secco, Amabile, Dolce, Passito, Passito Riserva): Albana minimo 95%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 5%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Romagna Albana DOP Bianco nelle tipologie Secco, Amabile e Dolce ha un colore che va dal giallo paglierino al dorato in base all’invecchiamento; ha profumi floreali e fruttati piuttosto intensi, con spiccati sentori di mandorla tostata, di confettura di pesca e albicocca; in bocca si offre con una gradevole freschezza e con continui ritorni floreali e fruttati. Il Romagna Albana DOP nelle tipologie Passito e Passito Riserva è di colore giallo dorato tendente all’ambrato; al naso risulta dolce e intenso con evidenti note di frutta matura; in bocca è vellutato, armonico, notevolmente fine ed elegante. Le tipologie Romagna Albana DOP Passito e Romagna Albana DOP Passito Riserva devono essere ottenute da uve sottoposte a un periodo di appassimento che può protrarsi fino al 30 marzo dell’anno successivo a quello della vendemmia; è ammesso nella fase di appassimento l’utilizzo di aria ventilata e deumidificata per la disidratazione delle uve. Per tutte le tipologie Romagna Albana DOP Passito è consentita la vinificazione, la conservazione e l’affinamento in contenitori di legno. I vini Romagna Albana DOP Passito non possono essere immessi al consumo prima del primo settembre dell’anno successivo alla produzione delle uve; per i vini Romagna Albana DOP Passito Riserva la data di immissione al consumo è prevista a non prima del primo dicembre dell’anno successivo alla vendemmia.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Romagna Albana DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo. Nei vini Romagna Albana DOP le qualificazioni Secco, Amabile, Dolce, Passito e Passito Riserva devono figurare in etichetta.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO