Montefalco Sagrantino DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#montefalcosagrantino


Il Montefalco Sagrantino DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Rosso e Passito.

Zona di produzione

La zona di produzione del Montefalco Sagrantino DOP comprende i territori del Comune di Montefalco e parte del territorio dei comuni di Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria in provincia di Perugia, nella regione Umbria.

Uvaggio

Rosso, Passito: Sagrantino 100%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Montefalco Sagrantino DOP Rosso Secco ha un colore rosso rubino, talvolta con riflessi violacei e tendente al granato con l’invecchiamento; intensi profumi di piccoli frutti neri si aprono su sensazioni di tabacco, erbe officinali, rabarbaro e grafite; la bocca conferma pienamente le sensazioni nasali, è fresco, agile e con un tannino ben espresso su un finale di lunga persistenza fruttata.Il Montefalco Sagrantino DOP Rosso Passito ha un colore rubino carico, talvolta con riflessi violacei e tendente al granato con l’affinamento; al naso le note fruttate di ciliegia sotto spirito e sciroppo di frutti neri prevalgono con la loro nota dolce; in bocca la freschezza e i tannini sono la parte portante di questo vino dolce e nervoso.Il vino Montefalco Sagrantino DOP nelle tipologie Secco e Passito deve essere sottoposto a un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 37 mesi a decorrere dal primo dicembre dell’anno di produzione delle uve, di cui - per la sola tipologia Secco - almeno 12 mesi in botti di rovere di qualsiasi dimensione.Inoltre, il vino Montefalco Sagrantino DOP nelle tipologie Secco e Passito non può essere immesso al consumo se non dopo aver effettuato un ulteriore periodo di affinamento in bottiglia di almeno quattro mesi; per quanto riguarda il vino Montefalco Sagrantino DOP nella versione Passito viene ammessa, oltre all’appassimento naturale, la pratica del controllo dell’umidità.In questo caso gli ambienti possono essere soggetti al trattamento di deumidificazione e di eventuale abbassamento della temperatura ambientale.È comunque vietato il ricorso al riscaldamento.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Montefalco Sagrantino DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO