Falanghina del Sannio DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#falanghinadelsannio


Il Falanghina del Sannio DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Spumante, Passito e Vendemmia Tardiva. La Denominazione include anche numerose specificazioni geografiche.

Zona di produzione

La zona di produzione del Falanghina del Sannio DOP comprende tutto il territorio della provincia di Benevento, nella regione Campania.

Uvaggio

Bianco, Spumante (anche Spumante di Qualità, Spumante di Qualità Metodo Classico), Passito, Vendemmia Tardiva: Falanghina minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

La Falanghina del Sannio DOP Bianco è un vino dal colore giallo paglierino; il profumo è intenso e abbastanza persistente, con sentori di fiori di gardenia e ginestra, di frutta esotica, di melone bianco, di agrumi e pera; al gusto è un vino di medio corpo, abbastanza morbido e persistente, acidulo con buona fragranza e mineralità.La Falanghina del Sannio DOP Spumante si presenta con un colore paglierino tenue, spuma persistente e perlage continuo a grana molto fine; il profumo è delicato e di giusta intensità con note fruttate e fresche; il sapore è secco e sapido. Può presentare anche le versioni: Spumante di Qualità e Spumante di Qualità Metodo Classico.I vini Falanghina del Sannio DOP Spumante e Sannio DOP Spumante di Qualità (anche con indicazione geografica) devono essere ottenuti con il metodo di rifermentazione in autoclave; il vino Sannio DOP Spumante di Qualità Metodo Classico (anche con indicazione geografica) deve essere ottenuto attraverso la tradizionale rifermentazione in bottiglia e deve permanere sui lieviti di fermentazione per almeno 12 mesi a decorrere dal 15 novembre dell’anno di produzione delle uve.La Falanghina del Sannio DOP Passito è un vino dolce dal colore giallo dorato con nuances particolarmente calde; il profumo è intenso e persistente, con sentori di confettura, miele e frutta candita; al gusto è caldo di alcool, morbido, di buona struttura e persistenza, il finale è molto lungo.Il vino Falanghina del Sannio DOP Passito (anche con indicazione geografica) deve essere ottenuto da uve sottoposte in tutto o in parte, sulle piante o dopo la raccolta, a un appassimento tale da assicurare un titolo alcolometrico naturale minimo di 16°; non devono essere immessi al consumo prima del primo giugno dell’anno successivo alla produzione delle uve.La Falanghina del Sannio DOP Vendemmia Tardiva è di colore giallo paglierino più o meno intenso tendente al dorato; il profumo è ricco e composito, di floreale e fruttato; il sapore è secco, pieno ed equilibrato.

Specificazioni geografiche o sottosezione

Il Falanghina del Sannio DOP può essere accompagnato da quattro sottodenominazioni geografiche: Falanghina del Sannio DOP Guardia Sanframondi o Guardiolo, Falanghina del Sannio DOP Sant’Agata dei Goti, Falanghina del Sannio DOP Solopaca, Falanghina del Sannio DOP Taburno.Tutte e quattro le sottodenominazioni presentano le tipologie di vino Bianco, Spumante (anche Spumante di Qualità e Spumante di Qualità Metodo Classico), Passito e Vendemmia Tardiva.Le caratteristiche di colore, profumo e gusto di ciascuna specifica sono quelle tipiche del vitigno e del terroir di provenienza.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Falanghina del Sannio DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO