Custoza DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#vinocustoza


Il Custoza DOP o Bianco di Custoza DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Spumante e Passito.

Zona di produzione

La zona di produzione del Custoza DOP o Bianco di Custoza DOP interessa il territorio della fascia collinare posizionata tra la città di Verona e la costa orientale del lago di Garda, ricadente in diversi comuni della provincia di Verona, nella regione Veneto.

Uvaggio

Bianco (anche Superiore), Spumante, Passito: Trebbiano toscano 10-45%, Garganega 20-40%, Trebbianello (biotipo locale del Tocai friulano/Tai) 5-30%, Bianca Fernanda (clone locale del Cortese) massimo 30%, Malvasia, Riesling italico, Pinot bianco, Chardonnay e Manzoni bianco, da soli o congiuntamente, massimo 30%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Custoza DOP o Bianco di Custoza DOP ha un colore che va dal giallo paglierino al dorato; al naso si percepiscono note che vanno dal floreale di ginestra, al fruttato, fino alle erbe aromatiche e aumenta di intensità e struttura con l’invecchiamento; al gusto presenta sensazioni più o meno intense di frutta matura, è fresco e con un finale di lunga persistenza. Può presentare la menzione Superiore se sottoposto a un periodo di maturazione di almeno cinque mesi a decorrere dal primo novembre dell’annata di produzione delle uve; l’affinamento deve avere luogo all’interno della zona di vinificazione. Il Custoza DOP o Bianco di Custoza DOP Spumante si offre alla vista con un colore giallo paglierino più o meno intenso con eventuali riflessi dorati e presenta un perlage fine e persistente; al naso i profumi sono fragranti, con sentore di fruttato, leggermente aromatici quando spumantizzato con il metodo Martinotti e fine e composto, caratteristico della fermentazione in bottiglia, quando è spumantizzato con il metodo classico; al gusto offre sensazioni citrine, fruttate e di lievito, è più o meno fresco nelle tipologie che vanno da brut a dry.Il Custoza DOP o Bianco di Custoza DOP Passito ha un colore giallo dorato; al naso si presenta con profumi intensi di frutta cotta, di spezie e di miele, con eventuale leggera percezione di legno; al gusto è amabile o dolce, vellutato, armonico e di corpo, leggermente aromatico.La produzione della tipologia Passito può avvenire solo per appassimento naturale, avvalendosi anche di sistemi e/o tecnologie che comunque non aumentino la temperatura dell’appassimento rispetto al processo naturale deve essere immesso al consumo non prima del primo settembre successivo alla vendemmia.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO