Colli Pesaresi DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#collipesaresidop


Il Colli Pesaresi DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Rosso, Rosato e Spumante; Novello (solo con indicazione da vitigno). La Denominazione include anche numerose specificazioni da vitigno e geografiche.

Zona di produzione

La zona di produzione del Colli Pesaresi DOP comprende il territorio di numerosi comuni in provincia di Pesaro-Urbino, nella regione Marche.

Uvaggio

Bianco, Spumante: Trebbiano toscano (localmente detto Albanella) e/o Verdicchio e/o Biancame e/o Pinot grigio e/o Pinot nero (da vinificare in bianco) e/o Riesling Italico e/o Chardonnay e/o Sauvignon e/o Pinot bianco minimo 75%, da soli o con aggiunta di uve, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 25%. Rosso, Rosato: Sangiovese minimo 70%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’area interessata fino a un massimo del 30%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Colli Pesaresi DOP Bianco ha un colore giallo paglierino tenue talora con riflessi verdognoli; al naso si presenta con profumi delicati fruttati e floreali di ginestra e fiori bianchi; al gusto è leggero, secco e fresco. I vini prodotti lungo la costa assumono caratteri di sapidità notevole, dovuti sia alla vicinanza al mare che dal terreno chimicamente salino. Il Colli Pesaresi DOP Rosso è di colore rosso rubino con una nota violacea che si spinge verso il granato con l’affinamento; al naso risaltano i profumi di violetta e la freschezza dei frutti di bosco; al gusto spicca l’elevata vinosità, è piacevolmente morbido. Il Colli Pesaresi DOP Rosato (o Rosé) ha un colore rosato; al naso è delicato e fruttato; al palato è asciutto, con note di frutti freschi. Il Colli Pesaresi DOP Rosato (o Rosé) deve essere ottenuto con la vinificazione “in rosato” delle uve rosse. Il Colli Pesaresi DOP Spumante si presenta di colore giallo paglierino tenue con eventuali riflessi verdognoli e un perlage fine e consistente; al naso si evidenziano le note di frutta fresca, anche agrumate; al palato è fresco e citrino, può variare nella tipologia da extra brut a demisec. Il Colli Pesaresi DOP Novello con indicazione del vitigno ha colore, profumi e gusto tipici del vitigno.

Specificazioni geografiche o sottosezione

Il Colli Pesaresi DOP può essere accompagnato da tre sottodenominazioni geografiche: Colli Pesaresi DOP Focara comprende la tipologia di vino Rosso (anche Riserva) e le specificazioni da vitigno Pinot nero (anche Spumante, Riserva) e Pinot nero vinificato in bianco (anche Riserva). Colli Pesaresi DOP Parco Naturale Monte San Bartolo comprende le specificazioni da vitigno: Sangiovese (anche Riserva) e Cabernet sauvignon (anche Riserva). Colli Pesaresi DOP Roncaglia comprende la tipologia di vino Bianco (anche Riserva) e le specificazioni da vitigno Pinot nero vinificato in bianco (anche Riserva) e Pinot nero Spumante. I suddetti vini sono prodotti in provincia di Pesaro-Urbino con uve tipiche del territorio di appartenenza. I vini Colli Pesaresi DOP Roncaglia Bianco, Colli Pesaresi DOP Roncaglia Pinot Nero vinificato in bianco, Colli Pesaresi DOP Focara Pinot Nero vinificato in bianco possono presentare la menzione Riserva se invecchiati all’interno della zona di produzione per almeno 18 mesi, a decorrere dal primo novembre dell’anno del raccolto. I vini Colli Pesaresi DOP Focara, Colli Pesaresi DOP Focara Pinot Nero, Colli Pesaresi DOP Roncaglia Pinot Nero, Colli Pesaresi DOP Parco Naturale Monte San Bartolo Sangiovese, Colli Pesaresi DOP Parco Naturale Monte San Bartolo Cabernet Sauvignon possono presentare la menzione Riserva se invecchiati all’interno della zona di produzione per almeno due anni, compreso l’eventuale affinamento in bottiglia, a decorrere dal primo novembre dell’anno del raccolto.

Specificazioni da vitigno

Il Colli Pesaresi DOP può presentare le specificazioni dei vitigni sottoindicati. Da vitigno bianco: Trebbiano toscano (localmente detto Albanella), Biancame, minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’area interessata fino a un massimo del 15%. Da vitigno rosso (anche Novello): Sangiovese minimo 85%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’area interessata fino a un massimo del 15%. Le caratteristiche di colore, profumo e gusto di ciascuna specifica sono quelle tipiche del vitigno e del terroir di provenienza. Il Colli Pesaresi DOP Sangiovese può presentare la menzione Riserva se invecchiato all’interno della zona di produzione per almeno due anni, a decorrere dal primo novembre dell’anno del raccolto.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Colli Pesaresi DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO