Barbera d’Alba DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#barberadalba


Il Barbera d’Alba DOP comprende la sola tipologia di vino Rosso.

Zona di produzione

La zona di produzione del Barbera d’Alba DOP comprende il territorio di numerosi comuni in provincia di Cuneo, nella regione Piemonte.

Uvaggio

Rosso (anche Superiore): Barbera minimo 85%, Nebbiolo massimo 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Barbera d’Alba DOP si presenta nel bicchiere con un colore rosso rubino con riflessi tendenti al purpureo; al naso presenta profumi ampi e complessi, con note fruttate che ricordano la mora, la ciliegia, il lampone, il ribes, la fragola e la confettura di frutti rossi, con forti sentori speziati che richiamano la cannella, la vaniglia e il pepe verde; alla degustazione si propone pieno e di buon corpo con una moderata nota tannica e un finale lungo e persistente. Può presentare la menzione Superiore se sottoposto a un periodo di invecchiamento di 12 mesi, di cui quattro in legno, a decorrere dal primo novembre dell’anno di raccolta delle uve.I vini a Denominazione di Origine Protetta Barbera d’Alba con menzione Superiore possono essere immessi al consumo a partire dal primo novembre dell’anno successivo a quello di raccolta delle uve.Le operazioni di vinificazione e di invecchiamento del vino Barbera d’Alba DOP devono essere effettuate all’interno del territorio delle province di Cuneo, Asti e Torino.Nella designazione e presentazione dei vini a Denominazione di Origine Protetta Barbera d’Alba e Barbera d’Alba Superiore, è obbligatorio riportare in etichetta l’indicazione dell’annata di produzione delle uve.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Barbera d’Alba DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO