Arcole DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#ArcoleDOP


L’Arcole DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Bianco, Rosso, Rosato, Spumante, Passito Bianco, Novello Rosso, Novello Rosato e Nero; Vendemmia Tardiva (solo con indicazione da vitigno). La Denominazione include anche numerose specificazioni da vitigno.

Zona di produzione

La zona di produzione dell’Arcole DOP comprende il territorio di numerosi comuni appartenenti alle province di Vicenza e Verona, nella regione Veneto.

Uvaggio

Bianco (anche Frizzante), Spumante, Passito: Garganega minimo 50%, da solo o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%.Rosso (anche Riserva, Frizzante), Rosato (anche Frizzante), Novello, Nero: Merlot minimo 50%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 50%.

Descrizione tipologie di prodotto

L’Arcole DOP Bianco ha un colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli; il profumo è mediamente intenso con note di fiori di acacia e fruttato leggero; in bocca è snello, citrino, vivace e sapido. Può presentare anche la versione Frizzante.L’Arcole DOP Rosso ha un colore rosso rubino non molto intenso; il profumo è gradevole, caratteristicamente fruttato, con sentori di lampone e ciliegia; il sapore è asciutto e poco tannico. Può presentare anche la versione Frizzante e la menzione Riserva, quest’ultima se sottoposto a un periodo di invecchiamento di almeno due anni, di cui almeno tre mesi in botti di legno; il periodo di invecchiamento decorre dal primo novembre dell’anno di produzione delle uve.L’Arcole DOP Rosato ha colore rosso rubino chiaro e brillante; il profumo è caratteristico con sentori delicati di ciliegia che si intrecciano armonicamente a lievi percezioni di fiori di pesco; al gusto è di medio corpo e armonico. Può presentare anche la versione Frizzante e Novello, quest’ultima presenta le stesse caratteristiche organolettiche del vino Rosato.L’Arcole DOP Spumante presenta un colore giallo paglierino di variabile intensità e una spuma fine e persistente; il profumo è caratteristico e leggermente fruttato; al palato si offre sapido, caratteristico e delicato, nei tipi extra brut, brut, extra dry, dry, abboccato e dolce.L’Arcole DOP Passito Bianco è di colore giallo dorato più o meno intenso; il profumo è gradevole, con intense note fruttate; in bocca è amabile, dolce e armonico, di buon corpo con eventuale percezione di legno.L’Arcole DOP Novello Rosso è di colore rosso rubino chiaro; al naso si propone intenso con note fruttate caratteristiche di ciliegia; al palato è asciutto, sapido e leggermente acidulo.L’Arcole DOP Nero è di colore rosso intenso tendente al granato con l’invecchiamento; il profumo è caratteristico e delicato; il sapore è pieno, vellutato, caldo, di buona struttura e persistenza.I vini Arcole DOP con menzione del vitigno hanno caratteristiche organolettiche tipiche delle uve e del terroir di provenienza.La vinificazione delle uve destinate alla produzione dell’Arcole DOP Bianco Passito o Arcole DOP Passito può avvenire solo dopo che siano state sottoposte ad appassimento naturale, per un periodo non inferiore ai due mesi, anche con sistemi e/o tecnologie che comunque non aumentino la temperatura dell’appassimento rispetto al processo naturale.La vinificazione delle uve destinate alla produzione dell’Arcole DOP Nero può avvenire solo dopo un appassimento naturale di almeno 30 giorni avvalendosi anche di sistemi e tecnologie che comunque non alterino le temperature rispetto al processo naturale.I vini delle tipologie Arcole DOP Nero, Arcole DOP Passito e Arcole DOP Vendemmia Tardiva (con menzione del vitigno) non possono essere immessi al consumo prima del primo novembre dell’anno successivo alla vendemmia.L’affinamento deve essere di almeno tre mesi in botti di legno.

Specificazioni da vitigno

L’Arcole DOP può presentare le specificazioni dei vitigni sottoindicati.Da vitigno bianco: Garganega (anche Vendemmia Tardiva), Pinot bianco, Pinot grigio, Sauvignon, Chardonnay (anche Frizzante) minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.Da vitigno rosso (anche Riserva): Cabernet Carmenère e Cabernet (da Cabernet Franc e/o Cabernet Sauvignon e/o Carmenère), Cabernet Sauvignon, Merlot minimo 85%, da soli o con aggiunta di uve a bacca di colore analogo, non aromatiche, provenienti da altri vitigni idonei alla coltivazione nell’ambito dell’area interessata fino a un massimo del 15%.Le caratteristiche di colore, profumo e gusto di ciascuna specifica sono quelle tipiche del vitigno e del terroir di provenienza.La specificazione Vendemmia Tardiva è riservata esclusivamente al vino Arcole DOP Garganega prodotto con le uve raccolte dopo l’estate di S. Martino (11 novembre).

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Arcole DOP può essere seguita dalla menzione Vigna con relativo toponimo.Nella presentazione e designazione delle tipologie Arcole DOP Bianco Passito, Arcole DOP Bianco Spumante, Arcole DOP Bianco Frizzante, Arcole DOP Garganega Vendemmia Tardiva, Arcole DOP Rosso e Arcole DOP Rosso Novello può essere omesso il riferimento al colore e al vitigno.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO