Aleatico di Puglia DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#aleaticodipugliadop


L’Aleatico di Puglia DOP comprende le seguenti tipologie di vino: Rosso e Liquoroso Dolce Naturale.

Zona di produzione

La zona di produzione dell’Aleatico di Puglia DOP comprende il territorio di numerosi comuni appartenenti alle province di Foggia, Bari, Lecce, Taranto e Brindisi, nella regione Puglia.

Uvaggio

Rosso Dolce Naturale, Liquoroso Dolce Naturale, (anche Riserva): Aleatico minimo 85%, Negro amaro e/o Malvasia nera e/o Primitivo, massimo 15%.

Descrizione tipologie di prodotto

L’Aleatico di Puglia DOP Rosso Dolce Naturale ha colore rosso granata più o meno intenso con riflessi violacei, tendente all’arancione con l’invecchiamento; al naso si evidenziano sentori fruttati di prugna e ciliegia che diventano più intensi e marcati con l’invecchiamento; al gusto è moderatamente dolce, pieno, vellutato, poco tannico e sapido.L’Aleatico di Puglia DOP Liquoroso Dolce Naturale si presenta di colore rosso granata con riflessi violacei, tendente all’arancione con l’invecchiamento; il profumo è delicato, etereo e più intenso con l’invecchiamento; al gusto è dolce, pieno e caldo. L’Aleatico di Puglia DOP può presentare la menzione Riserva se sottoposto a un periodo di invecchiamento di almeno tre anni a decorrere dal 10 gennaio successivo all’annata di produzione delle uve e dalla data di alcolizzazione per il tipo liquoroso. Può invecchiare oltre i 10 anni soprattutto nella versione Riserva. È consentito un leggero appassimento delle uve sulla pianta o su stuoie. L’Aleatico di Puglia DOP non può essere immesso al consumo prima del primo marzo successivo all’annata di produzione delle uve.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO