Aglianico del Vulture Superiore DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#AglianicosuperioreDOP


L’Aglianico del Vulture Superiore DOP comprende la sola tipologia di vino Rosso.

Zona di produzione

La zona di produzione dell’Aglianico del Vulture Superiore DOP comprende l’intero territorio dei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, escluse le frazioni di Sant’Ilario, Riparossa e Macchia del comune di Atella in provincia di Potenza, nella regione Basilicata.

Uvaggio

Rosso (anche Riserva): Aglianico del Vulture e/o Aglianico 100%.

Descrizione tipologie di prodotto

L’Aglianico del Vulture Superiore DOP si presenta di colore rosso rubino intenso con riflessi granato; al naso l’ampio bagaglio olfattivo vira da aromi intensi di sottobosco alla corteccia, per fissare l’intenso fruttato di gelso e mora con note agrumate di arancia candita e spezie; all’assaggio è pieno, morbido con una struttura equilibrata di grande eleganza, movimentata da ritorni fruttati, balsamici e minerali che si prolungano lunghissimi in una persistenza aromatica di grande piacevolezza per il palato.Il vino a Denominazione di Origine Protetta Aglianico del Vulture Superiore non può essere immesso al consumo prima del primo novembre del terzo anno successivo a quello di produzione delle uve, dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 12 mesi in contenitori di legno e almeno 12 mesi in bottiglia.Può presentare la menzione Riserva solo se immesso al consumo a partire dal primo novembre del quinto anno successivo a quello di produzione delle uve, dopo un periodo di invecchiamento di almeno 24 mesi in contenitori in legno e almeno 12 mesi in bottiglia.

Specificazioni aggiuntive

La denominazione Aglianico del Vulture Superiore DOP può essere seguita anche dalla menzione Vigna con relativo toponimo.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO