OQ-SISTEMA IG

Osservatorio Qualivita Sistema IG

  • 29 Settembre 2016

    Pizzoccheri della Valtellina IGP – Italia

    ITALIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 262 del 29/09/2016 è stata registrata la denominazione Pizzoccheri della Valtellina IGP, che, nel comparto Food, è la numero 120 delle IGP italiane e la numero 287 nel totale delle denominazioni d’origine agroalimentari nazionali.   Pizzoccheri della Valtellina IGP Classe 2.5. Pasta alimentare Reg. Ue 2016/1730 del 22/09/2016 GUUE L 262 del 29/09/2016 Descrizione dl Prodotto: I Pizzoccheri della Valtellina IGP sono una pasta alimentare derivata dall’impasto di almeno il 20% di farina di grano saraceno miscelata ...
  • 29 Settembre 2016

    Culurgionis d’Ogliastra IGP – Italia

    ITALIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 262 del 29/09/2016 è stata registrata la denominazione Culurgionis d’Ogliastra IGP, che, nel comparto Food, è la numero 119 delle IGP italiane e la numero 286 nel totale delle denominazioni d’origine agroalimentari nazionali.   Culurgionis d'Ogliastra IGP Classe 2.5. Pasta alimentare Reg. Ue 2016/1729 del 22/09/2016 GUUE L 262 del 29/09/2016 Descrizione del prodotto: I Culurgionis d’Ogliastra IGP sono un prodotto a base di pasta fresca con forma a fagottino chiuso a mano e racchiudente un ripieno costituito da ...
  • 27 Settembre 2016

    Conegliano-Valdobbiadene Prosecco DOP, patto per entrare nell’Unesco

    Decolla da Venezia il sogno Unesco del Conegliano-Valdobbiadene Prosecco DOP. Viaggio di sola andata per Parigi: il dossier di candidatura a Patrimonio dell'Umanità, pronto entro fine anno, sarà valutato a fine 2018 dai tecnici francesi dell'Unesco. Dentro o fuori: in caso di bocciatura sarà complicato riprovarci, visto che i 15 Comuni della DOP (più altri 13 della "buffer zone" a ridosso delle colline) su questo dossier stanno lavorando da sei anni. Da oggi al giorno della decisione finale, sulle colline del Prosecco cambierà tutto, o quasi, e i sindaci che ieri, a Venezia, hanno ...
  • 21 Settembre 2016

    Parmigiano Reggiano DOP in scena a Torino: caseifici, lotta a contraffazioni

    Caseifici in primo piano, educazione con spettacolo educativo sulle contraffazioni, nuova collaborazione con Slow Food, degustazioni, presentazioni agli specialisti del mercato internazionale, momenti di intrattenimento, incontri con le scuole: è molto ricco il carnet di iniziative con il quale il Consorzio del Parmigiano Reggiano si presenta a Terra Madre Salone del Gusto di Torino, in programma dal 22 al 26 settembre al Parco del Valentino. "Un appuntamento particolarmente importante - sottolinea il presidente del Consorzio, Alessandro Bezzi - che ci darà modo di valorizzare soprattu...
  • 20 Settembre 2016

    Saucisson Sec d’Auvergne IGP – Francia

    Francia – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 254 del 20/09/2016 è stata registrata la denominazione Saucisson Sec d'Auvergne IGP / Saucisse Sèche d'Auvergne IGP che, nel comparto food, è la numero 134 delle IGP francesi e la numero 232 nel totale delle denominazioni nazionali.   Saucisson Sec d'Auvergne IGP - Francia Classe 1.2. Prodotti a base di carne (cotti, salati, affumicati ecc.) Reg. Ue 2016/1676 del 07/09/2016 GUUE L 254 del 20.09.2016 Descrizione del prodotto: Il Saucisson Sec d'Auvergne IGP è un prodotto della carne crudo, fermentato, quindi ...
  • 20 Settembre 2016

    Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP: come tutelare le IG a livello globale

    In occasione del World Congress dell'AIPPI-Associazione Internazionale per la Protezione della Proprietà Intellettuale in corso a Milano, si è svolto ieri un Panel dedicato al futuro delle Indicazioni Geografiche a livello globale. Unico relatore italiano che ha preso parte a questa sezione è stato Federico Desimoni, Direttore del Consorzio di Tutela dell'Aceto Balsamico di Modena IGP. L’avv. Desimoni, soddisfatto del dibattito e della reazione degli intervenuti, riprende alcuni passaggi del Panel. "Il confronto sviluppato tra i rappresentanti del WIPO e l’avvocato giapponese ...
  • 20 Settembre 2016

    Consorzio di Tutela Asiago DOP: vicini ai terremotati con 500 chili di formaggio

    Donati   500 chili di Asiago DOP, unitamente a vestiti e coperte, ai terremotati del centro Italia. Prosegue la gara di solidarietà in Altopiano. Una partecipazione che vede in prima linea le penne nere, gli esercenti e gli abitanti, pronti a dare sostegno concreto. Tutto inizia nel 2006, anno dell'adunata nazionale ad Asiago, quando gli alpini di Treschè Conca stringono amicizia con il gruppo di Amatrice. In dieci anni i contatti sono rimasti e, dopo la tragedia, la macchina solidale si è messa in moto. In brevissimo tempo la sezione monte Ortigara ha raccolto coperte, vestiti e altri ...
  • 20 Settembre 2016

    Maremma Toscana DOP, novità in vista per produttori e consumatori

    L'assemblea dei soci del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana ha approvato la modifica del disciplinare di produzione. Con questa decisione, del 14 luglio scorso, parte ufficialmente l'iter per la modifica dei disciplinare di produzione della DOP Maremma Toscana. A cinque anni dal riconoscimento della DOP Maremma Toscana (2011), i produttori hanno avvertito l'esigenza di rivedere le norme che regolano e disciplinano la produzione dei vini di questa Dernominazione, ottenuta nell'intero territorio della provincia di Grosseto, adeguandole alle richieste del mercato e colmando alcune ...
  • 19 Settembre 2016

    Il Chianti patrimonio dell’Unesco. Il dono per la festa dei trecento anni

    La Toscana supera il Piemonte con un movimento di export pari a oltre 427 milioni di euro. Tra storia e futuro, per il Vigneto Toscana comincia la settimana clou. E' tempo di celebrare l'anniversario più atteso, i 300 anni dal 24 settembre 1716 e dall'editto con cui il Granduca Cosimo III istituiva le prime "denominazioni"del vino: Chianti (ed erano i confini geografici dell'attuale Gallo Nero), Carmignano, Pomino (oggi tutto il Chianti Rufina) e Valdarno Superiore, tornato terra da vino in tempi più recenti. Batté sul tempo i francesi, il Granduca, tra l'altro con norme commerciali ...
  • 16 Settembre 2016

    Sicilia IGP – Olio Evo – Italia

    ITALIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 249 del 16/09/2016 è stata registrata la denominazione Olio Extravergine di Oliva Sicilia IGP, che, nel comparto Food, è la numero 118 delle IGP italiane e la numero 285 nel totale delle denominazioni d’origine agroalimentari nazionali. Sicilia IGP - Olio Evo Classe 1.5. Oli e grassi Reg. Ue 2016/1662 del 12.09.2016 – GUUE L 249 del 16.09.2016 Descrizione del prodotto: L’olio extravergine di oliva Sicilia IGP è ottenuto dai frutti dell’olivo delle varietà: Biancolilla, Cerasuola, Moresca, Nocellara del Belice, ...
  • 15 Settembre 2016

    Amarone della Valpolicella DOP, la regione taglia la resa del 40 per cento

    Accogliendo le richieste del Consorzio di tutela vini Valpolicella, la Regione Veneto ha modificato per la vendemmia 2016 la percentuale della resa delle uve da mettere a riposo per la produzione dell'Amarone e del Recioto della Valpolicella DOCG. Rispetto ai disciplinari di produzione delle due DOCG che individuano nel 65% il quantitativo massimo di uva da mettere a riposo, pari a 7,8 tonnellate per ettaro, i quantitativi per l'attuale vendemmia non dovranno superare le 4,80 tonnellate per ettaro, pari a 19.20 ettolitri di vino finito per ettaro. «Si tratta di una decisione assunta in ...
  • 14 Settembre 2016

    Fava Feneou IGP – Grecia

    Grecia – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 245 del 14/09/2016 è stata registrata la denominazione Fava Feneou IGP, che, nel comparto Food, è la numero 29 delle IGP greche e la numero 104 nel totale delle denominazioni d'origine agroalimentari nazionali. Fava Feneou IGP Classe 1.6. Ortofrutticoli e cereali Reg. Ue 2016/1644 del 07.09.2016 – GUUE L 245 del 14.09.2016 Descrizione del prodotto: La Fava Feneou IGP è una leguminosa commestibile proveniente dalla cicerchia del tipo Lathyrus sativus L. La parte della pianta che viene raccolta e consumata come alimento ...
  • 14 Settembre 2016

    Prosecco DOP: approvata con decreto la “riserva vendemmiale”

    In attesa di una delibera equivalente da parte della Giunta Regionale del Friuli Venezia Giulia - che prevede una procedura diversa rispetto a quella veneta - è stato emanato oggi dalla Regione Veneto il decreto che consentirà l’attivazione della misura della “riserva vendemmiale” per le uve destinate alla produzione di Prosecco DOC, così come previsto dalla normativa vigente. Il supero ottenuto dalla vendemmia 2016, pertanto, potrà essere utilizzato per far fronte nelle annate successive a carenze di produzione, fino al limite massimo previsto dal disciplinare di produzione, oppure ...
  • 14 Settembre 2016

    Il pasticciaccio della Taggiasca “DOP”

    Cambiare il nome della varietà Taggiasca nel meno noto sinonimo Giuggiolina per utilizzare la denominazione Taggiasca per due DOP, una per olive da mensa e una per l'olio extra vergine di oliva. Questo perchè l'Unione europea non digerisce che si utilizzino i nomi delle cultivar per le denominazioni d'origine. E questo il progetto del Comitato promotore per l'Oliva Taggiasca Dop, costituitosi il 14 giugno 2016, che vede tra i principali sostenitori alcune industrie oltre che le associazioni Coldiretti e Cia delle province di Savona e Imperia. Il Comitato promotore, col beneplacito del ...
  • 13 Settembre 2016

    Dalla Sicilia la Pesca di Leonforte IGP che matura sugli alberi in sacchetto

    La Pesca di Leonforte IGP matura più tardi delle altre pesche, da settembre a metà novembre e ogni frutto cresce sugli alberi protetto da un sacchetto di carta per evitare il flagello della mosca mediterranea. E'  un prodotto di nicchia, di grande qualità che si caratterizza per le sue proprietà organolettiche, profumatissima, di colore giallo intenso con la polpa soda e dolce e per la quasi totale assenza di residui tossici. La pesca di Leonforte non è una ma tante antiche varietà locali. La produzione media annua è di 400 tonnellate, di cui solo la metà o meno è destinata a ...
  • 12 Settembre 2016

    Fontina DOP: sperimentazione tecnica sul prodotto

    La Fontina DOP nei sette alpeggi d'alta quota coinvolti in Valle d'Aosta è stata prodotta senza integrare l'alimentazione delle bovine con mangimi e utilizzando fermenti autoctoni. Nel corso della prova, che ha visto la produzione di circa mille forme di Fontina DOP, gli alpeggi sono stati monitorati dall'Arpav (Association régionale des Propriêtaires d'Alpages Vallee d'Aoste, che ha ideato questa iniziativa di valorizzazione) e dai tecnici delle strutture che hanno collaborato all'attuazione (l'Assessorato regionale dell'Agricoltura, l'Institut Agricole Régional, il Consorzio Produttori ...