News & Approfondimenti

  • 7 febbraio 2019

    Good health for Italian certified f&v productions

    L'economia delle DOP, IGP E STG del 2018 è in piena salute: vale 15,2 miliardi di euro e pesa del 18% sull'agroalimentare italiano. Questa è vivace fotografia scattata del rapporto Ismea-Qualivita. L'ortofrutta, alla lente d'ingrandimento, registra le sue difficoltà. Il comparto ortofrutticolo ha visto arricchire le sue IGP con l'aggiunta del Marrone di Serino IGP, in Campania, e svetta tra le IG con 112 prodotti certificati in crescita del 2%. Il comparto occupa 18.829 addetti su un totale di 83695 operatori IG, detiene il 37% dei riconoscimenti e rappresenta il 4% del valore di produzione e il 5% dell'export. La prima regione per valore alla produzione resta il Trentino (nonostante il calo del 26,2%), incalzata da una Sicilia in crescita del 14,2% e da un Piemonte al +36,3%. Tuttavia, in un quadro sostanziale di stabilità, la produzione dell'ortofrutta appare in frenata del 5,9%, un dato che si riflette anche sul valore della produzione.   Fonte: www.freshpo...
  • 7 febbraio 2019

    Tuttofood apre alla tecnologia Blockchain

    Tuttofood, l'esposizione biennale dell'agroalimentare di Fiera Milano - apre alla tecnologia blockchain, varando un'area apposita, denominata Tuttodigital, in cui saranno raccontate le eccellenze del food-tech; la sezione sarà operativa già dall'edizione 2019 di Tuttofood, che si terrà a Fiera Milano dal 6 al 9 Maggio prossimi. Al centro del progetto c'è Blockchain Plaza, un'arena organizzata in collaborazione con aziende come Amazon Web Services (AWS), CSQA Certificazioni, GS1 Italy, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ChoralChain (a division of Euranet), Tech Data Italia, Becker LLC, Infocert, che si focalizzerà sulle potenzialità della nuova tecnologia nell'ambito dell'authentication, ovvero l'utilizzo della blockchain e del cloud AWS per implementare tracciabilità e rintracciabilità, anti-contraffazione e controllo delle frodi. Fonte: ITALIA OGGI SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 febbraio 2019

    Cioccolato di Modica IGP: rappresenterà l’Italia

    Il Cioccolato di Modica IGP inserito nel ristrettissimo paniere di prodotti italiani di eccellenza che rappresenteranno l'Italia negli incontri internazionali e durante le visite istituzionali. A dichiararlo è stato direttamente il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, in visita al Geographical Indications Kick-Off Meeting, l'incontro dei vertici dei 50 Consorzi di tutela delle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP e IGP, più rappresentativi del Paese e gli organismi di settore italiani ed europei. "Il nostro prodotto - dichiara il sindaco Ignazio Abbate di Modica che ha avuto una interlocuzione con il ministro- rappresenterà all'interno del paniere le eccellenze alimentari del Sud Italia. L'olio identificherà il centro, il vino per il Nord Italia. Un grandissimo onore per Modica".   Fonte: LA SICILIA SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 febbraio 2019

    Riccaboni e la ricchezza dell’agrifood

    Nuovi scenari per Siena che, facendo di necessità virtù, deve imboccare una strada originale. Partendo dai suoi punti forti. E' il messaggio del Forum sulle denominazioni geografiche tenutosi al Santa Maria della Scala il 4 e il 5 Febbraio 2019. «Bisogna lavorare e spingere sui settori dove ci sono competenze ed eccellenze. L'agrifood qui ha le sue basi e le espressioni più alte: Siena è la città del vivere bene e sano, con una reputazione internazionale che fa perno sullo stile le di vita, sull'agricoltura e le sue eccellenze». Parola di Angelo Riccaboni, presidente Fondazione Prima, promotore del Forum insieme a Fondazione Qualivita e Comune di Siena.   Fonte: LA NAZIONE SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 febbraio 2019

    Bulot de la Baie de Granville IGP, iscrizione denominazione – GUUE L 35

    FRANCIA - Iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette Bulot de la Baie de Granville IGP - Classe 1.7. Pesci, molluschi, crostacei freschi e prodotti derivati Fonte: GUUE L 35 del 07/02/2019
  • 7 febbraio 2019

    Rucola della Piana del Sele: avvio all’iter per il riconoscimento dell’IGP

    Negli anni'80 è stata il simbolo del craxismo: rucola e bresaola o rucola e grana era il piatto di una Italia, finalmente sfamata, che iniziava a mettersi a dieta. Ha resistito a tutte le mode, tanto da presentarsi ieri a Berlino con la richiesta di marchio IGP. Se l'Unione Europea darà semaforo verde al dossier presentato dal ministero dell'Agricoltura, la Rucola della Piana del Sele IGP si collocherà al terzo posto come fatturato tra i marchi Ue, con 850 milioni, subito alle spalle del Grana Padano (1300 milioni) e del Parmigiano (1200 milioni). La Piana del Sele bussa dunque alle porte della Ue capitana dal presidente della Coldiretti Salerno Vito Busillo: la realtà di una agricoltura moderna, capace di essere competitiva nel mondo globalizzato, con ben 3600 ettari divisi da 430 aziende di cui oltre il 60% guidate da giovani. Fonte: IL MATTINO SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 febbraio 2019

    Playies Paikou IGP, domenda di modifica disciplinare – GUUE C 49

    GRECIA - Pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea di una domanda di modifica del disciplinare di una denominazione del settore vitivinicolo di cui all’articolo 105 del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio Πλαγιές Πάικου - Playies Paikou IGP - 1. Vino Fonte: GUUE C 49 del 07/02/2019
  • 6 febbraio 2019

    Il ministro Centinaio: “‘Siena può essere un traino per l’Italia”

    La due giorni del convegno "La Toscana delle qualità", organizzato dalla Fondazione Qualivita, che ha animato il Santa Maria della Scala. È stata un successo. La sala San Pio dell'ex ospedale ha richiamato lunedì molti senesi, accorsi in Piazza Duomo perché interessati agli argomenti trattati sulle eccellenze agroalimentari del territorio. Ieri a prendere parte all'iniziativa sono stati gli imprenditori del settore e gli addetti ai lavori, provenienti da varie zone del Paese e anche dall'estero. I membri dei consorzi del vino e gli imprenditori del settore agroalimentare hanno ascoltato l'intervento del ministro dell'agricoltura e del turismo Gian Marco Centinaio, arrivato a Siena appositamente per questa occasione. Ha utilizzato belle parole per Siena: "Questa è una realtà - ha detto - molto importante per il settore agroalimentare e va tenuta in forte considerazione. I prodotti enogastronomici sono di alta qualità, sono noti e apprezzati in tutto il mondo. ...
  • 6 febbraio 2019

    Centinaio, è importante il ruolo dei consorzi tutela per lo standard dei prodotti alimentari

    SIENA - "Il fatto che i nostri prodotti siano tra i più copiati al mondo vuol dire che a livello di storia, qualità e controlli siamo sopra la media mondiale". Lo ha detto a Siena, a margine del forum Qualivita sulle denominazioni geografiche, il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. "In questo momento - ha aggiunto il ministro - il ruolo dei consorzi di tutela è importante perché mantengono quello standard qualitativo che viene richiesto in giro per il mondo". "L'Italian sounding esiste quando non esiste l'Italian original - ha concluso Centinaio - e quindi quello che dobbiamo fare è una migliore promozione del sistema Italia in giro per il mondo". Fonte: ANSA.it SCARICARE ARTICOLO COMPLETO
  • 6 febbraio 2019

    A maggio la vetrina dei giovani agricoltori

    Tutto da definire, ma il risultato della due giorni al Santa Maria della Scala non è da sottovalutare. Effetto di una riunione riservata, un colloquio a quattro, nelle stanze affrescate dell'antico Ospedale. Dopo l'intervento sul palco, il ministro Gian Marco Centinaio si è appartato con il sindaco De Mossi, con Mauro Rosati, regista dell'evento e direttore di Qualivita, e con Angelo Riccaboni, presidente della Fondazione Prima. Argomento, come rendere strutturale la vocazione all'agroalimentare e al turismo di Siena, coniugando cibo e arte, vino e architettura, gusto e bellezza. In una sorta di percorso plurisensoriale che è la nuova frontiera per attirare investitori e visitatori. Lo stesso ministro ha tenuto a rimarcare che «una percentuale sempre crescente di turisti sceglie l'Italia per i prodotti tipici e segue itinerari sia artistici che eno-gastronomici, uscendo dal solito tour Roma-Venezia-Firenze-Pompei». Siccome Siena è una tappa cruciale nella nuova mappa ...
  • 6 febbraio 2019

    La capitale dell’Italia di qualità. Il ministro Centinaio e l’evento sui giovani agricoltori

      Il ministro Centinaio al Forum Qualivita: «Siena testimonial per enogastronomia e arte». Quando il ministro per le politiche agricole Gian Marco Centinaio, prende la parola al Forum promosso dalla Fondazione Qualivita sulle denominazioni geografiche, cinquanta presidenti e dirigenti dei consorzi di tutela sono già sfilati sul palco, lanciando ognuno la propria idea di promozione e salvaguardia. Per questo diventa quasi beffardo quell'invocazione del ministro di «parlare con una voce sola» quando si vuole promuovere l'enogastronomia dell'Italia. «Siamo a un punto di svolta. Dobbiamo essere più incisivi nella promozione del nostro Paese - afferma Centinaio -. Qualcuno si accontenta di aver toccato i 42 miliardi di euro di esportazioni per l'agroalimentare. Ma se guardo ai 60 miliardi che esporta la Germania, ritengo che l'Italia possa fare ancora di più. Cosa abbiamo noi meno della Germania? Come possiamo essere solo il quinto esportatore di vino in ...
  • 6 febbraio 2019

    Una cabina di regia per i consorzi di tutela

    Cabina di regia unica, interlocutore unico, semplificazione delle procedure. Sono le esigenze avanzate dai consorzi di tutela delle indicazioni geografiche (IG), riuniti a Siena per il Geographical Indications Kick-Off Meeting. Organizzato dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con Aicig, Federdoc, OriGIn, Origen España (Spagna), Prima Foundation e Inao (Francia), l'iniziativa ha messo a confronto le esperienze delle indicazioni geografiche con l'obiettivo di esaminare gli sviluppi futuri del settore e l'agenda internazionale, in vista della nuova Politica agricola comune europea. «L'incontro ha portato i consorzi alla consapevolezza di dover affrontare insieme le sfide dei mercati con pochi obiettivi, ma chiari», ha spiegato a Italia Oggi, Mauro Rosati direttore generale della Fondazione Qualivita. Fonte: Italia Oggi SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 5 febbraio 2019

    “Geographical Indications Kick-Off Meeting” a Siena il 5 Febbraio 2019

    Il Meeting -  Martedì 5 febbraio 2019, a Siena, si terrà il Geographical Indications Kick-Off Meeting è un incontro tecnico, organizzato dalla Fondazione Qualivita in collaborazione con Aicig, Federdoc, Prima, Inao, Origen España, OriGIn e con il patrocinio del Comune di Siena, che mette a confronto le esperienze dei Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche per definire una nuova proposta strategica a supporto dello sviluppo del settore nel contesto nazionale ed europeo. L'iniziativa è riservata solo agli operatori del settore (consorzi di tutela, organizzazioni di produttori, regioni, ministero ed enti strettamente collegati al mondo delle DOP IGP) che potranno intervenire su cinque temi centrali per lo sviluppo del comparto. #QualivitaKickOff #QualivitaForum  La Location Siena - Santa Maria della Scala Il più grande spazio museale e culturale d’Italia, uno dei più grandi d’Europa. 370 mila metri cubi, 40 mila metri quadri. Luogo suggestivo, con una ...
  • 5 febbraio 2019

    Ministro Centinaio: “DOP IGP nel mondo con un sistema unico frutto del dialogo con i Consorzi”

    A Siena oltre 50 Consorzi IG elaborano un documento strategico per lo sviluppo delle tematiche centrali di settore da consegnare alle istituzioni internazionali. Si è svolto oggi  l’evento tecnico organizzato dalla Fondazione Qualivita e dedicato al confronto tra Consorzi di tutela delle Indicazioni Geografiche italiane e internazionali per definire una nuova proposta strategica a supporto dello sviluppo del settore nel contesto nazionale ed europeo, nell’ambito di cinque tematiche oggetto dell'agenda dei lavori odierni: dal nuovo patto con i consumatori e le comunità locali, all'evoluzione della governance, passando dalla nuova PAC e dalla sostenibilità fino ad arrivare al tema tutela e accordi internazionali. Protagonista dell'incontro, il Ministro delle politiche agricole e del turismo a Gian Marco Centinaio, che durante il suo intervento ha ribadito la necessità di un impegno unico per "garantire la qualità e essere più incisivi nella promozione nel ...
  • 4 febbraio 2019

    Convegno “La Toscana delle qualità” a Siena il 4 febbraio 2019

    Il giorno 4 Febbraio 2019 si svolgerà a Siena, un evento pubblico, dedicato alla cultura della qualità in Toscana, organizzato dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con la Regione Toscana e il Comune di Siena. Tutte le produzioni agroalimentari e vitivinicole toscane DOP e IGP saranno protagoniste della giornata per testimoniare il loro forte legame con alcune delle grandi tematiche di sviluppo del territorio: ambiente, cultura, turismo, cucina, benessere e innovazione. L'iniziativa che avrà inizio alle ore 16.00 si terrà nel prestigioso complesso museale Santa Maria della Scala di Siena in Piazza Duomo e sarà aperta al pubblico iscritto tramite il modulo sottostante fino ad esaurimento dei posti. ISCRIVITI ALL'EVENTO [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
  • 4 febbraio 2019

    Siena: le eccellenze food&wine della Toscana aprono la due giorni senese

    “Ritorniamo a Siena da dove siamo partiti nel 2000” è il commento di Mauro Rosati direttore generale Fondazione Qualivita”  in apertura del pomeriggio di lavori dedicato alla cultura agroalimentare e vitivinicola toscana, un evento in tre momenti: convegno, tavola rotonda ed esposizione delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole DOP IGP regionali. “ Siamo  tornati nell'imponente complesso museale Santa Maria della Scala per raccontare una nuova storia – aggiunge Rosati -.  In questi anni il mondo del food ha assunto un ruolo molto diverso, il cibo si è legato sempre più al territorio. Noi avevamo scommesso seguendo l’idea dell’Enoteca italiana, seguendo l’intuizione del mondo del vino che aveva iniziato a raccontarsi negli anni ’30. Oggi si è riunito a Siena tutto il mondo agroalimentare  e vitivinicolo di eccellenza della Toscana. I Consorzi di tutela toscani e i numerosi   esperti presenti oggi al Santa Maria della Scala  hanno riaffermato ...