Articoli Stampa

  • 5 Settembre 2019

    A Bologna dal 6 al 9 settembre il 31° SANA Salone internazionale del biologico e del naturale

    SANA è sempre più attualità, studio, informazione, approfondimento. Quest'anno gli argomenti toccheranno temi molto sensibili, che riguardano milioni di persone. Al SANA Academy, il contenitore culturale della manifestazione, sabato 7 e domenica 8 si parlerà di intolleranze e allergie alimentari, con focus specifici su celiachia, integratori che contengono botanicals e le loro interazioni con farmaci e alimenti; infine, nel terzo e ultimo incontro, si parlerà dell'utilizzo di sottoprodotti della filiera alimentare per far nascere altri prodotti utili alla salute umana. Sei padiglioni, ...
  • 5 Settembre 2019

    Il San Daniele conquista Canada e Giappone L’export cresce del 2%

    SAN DANIELE. Cresce l'export del prosciutto crudo di San Daniele che da gennaio a giugno 2019 ha registrato un incremento del 2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Positivo l'andamento delle esportazioni extra europee cresciute del 10% grazie ai risultati di Canada e Giappone. «Un trend di crescita interessante - è quanto evidenziato dal Consorzio -, che conferma sempre più l'apprezzamento di un'eccellenza dell'agroalimentare made in Italy quale la Dop San Daniele nei mercati internazionali». Per quanto riguarda le esportazioni verso i Paesi dell'Unione europea, si ...
  • 5 Settembre 2019

    Festival del Prosciutto di Parma DOP, esperti a confronto sulle eccellenze

    Si aprirà domani a Langhirano la 22esima edizione del Festival del Prosciutto di Parma: tre giorni di iniziative per parlare di una Dop simbolo dell`eccellenza del made in Italy alimentare nel mondo, per promuovere antiche tradizioni e un «saper fare» che si tramandano di generazione in generazione. Nel giorno di apertura, il Festival del Prosciutto di Parma ospita il workshop «DOP Economy»: l`appuntamento è per le 16 a Langhirano, nella sala Pellegrino Riccardi, in piazza Ferrari. Tema del convegno è la centralità, per l`economia italiana, del settore agroalimentare: come emerge ...
  • 29 Agosto 2019

    Il Parmigiano Reggiano DOP fa causa alla Kraft food

    Il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha depositato, nei giorni scorsi, il ricorso contro la multinazionale Kraft Foods Group Brands LLC che sta tentando di ottenere la registrazione del Kraft Parmesan cheese come marchio ufficiale in Nuova Zelanda. Lo annuncia, in una nota, il presidente del Consorzio Nicola Bertinelli ricordando che «da oltre 20 anni ha registrato il marchio del Re dei formaggi in Nuova Zelanda e con questa azione punta a tutelare l'interesse dei produttori della DOP dal tentativo di registrazione che sarebbe contro la legge, e dannoso per i consumatori neozelandesi e per i ...
  • 27 Agosto 2019

    Panforte, Ricciarelli e Cantuccini. Il meglio di Siena sbarca a Eataly

    Gusto, tradizioni ed eccellenze senesi in una grande vetrina internazionale. Il Chianti Classico DOP, Il Panforte di Siena IGP, I Ricciarelli di Siena IGP, l’Olio Toscano IGP, I Cantucci Toscani IGP sono tra le specialità che, dalla provincia di Siena, si uniranno al concerto di sapori unico, in programma a fine agosto a FICO Eataly World di Bologna, con oltre 40 specialità DOP e IGP per "Identità d’origine". DOP e IGP dall’Italia e dall’Europa: un incontro internazionale e tre giorni di rassegna-mercato, degustazioni ed eventi sulle specialità DOP e IGP, per conoscere e ...
  • 26 Agosto 2019

    Patata del Fucino IGP, il Consorzio di tutela fissa il prezzo minimo

    L’osservatorio permanente per la tutela e valorizzazione delle Patate del Fucino IGP, con la partecipazione del CDA e di tutti i confezionatori soci del consorzio (Ampp, Torti, Angelucci, F.lli Cambise, Coop.va La Serra, La Campagnola e Sielca 2), nell’incontro del 23 agosto, ha confermato per le Patate del Fucino IGP, certificate alla produzione, franco magazzino dei condizionatori cernite e calibrate, un prezzo minimo in €/kg di 0,35. Lo comunica il direttore del consorzio di tutela IGP Patata del Fucino, Mario Nucci. “Nel valutare positivamente la fase dell’inizio della ...
  • 2 Agosto 2019

    La Corte di Appello riconosce il marchio “cacio romano”

    La Corte di Appello sancisce che i due prodotti cacio romano e Pecorino Romano sono diversi tra di loro e che il formaggio generico può così tornare a utilizzare la denominazione «romano». Così si può sintetizzare la sroprendente sentenza ottenuta dalla società «Formaggi Boccea srl» che nella giornata di ieri si è vista riconoscere dalla Corte d`Appello di Roma il diritto ad utilizzare per i propri prodotti caseari il marchio «cacio romano» che, secondo i giudici, non può essere confuso col «Pecorino Romano DOP» - tutelato dal Consorzio nato nel 1979 in Sardegna. Smentita ...
  • 1 Agosto 2019

    Vendemmia, al via le stime unificate

    Si chiude la stagione dei "balletti di cifre" sulle stime della vendemmia in Italia. Da quest`anno, per la prima volta dopo decenni, Ismea e Unione italiana vini da un lato e Assoenologi dall'altro, e organizzazioni che storicamente redigono due distinti outlook sulla produzione divino in Italia, comunicheranno un'unica previsione sulla vendemmia. E lo faranno in un incontro pubblico al Ministero delle Politiche agricole a Roma il prossimo 4 settembre. La novità che a molti potrebbe sembrare una tecnicalità da addetti ai lavori in realtà è importante. Perché il rincorrersi di più ...
  • 1 Agosto 2019

    Provolone del Monaco DOP contraffatto, sequestri nel Nolano

    Era preincartato, senza l’ etichetta con i loghi ministeriali ed europei afferenti la denominazione di origine protetta e privo di indicazioni che ne consentissero la tracciabilità. Così una nota catena di supermercati in provincia di Napoli, nel Nolano, presentava nel banco dei formaggi quello che offriva ai clienti come Provolone del Monaco DOP. Lo hanno scoperto i carabinieri forestali che al titolare hanno elevato una contravvenzione di circa 6 mila euro. "Doveroso ringraziare i militari dell’Arma che hanno condotto a termine l’operazione – ha dichiarato il presidente del ...
  • 31 Luglio 2019

    Riconoscimento IGP olio di Puglia, la domanda passa all’UE

    Pubblicata in Gazzetta Europea la domanda di registrazione della denominazione comunitaria IGP Olio di Puglia, riservata all'olio extravergine di oliva ottenuto da olive provenienti delle seguenti cultivar nazionali a prevalente diffusione regionale: Cellina di Nardo`, Cima di Bitonto (o Ogliarola Barese, o Ogliarola Garganica), Cima di Melfi, Frantoio, Ogliarola salentina (o Cima di Mola), Coratina, Favolosa (o Fs-17), Leccino, Peranzana, presenti negli oliveti da sole o congiuntamente, in misura non inferiore al 70%. Lo hanno reso noto Coldiretti Puglia e Unaprol ricordando che il ...
  • 31 Luglio 2019

    Consorzio tutela vini Valpolicella, via libera della regione per lo stop a nuovi vigneti

    Una delle più importanti denominazioni italiane - la più importante del Veneto - ossia Valpolicella DOP (8.200 ettari di vigneto e una produzione complessiva certificata di oltre 60 milioni di bottiglie per un giro d`affari di 600 milioni) blocca gli impianti per 3 anni. La Regione Veneto ha dato via libera alla richiesta del Consorzio di tutela vini Valpolicella per uno stop drastico ai nuovi vigneti per 36 mesi a partire dal 1 agosto. «Richiesta nata con l`obiettivo di riequilibrare il mercato attraverso una gestione controllata della superficie vitata e della relativa capacità ...
  • 31 Luglio 2019

    Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP, ok da IMT per contrassegno di stato

    Voto unanime in favore del contrassegno di Stato per Verdicchio dei Castelli di Jesi DOP, ieri sera nel corso del consiglio di amministrazione dell’Istituto marchigiano di tutela vini (Imt), che ha contestualmente approvato la richiesta di autorizzazione a operare in regime di ‘erga omnes’, ossia a tutela di tutti i produttori, anche quelli non aderenti al consorzio, a partire dal 1 marzo 2020. “Con le deliberazioni del consiglio – ha detto il coordinatore del comitato di gestione della DOP Verdicchio Castelli di Jesi, Michele Bernetti – si avvia la fase 2 per il nostro vino ...
  • 31 Luglio 2019

    Toscana, allarme Miele per i cambiamenti cimatici: crollata la produzione

    Niente miele di acacia sulle tavole e nelle dispense per questo 2019. Almeno non di origine toscana. Produzione azzerata: è l`esito di un disastro di proporzioni nazionali, che vede la Toscana fra le regioni più colpite. Secondo le stime dell`Osservatorio Nazionale sul miele, la Toscana è la seconda regione in Italia per produzione, con oltre 3 mila tonnellate di miele prodotte nel 2018, su di un totale nazionale di circa 23 mila. Si tratta nel complesso di 5300 attività per 123.399 alveari. Numeri che lasciano presupporre l'entità di quest`ennesima stangata, l`ultima di una lunga ...
  • 31 Luglio 2019

    IWSR: il mercato del futuro di vino e alcolici guidato dai cambiamenti economici e sociali

    I consumi globali cambiano ed evolvono, guidati da input e dinamiche di natura assai diversa: tecnologia, economia, ambiente circostante, in questo senso, guideranno anche le scelte dei consumatori ed il loro approccio al beverage ed agli alcolici nei prossimi anni, come racconta l’analisi sugli sviluppi del mercato della birra, del vino, e degli altri alcolici del Global Trends Report dell’IWSR - International Wine and Spirits Research. Prima di tutto, i consumi si fanno sempre più complessi: i nuovi marchi entry level aiuteranno i consumatori ad assecondare la propria curiosità ed ...
  • 30 Luglio 2019

    Radicchio di Chioggia IGP, a rischio la produzione causa maltempo

    «A rischio la produzione di Radicchio di Chioggia IGP del mese di settembre». Le precipitazioni piovose dello scorso fine settimana non hanno procurato danni solo in città. «Sono caduti circa 140 millimetri di pioggia, su un'area, tra Ca' Lino e Isola Verde, di alcune centinaia di ettari - spiega Giuseppe Boscolo Palo, amministratore unico di Chioggia Ortomercato - le piantine trapiantate sono state letteralmente sommerse dall'acqua e si teme, una volta riemerse, che il caldo estivo le porti all'asfissia, pregiudicando il regolare trapianto delle varietà tardive. Anche altre produzioni, ...
  • 29 Luglio 2019

    I limiti del marketing territoriale

    L'Italia possiede un incredibile patrimonio culturale, economico, storico, artistico, paesaggistico, enogastronomico. Fa riflettere come sia pressoché inesistente o primitiva la sua valorizzazione turistica e di marketing territoriale. Ancor peggio, quella diffusa assenza di sensibilità e incapacità delle amministrazioni pubbliche nel favorire il proprio patrimonio culturale in dialogo con le imprese locali. Chiunque di noi potrebbe citare decine di casi di incuria con cui veri e propri capolavori territoriali, nel senso più ampio del termine, vengono trascurati o resi sconosciuti se ...