Press Review

  • 20 February 2019

    Il Nizza è Docg: l’Associazione produttori annuncia il riconoscimento dell’Ue

    «Questo è l'ultimo atto di un lungo iter che ha visto come protagonisti tutti i produttori dei Nizza Docg, uniti nella consapevolezza di avere un grande vino, che aveva diritto ad avere una propria denominazione di origine controllata e garantita». Queste le parole con le quali il presidente dell'Associazione produttori dei Nizza, Gianni Bertolino, ha commentato l'appena avvenuta pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea dei riconoscimento comunitario del Nizza docg. «E' stato un percorso lunghissimo - ricorda Bertolino - e forse nessun'altra denominazione italiana ha dovuto attendere così tanto, ma ne è valsa la pena. La Docg Nizza è finalmente arrivata con la vendemmia 2014 e le prime bottiglie sono uscite a partire dal l°luglio del 2016». II riconoscimento dell'Ue (che pone fine al regime di etichettatura transitoria previsto in questi casi) dà ufficialità a un vino già ampiamente riconosciuto dai mercati e molto apprezzato dai consumatori. Ne ...
  • 20 February 2019

    Amazon lancia Prime Now per le Pmi del food

    Nuova partnership fra Amazon e alcune aziende italiane. Si chiama "Start-up e piccoli produttori", ed è il programma legato a Prime Now lanciato dal colosso di Seattle. Si tratta di un'iniziativa dedicata alle aziende italiane dell'agroalimentare costituite da non più di 5 anni, con un fatturato dell'ultimo esercizio inferiore a dieci milioni di euro e che vendono solo prodotti 100% italiani. Il servizio consentirà alle aziende di promuovere e far conoscere le eccellenze alimentari ai clienti Prime di Milano, usufruendo del servizio di consegna di Prime Now in 1 ora o in finestre a scelta di 2 ore, sette giorni su sette. I produttori e le start up che parteciperanno al programma avranno a disposizione tre settimane di presenza su Prime Now nella città di Milano, e un pacchetto marketing per avere visibilità sul sito. Al termine del periodo di visibilità valuterà con Amazon se proseguire. Tra i primi a partecipare al programma che debutta oggi ci sono My Cooking Box, la ...
  • 20 February 2019

    Al via il tour promozionale del Chianti in America Latina

    Una tappa a Cuba e un tour nell'America Latina per poi arrivare nello specifico in Colombia e Perù: il Consorzio Vino Chianti dà il via alla promozione internazionale per il 2019 e annuncia la nuova Chianti Academy Latam nel Sud America dopo l'attivazione in Cina. Il calendario dell'iniziativa, che arriva dopo il successo dell'anteprima `Chianti Lovers' a Firenze con oltre 4mila partecipanti, 150 aziende coinvolte e 400 giornalisti accreditati, prevede che il 22 febbraio il Consorzio e i vini delle aziende associate saranno a L'Avana per il XXI Festival Habanos. Sono previsti per l'evento seminari e incontri con importatori invitati da Messico, Panama, Brasile, Argentina, Perù e Colombia e degustazioni di Chianti formato magnum abbinato alla cucina locale e ai sigari habanos. Dal  26 febbraio è invece in programma a Medellin, in Colombia, il Latam Tour III, con incontri tra operatori e professionisti dei settore che dureranno fino al 1 marzo . Infine dall'1 al 6 marzo il ...
  • 20 February 2019

    Il turismo del cibo è on the road

    Darsi una strategia nazionale che delimiti i contorni e i soggetti abilitati all'esercizio dell'attività di enoturismo; garantire una presenza strutturata sui mercati; far crescere tutta la filiera del turismo enogastronomico. Sono questi i principali obiettivi del Coordinamento nazionale delle Strade del Vino, dell'Olio e dei Sapori che si è riunito nei giorni scorsi a Bologna, al parco agroalimentare Fico, dove ha fissato la propria base operativa. Come spiega il portavoce nazionale Paolo Morbidoni, presidente delle Strade dell'Umbria: «Il progetto del Coordinamento nasce per fare rete tra realtà che condividono i medesimi intenti di promozione turistica e rappresentare una voce sola nel confronto con le istituzioni». Quello che tiene a sottolineare Morbidoni è come «le Strade non rappresentino soltanto cantine, in quanto le cantine sono un modello di promozione non nostro. L'Italia è una filiera fatta di borghi, territorio, paesaggio, prodotti gastronomici e artigian...
  • 19 February 2019

    Verso un nuovo record l’export di Grana Padano

    Si concluderà giovedì la 24° edizione di Gulfood, la più importante fiera dedicata al settore food and beverage nel vicino Oriente e tra le più grandi al mondo, con oltre 5mila espositori provenienti da 193 Paesi, distribuiti su una superficie di un milione di metri quadrati nel World Trade Center di Dubai. Guarda al mercato emiratino, in crescita per il nostro export, anche il Consorzio Tutela Grana Padano che ha partecipato per la sesta volta alla fiera e rappresenta il prodotto DOP più consumato nel mondo. Nel 2018 i caseifici consorziati hanno lavorato 4.932.996 forme. «I dati confortanti raccolti nei primi mesi del 2o18 lasciano supporre che l'export supererà la soglia da primato di 1.799.227 forme raggiunta nel 2017, proseguendo un trend positivo ormai ventennale» ha detto il Presidente del Consorzio di Tutela, Nicola Cesare Baldrighi. «Dobbiamo aprire nuovi mercati -ha aggiunto - guardando soprattutto a Paesi sempre più interessati alle produzioni europee ...
  • 19 February 2019

    Dop, nessuno come i formaggi

    Le Dop casearie occupano sei dei primi quindici posti nella classifica del valore alla produzione, tra cui il primo, il secondo e il quarto. Con 3,9 miliardi su un totale di 15,2 (+2,6% nel 2017 sul 2016), contribuiscono per una quota dei 25, 6% all'economia del segmento dei prodotti tutelati, che diventa il 56% se non si considerano i vini. E sono anche i più social della categoria. Sono numeri che forse non sorprendono gli addetti del settore lattiero-caseario, ma quando a metterli nero su bianco è l'ultimo Rapporto Ismea Qualivita vale comunque la pena sottolineare quanto i formaggi italiani Dop siano importanti per l'economia e l'immagine dell'agroalimentare certificato del nostro Paese. Più in generale, la consueta indagine annuale dell'istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare presieduto da Enrico Corali dice che l'Italia detiene ancora il primato mondiale dei prodotti a denominazione, che nel 2018 conta 822 specialità Dop, lgp, Stg registrate a livello ...
  • 14 February 2019

    Via libera all’accordo commerciale UE-Singapore: coinvolte 190 Indicazioni Geografiche UE

    Via libera dal Parlamento europeo agli accordi di libero scambio e di protezione degli investimenti tra l'Ue e Singapore. L'intesa, che può rappresentare il modello per un ulteriore cooperazione con il Sud-Est asiatico, è stata approvata dalla plenaria dell'Eurocamera a Strasburgo con 425 sì, 186 no e 41 astensioni. L'accordo eliminerà virtualmente tutte le tariffe doganali tra le due parti entro cinque anni, consentendo il libero scambio di servizi, inclusi i servizi bancari al dettaglio, proteggendo i prodotti europei unici e aprendo il mercato degli appalti di Singapore alle imprese dell'Ue che operano, ad esempio, nel settore ferroviario. L'accordo tutelerà circa 190 Indicazioni Geografiche UE, il 25% delle quali italiane. Tra le etichette tutelate nel settore alimentare ci sono l'Aceto Balsamico di Modena IGP, la Mortadella di Bologna IGP, il Prosciutto di Parma DOP e quello Prosciutto di San Daniele DOP, il Gorgonzola DOP, il Grana Padano DOP, la Mozzarella di ...
  • 13 February 2019

    Il Commissario Hogan in Australia promuove il sistema europeo delle IG

    Il Commissario europeo per l' agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan, ha parlato all'apertura del semestre accademico alla prestigiosa "Bond University" australiana , proponendo una panoramica dell'esperienza europea in materia di regolamentazione e promozione dei prodotti a Indicazione Geografica, promuovendo questo approccio pienamente applicabile anche all'Australia. In particolare,  Hogan ha posto l'accento su che cosa significa adottare un sistema IG: l'impegno a fornire ai consumatori informazioni chiare e trasparenti sulle caratteristiche del prodotto che acquistano e consumano, la protezione della proprietà intellettuale dei prodotti, il forte legame con il territorio e di conseguenza la sua valorizzazione, il ripopolamento delle zone rurali e la collaborazione  tra i produttori. "Esiste un chiaro potenziale per estendere la protezione della IG ai prodotti alimentari australiani di alta qualità" afferma il Commissario che, con dati alla mano, ha riportato ...
  • 12 February 2019

    Il presidente del Consorzio del Pecorino Romano DOP: “Occorre una soluzione”

    “Occorre trovare una soluzione, la situazione è fuori controllo. E’ necessario che le autorità intervengano altrimenti la disperazione può portare all’ imprevedibile”. E’ il commento di Salvatore Palitta, presidente del Consorzio di Tutela del Pecorino Romano DOP. Palitta, alla politica chiede una soluzione immediata per la fase di emergenza e una più strutturale per riequilibrare la filiera, ha piegato la soluzione individuata dal Consorzio di Tutela: “Abbiamo previsto un ritiro dal mercato di 20mila quintali di Pecorino Romano DOP per un progetto a lunga stagionatura a cui attribuiremo il marchio ‘Grande riserva’. Un investimento da circa dieci milioni di euro”. Quanto alla protesta degli allevatori, il presidente afferma che il prezzo del latte dovrebbe essere adeguato ai costi. Ma aggiunge: “I due fattori che determinano il prezzo del latte dipendono dalla gestione delle produzioni e dalla gestione delle giacenze. Tutto il resto è filosofia”. ...
  • 11 February 2019

    Dal Meeting Qualivita di Siena le basi per il futuro delle Indicazioni Geografiche d’Italia e d’Europa

    Il “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, promosso a Siena dalla Fondazione Qualivita, insieme ad Aicig, Federdoc, OriGIn, Origen España (Spagna), Prima Foundation e Inao (Francia), ha sottolineato come il futuro delle Indicazioni Geografiche e dei Consorzi che le tutelano abbia bisogno di nuovi strumenti normativi, di un diverso patto fra produzione e territori e della la necessità di un interlocutore istituzionale unico. La vera novità dell’appuntamento senese di Qualivita, è l’aver riunito intorno ad un unico tavolo di lavoro i vertici di oltre 50 Consorzi di Tutela provenienti sia dal mondo del cibo che del vino italiano, aggiungendo la presenza  di rappresentanti istituzionali legati al mondo delle indicazioni geografiche provenienti da Francia, Spagna,  Portogallo, Giappone e Norvegia, per affrontare anche temi legati all’Europa e  sottolineare l’importanza che hanno gli accordi bilaterali per la tutela delle IG. “Serve una strategia di sistema ...
  • 8 February 2019

    A Siena la Biennale del cibo

    Siena è pronta a lanciare la Biennale del Cibo. L'idea del sindaco di Siena, Luigi De Mossi, vuole essere un evento mondiale per coinvolgere tutta la filiera di produzione, turismo agroalimentare ed enogastronomico. Non è utopia. Lo dimostra la due giorni al Santa Maria della Scala, per il  “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, organizzata dalla Fondazione Qualivita, dedicati ai Consorzi di Tutela delle Indicazioni Geografiche italiane e internazionali per definire una nuova proposta strategica a supporto dello sviluppo del settore nel contesto nazionale ed europeo. "Sono stati due giorni importanti - spiega il direttore di Qualivita, Mauro Rosati - abbiamo riportato a Siena una discussione sull'agroalimentare e sul futuro di questo settore. La qualità che viene dai territori è ormai l'elemento importante dell'economia agricola. A livello internazionale abbiamo iniziato a condividere con i Consorzi di Tutela un percorso nuovo per arrivare a definire gli ...
  • 7 February 2019

    Good health for Italian certified f&v productions

    L'economia delle DOP, IGP E STG del 2018 è in piena salute: vale 15,2 miliardi di euro e pesa del 18% sull'agroalimentare italiano. Questa è vivace fotografia scattata del rapporto Ismea-Qualivita. L'ortofrutta, alla lente d'ingrandimento, registra le sue difficoltà. Il comparto ortofrutticolo ha visto arricchire le sue IGP con l'aggiunta del Marrone di Serino IGP, in Campania, e svetta tra le IG con 112 prodotti certificati in crescita del 2%. Il comparto occupa 18.829 addetti su un totale di 83695 operatori IG, detiene il 37% dei riconoscimenti e rappresenta il 4% del valore di produzione e il 5% dell'export. La prima regione per valore alla produzione resta il Trentino (nonostante il calo del 26,2%), incalzata da una Sicilia in crescita del 14,2% e da un Piemonte al +36,3%. Tuttavia, in un quadro sostanziale di stabilità, la produzione dell'ortofrutta appare in frenata del 5,9%, un dato che si riflette anche sul valore della produzione.   Fonte: www.freshpo...
  • 7 February 2019

    Tuttofood apre alla tecnologia Blockchain

    Tuttofood, l'esposizione biennale dell'agroalimentare di Fiera Milano - apre alla tecnologia blockchain, varando un'area apposita, denominata Tuttodigital, in cui saranno raccontate le eccellenze del food-tech; la sezione sarà operativa già dall'edizione 2019 di Tuttofood, che si terrà a Fiera Milano dal 6 al 9 Maggio prossimi. Al centro del progetto c'è Blockchain Plaza, un'arena organizzata in collaborazione con aziende come Amazon Web Services (AWS), CSQA Certificazioni, GS1 Italy, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ChoralChain (a division of Euranet), Tech Data Italia, Becker LLC, Infocert, che si focalizzerà sulle potenzialità della nuova tecnologia nell'ambito dell'authentication, ovvero l'utilizzo della blockchain e del cloud AWS per implementare tracciabilità e rintracciabilità, anti-contraffazione e controllo delle frodi. Fonte: ITALIA OGGI SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 February 2019

    Cioccolato di Modica IGP: rappresenterà l’Italia

    Il Cioccolato di Modica IGP inserito nel ristrettissimo paniere di prodotti italiani di eccellenza che rappresenteranno l'Italia negli incontri internazionali e durante le visite istituzionali. A dichiararlo è stato direttamente il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, in visita al Geographical Indications Kick-Off Meeting, l'incontro dei vertici dei 50 Consorzi di tutela delle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP e IGP, più rappresentativi del Paese e gli organismi di settore italiani ed europei. "Il nostro prodotto - dichiara il sindaco Ignazio Abbate di Modica che ha avuto una interlocuzione con il ministro- rappresenterà all'interno del paniere le eccellenze alimentari del Sud Italia. L'olio identificherà il centro, il vino per il Nord Italia. Un grandissimo onore per Modica".   Fonte: LA SICILIA SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 February 2019

    Riccaboni e la ricchezza dell’agrifood

    Nuovi scenari per Siena che, facendo di necessità virtù, deve imboccare una strada originale. Partendo dai suoi punti forti. E' il messaggio del Forum sulle denominazioni geografiche tenutosi al Santa Maria della Scala il 4 e il 5 Febbraio 2019. «Bisogna lavorare e spingere sui settori dove ci sono competenze ed eccellenze. L'agrifood qui ha le sue basi e le espressioni più alte: Siena è la città del vivere bene e sano, con una reputazione internazionale che fa perno sullo stile le di vita, sull'agricoltura e le sue eccellenze». Parola di Angelo Riccaboni, presidente Fondazione Prima, promotore del Forum insieme a Fondazione Qualivita e Comune di Siena.   Fonte: LA NAZIONE SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 7 February 2019

    Rucola della Piana del Sele: avvio all’iter per il riconoscimento dell’IGP

    Negli anni'80 è stata il simbolo del craxismo: rucola e bresaola o rucola e grana era il piatto di una Italia, finalmente sfamata, che iniziava a mettersi a dieta. Ha resistito a tutte le mode, tanto da presentarsi ieri a Berlino con la richiesta di marchio IGP. Se l'Unione Europea darà semaforo verde al dossier presentato dal ministero dell'Agricoltura, la Rucola della Piana del Sele IGP si collocherà al terzo posto come fatturato tra i marchi Ue, con 850 milioni, subito alle spalle del Grana Padano (1300 milioni) e del Parmigiano (1200 milioni). La Piana del Sele bussa dunque alle porte della Ue capitana dal presidente della Coldiretti Salerno Vito Busillo: la realtà di una agricoltura moderna, capace di essere competitiva nel mondo globalizzato, con ben 3600 ettari divisi da 430 aziende di cui oltre il 60% guidate da giovani. Fonte: IL MATTINO SCARICA ARTICOLO COMPLETO