Tag: Unione Europea

  • 6 December 2019

    Rettifica alla presentazione e all’etichettatura e all’uso delle denominazioni delle bevande spiritose – GUUE LI 316

    UNIONE EUROPEA - Rettifica del regolamento (UE) 2019/787 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 aprile 2019 relativo alla definizione, alla designazione, alla presentazione e all’etichettatura delle bevande spiritose, all’uso delle denominazioni di bevande spiritose nella presentazione e nell’etichettatura di altri prodotti alimentari, nonché alla protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose e all’uso dell’alcole etilico e di distillati di origine agricola nelle bevande alcoliche, e che abroga il regolamento (CE) n. 110/2008. Fonte: GUUE LI 316 del ...
  • 2 December 2019

    Indicazioni Geografiche Indonesia, avviso di consultazione – GUUE C 405

    EUROPA - Avviso di consultazione pubblica Indicazioni geografiche proposte dall’Indonesia ai fini della protezione nell’Unione europea Fonte: GUUE C 405 del 02/12/2019
  • 29 November 2019

    De Castro: contro dazi USA piano promozione straordinario per agroalimentare

    "È più che mai urgente lanciare un vero e proprio piano di promozione straordinario per il nostro agroalimentare, con interventi nuovi, diretti anche alle catene distributive, per contrastare le nuove barriere tariffarie Usa, sulle nostre eccellenze alimentari". Lo ha proposto Paolo De Castro, coordinatore S&D alla commissione Agricoltura del Parlamento europeo, intervenendo alla sessione plenaria dell'Assemblea, che oggi ha approvato a larghissima maggioranza la 'Risoluzione sulle misure per affrontare l'impatto sull'agricoltura europea della sentenza Wto sulla controversia Airbus' di ...
  • 28 November 2019

    Italia, vicino il riconoscimento di una nuova IG: il Cappero delle Isole Eolie DOP

    Pubblicata questa mattina sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (GUUE) la domanda di registrazione di una nuova Indicazione Geografica italiana, il Cappero delle Isole Eolie DOP - classe 1.3 ortofrutticoli e cereali. La pubblicazione, stadio precedente il riconoscimento come nuova DOP, conferisce il diritto di opporsi alla domanda entro tre mesi dalla data della presente pubblicazione (Articolo 51 del regolamento (UE) n. 1151/2012). Prosegue quindi l’iter di questa eccellenza siciliana, la cui zona di produzione ricade nel Comune di Lipari con le isole di Lipari, Vulcano, ...
  • 26 November 2019

    Dalla Terra alla Tavola, Paolo De Castro: “necessaria una seria Politica Agricola Comune”

    Si fa presto a dire Pac. Perché dietro questo acronimo con quasi 60 anni di storia (è stata varata nel 1962), la Politica Agricola Comune rappresenta oggi più che mai la prima politica dell'Unione europea: in termini di bilancio, visto che assorbe circa il 37% del budget comunitario con oltre 54 miliardi di aiuti erogati l'anno (circa 7 miliardi per l'Italia), ma prima ancora per la coesione che genera tra agricoltura e società. Sintesi del lavoro di 11 milioni di aziende agricole e 22 milioni di persone che lavorano regolarmente nel settore (fonte Ue), garantendo una grande varietà e ...
  • 22 November 2019

    Amatriciana Tradizionale STG, pubblicata la domanda di registrazione: vicino il riconoscimento dell’UE

    La sua specificità è tutta "legata agli ingredienti impiegati e al metodo specifico di preparazione utilizzato tradizionalmente nel comprensorio dei Monti della Laga, dai quali la preparazione trae origine", ecco perché un piatto storico del Centro Italia, divenuto simbolo dopo il terremoto, si appresta a ottenere il riconoscimento definitivo dall'Unione Europea. La Commissione europea ha infatti pubblicato oggi, sulla Gazzetta Ufficiale dell'Ue, la domanda di registrazione della Amatriciana Tradizionale STG con il disciplinare di produzione. Da oggi, secondo la normativa ...
  • 21 November 2019

    L’Italia ha chiesto alla Commissione il ripristino dei dazi sul riso Japonica birmano

    Nell’ambito del recente Consiglio dei ministri europei dell’agricoltura la Ministra Bellanova, accogliendo le istanze formulate nel Terzo Forum dal settore del riso dell’Unione europea, ha chiesto alla Commissione europea di ripristinare i dazi per il riso lavorato di tipo Japonica proveniente dal Myanmar. Nel proprio intervento la Ministra ha evidenziato come nella campagna 2018/2019 le importazioni nell’Unione europea di riso lavorato Japonica dal Myanmar siano più che triplicate rispetto alla campagna precedente, essendo passate da 27.000 a circa 86.000 tonnellate. La ...
  • 21 November 2019

    Boom made in Italy in Gran Bretagna: una campagna europea al servizio della qualità DOP IGP

    I consumatori italiani ed europei si dimostrano sempre più interessati all'acquisto di prodotti con certificazioni di qualità e provenienza. Il 2019 ha segnato il record storico di esportazioni di formaggi Made in Italy con un aumento del +14% rispetto al 2017, capofila i formaggi DOP e IGP. La produzione stimata di vino italiano nel 2019, nonostante un calo del 16% dovuto agli squilibri climatici, arriverà a 46 milioni di ettolitri, confermando l’Italia primo produttore al mondo di vino. Riguardo ai consumi, i vini DOC, DOCG e IGT sono i più acquistati dagli italiani. Degli oli di ...
  • 20 November 2019

    Cina, sgambetto UE al Parmigiano Reggiano DOP

    «In Cina siamo già tutelati dalla legislazione interna; il negoziato chiuso dalla Commissione europea con Pechino, invece, non ci difende dalla concorrenza sleale del falso Parmigiano Reggiano, il parmesan»: raggiunto da ItaliaOggi per un primo riscontro sull'impatto dei dazi negli States, Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano DOP, rivela un paradosso che, nella migliore delle ipotesi, ha del «tafazziano». Il nodo del contendere è il recente accordo tra Bruxelles e Pechino di libero scambio e per la reciproca tutela sui mercati interni di cento ...
  • 18 November 2019

    La Regione Liguria chiede più spazio per i vigneti

    Un territorio fragile che ha bisogno di cure costanti e che può trovare una sua redditività nell'impianto di vigneti. Ma secondo la legislazione dell'Unione Europea, ogni anno può essere concesso soltanto l'1% rispetto alla superficie già coltivata con uva da vino. Nel caso della Liguria, questo limite può costituire un disincentivo agli investimenti in imprese già piccole e che si trovano in territori già difficilmente coltivabili come i terrazzamenti collinari. In più a volte sulle «fasce» si trovano degli ulivi non curati e abbandonati, dal basso valore produttivo. Ma anche ...
  • 5 November 2019

    OriGIn EU incontra il Parlamento Europeo sul tema Indicazioni Geografiche

    Fondazione Qualivita parteciperà all'evento organizzato da OriGIn EU oal Parlamento europeo martedì 5 novembre dalle 18.30 alle 20.30. L'obiettivo sarà presentare l'organizzazione che raccoglie le principali rappresentanze delle produzioni ad Indicazione Geografica europee e le priorità che emergono dalle filiere ai deputati UE. Un evento organizzato con la collaborazione dei deputati Paolo De Castro, Mme Tolleret e Mme Sander da sempre impegnati sul tema delle produzioni IG europee. Agenda of oriGIn EU meeting - ore 11, sede regione Emilia Romagna, rue Montoyer 21, incontro Origin ...
  • 24 October 2019

    Accordo di Lisbona sulle Denominazioni di Origine e le Indicazioni Geografiche

    UNIONE EUROPEA - Regolamento (UE) 2019/1753 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2019 relativo all’azione dell’Unione a seguito della sua adesione all’atto di Ginevra dell’accordo di Lisbona sulle denominazioni di origine e le indicazioni geografiche. Ai fini del presente regolamento, il termine «indicazioni geografiche» comprende le denominazioni di origine ai sensi dell’Atto di Ginevra, incluse le denominazioni di origine ai sensi dei regolamenti (UE) n. 1151/2012 e (UE) n. 1308/2013, così come le indicazioni geografiche ai sensi dei regolamenti (UE) n. ...
  • 23 October 2019

    Le IG non si toccano: la presa di posizione di Origin Italia su dazi e tutela internazionale

    Dazi aggiuntivi per 117 milioni di euro (fonte: ICE) si profilano per i prodotti italiani DOP ed IGP sul mercato americano, in virtù della guerra dei dazi avviata dagli Stati Uniti nei confronti di ben 93 Indicazioni Geografiche Europee ed entrata in vigore lo scorso 18 ottobre. Questo l’argomento della conferenza stampa tenutasi ieri a Roma, indetta da OriGIn Italia, dal titolo “Dazi e Tutela Internazionale”, a cui sono intervenuti il Presidente di OriGIn Italia Cesare Baldrighi – altresì Presidente del Consorzio del Grana Padano – e Leo Bertozzi, direttore dell'Associazione. ...
  • 22 October 2019

    Al Consorzio Cinta Senese DOP la vicepresidenza Feserpae

    Importante riconoscimento a livello internazionale per il Consorzio di Tutela della Cinta Senese DOP a cui durante una riunione che ha avuto luogo a Firenze presso la sede della direzione generale della Regione Toscana, è andata la vicepresidenza dell’Associazione delle razze suine autoctone dell'Unione Europea (FESERPAE). L’organizzazione, fondata nel 2004 con sede legale in Spagna, estende la sua attività a tutto il territorio europeo. Ha come principale obiettivo la difesa delle esigenze del settore zootecnico suino nativo ed autoctono dinanzi alle pubbliche amministrazioni, alla ...
  • 17 September 2019

    Agroalimentare, pronti dazi USA su merci UE

    Nuovo passo nello scontro commerciale tra USA e UE sull'aviazione civile, che potrebbe coinvolgere prodotti di tutti i settori. Il Wto ha notificato in via preliminare e confidenziale a Bruxelles e Washington la stima delle compensazioni che gli Usa possono chiedere all`Ue per gli aiuti illegali ricevuti da Airbus. Quando il documento sarà reso pubblico, Trump potrà dare seguito all`annuncio di tariffe punitive non solo su aerei e parti di aerei prodotte in Europa, ma anche su una lunghissima lista di prodotti industriali e agroalimentari, incluse vini e formaggi italiani. La notizia ...
  • 12 September 2019

    Quote latte, è tutto da rifare

    Per la Corte di giustizia l'Italia ha usato criteri arbitrari e non in linea con le regole europee nel guantifïcare le multe. Che, ora vanno ricalcolate Lo Stato italiano ha usato criteri arbitrari e non in linea con le regole europee nel quantificare le multe latte comminate nella campagna 2003/2004. Lo Stato ora deve ricalcolare le inulte a chi ha prodotto più del dovuto . E redistribuire «lo sconto » applicato allora in proporzione alle quote allora detenute . L'obbligo di ricalcolo vale per tutti , sia per gli allevatori che hanno pagato mensilmente il prelievo , sia per quelli che ...