Tag: FEDERDOC

  • 12 February 2016

    Aicig e Federdoc: parità di genere nei consorzi di tutela, imposizione assurda

    AICIG, Associazione Italiana Consorzi Indicazione Geografica, che rappresenta circa il 95% della produzione DOP - IGP e FEDERDOC, Confederazione Nazionale dei Consorzi Volontari Tutela Denominazioni dei Vini Italiani, che rappresenta circa l'85% della produzione DO, sono rimaste sbalordite dall'approvazione nella Commissione Agricoltura della Camera di un emendamento che obbligherebbe i Consorzi volontari di tutela a modificare entro sei mesi i loro statuti per garantire la parità dei generi nei loro Consigli di amministrazione. Questa misura è stata presa senza la benché minima ...
  • 25 January 2016

    Deregulation vini DOP IGP: il Ministro Martina oggi a Bruxelles per dire no

    La Commissione Ue sta lavorando a una modifica del regolamento 607 del 2009 per rivedere le norme sull'etichettatura delle denominazioni d'origine. L'ipotesi allo studio punta a una profonda liberalizzazione che consenta ai produttori di qualsiasi Paese di utilizzare in etichetta anche i nomi dei vitigni oggi riservati a singoli Stati. Di fronte a questa prospettiva le organizzazioni della filiera vitivinicola italiana (Alleanza delle cooperative, Assoenologi, Cia, Confagricoltura, Federdoc, Federvini, Unione italiana vini) hanno scritto al Ministro Maurizio Martina, richiedendo un interve...
  • 11 November 2015

    Denominazioni vitivinicole, necessario sviluppare la politica digitale

    Nuovi investimenti per nuovi successi del comparto vitivinicolo italiano. É necessario indirizzare gli investimenti al rinnovamento e all'ammodernamento degli impianti viticoli e delle cantine. É quanto emerso all'incontro organizzato da For.Agri, il Fondo interprofessionale del settore agricolo e agroalimentare e che si è tenuto in Franciacorta. I finanziamenti provenienti dalla Ue dovranno consolidare e, possibilmente, migliorare i già soddisfacenti risultati del vino e dovranno anche aiutare a capire su quali vini e per quali mercati puntare nel prossimo futuro per soddisfare al meglio ...
  • 16 October 2015

    Ad Expo una norma unica nazionale per la sostenibilità del vino

    Frutto di un cammino triennale coordinato da Federdoc ed Unione Italiana Vini, con il supporto di Gambero Rosso e partner tecnici quali Valoritalia e CSQA, nasce una società di normazione per gestire la sintesi più avanzata a livello nazionale ed internazionale tra i modelli di gestione della sostenibilità nel settore del vino. Si è costituita ufficialmente a Roma EQUALITAS s.r.l., con la partecipazione strategica di Federdoc ed Unione Italiana Vini, i principali enti di rappresentanza del mondo produttivo vitivinicolo italiano, per proporre e realizzare un programma unico nazionale ...
  • 15 September 2015

    IVSI: Conclusi gli appuntamenti nel semestre di Expo

    Ultimo appuntamento dell’anno quello di SalumiAmo con Bacco - gli aperitivi di salumi e vini DOP e IGP promossi dall’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (IVSI) e da Federdoc - mercoledì 16 settembre alla Triennale di Milano. Cinque gli appuntamenti SalumiAmo con Bacco organizzati in Triennale nel semestre di EXPO. Tanti gli appassionati che hanno partecipato (circa un migliaio)e che, con questa iniziativa hanno potuto non solo degustare una ricca selezione di Salumi e Vini DOP e IGP, ma anche essere informati sui prodotti grazie ai rappresentanti dei Consorzi presenti agli eventi e ...
  • 4 September 2015

    Ricci Curbastro, Federdoc: “De.Co. Nel Vino? No, Grazie!”

    E’ di questi giorni la notizia secondo la quale, a partire da giovedì 1 ottobre, verrà presentata la De.Co. “Verdicchio di Cupramontana”. In sostanza il vino prodotto presso il comune marchigiano potrà fregiarsi appunto della Denominazione Comunale. Ferma e decisa la presa di posizione di Federdoc, la Confederazione Nazionale dei Consorzi Volontari per la Tutela delle Denominazioni dei Vini Italiani, che ha già provveduto a inviare un atto di significazione e diffida indirizzato al Comune di Cupramontana nella figura del Sindaco, all’ICQRF (Ispettorato Centrale della Tutela della ...
  • 22 June 2015

    La battaglia dei consorzi? «Va risolta in famiglia»

    I viticoltori che contestano i Consorzi di tutela devono farlo dentro le organizzazioni, non uscendo e sbattendo la porta. Tutti sono sulla stessa barca e tutti devono far crescere le strutture, soprattutto dove non funzionano come vorrebbero», Riccardo Ricci Curbastro, presidente di Federdoc (la Federazione dei Consorzi di tutela) e produttore in Franciacorta DOP, interviene sulla vicenda che ha messo a rumore il mondo dei vino: la contestazione dei Consorzi da parte dei piccoli produttori di qualità della zona del Soave DOP, del Trentino e dell'Oltrepò Pavese DOP, protagonisti, questi ...
  • 24 April 2015

    Montepulciano, joint pubblico-privato per la Carbon Footprint del Vino Nobile

    Riduzione delle emissioni di CO, e compensazione con le buone pratiche: la produzione del Vino Nobile di Montepulciano «a impatto zero» è possibile. Non solo. Il progetto della Carbon Footprint del Vino Nobile di Montepulciano si candida inoltre a diventare un modello su scala nazionale. È quanto è stato annunciato nei giorni scorsi nella cittadina senese dove è stato presentato un sistema che calcola l'impronta di carbonio» del ciclo produttivo di una bottiglia di Nobile, ovvero le emissioni di C02 derivanti dalla realizzazione del vino DOCG. Un sistema la cui validità è stata ...
  • 17 April 2015

    In sei anni Valoritalia ha controllato il 70% dei vini DOP e IGP

    Un sistema di controlli capillare quello del sistema di certificazione del vino made in Italy. Dati che sono emersi nei giorni scorsi e resi noti da Valoritalia che è il principale degli enti di certificazione che operano sul vino made in Italy. Nel 2014 sono stati circa 47mila i campioni prelevati, 2.713 le commissioni di degustazione impiegate, con 28 sedi operative distribuite in 12 regioni e circa 200 collaboratori che operano quotidianamente su tutto il territorio nazionale, per un totale di oltre 1 miliardo e 600 milioni di bottiglie controllate. Questi alcuni dei numeri emersi dal ...
  • 16 April 2015

    Produzione del Vino Nobile di Montepulciano DOP a impatto zero sull’ambiente

    Il progetto della Carbon Footprint del Vino Nobile di Montepulciano DOP diventa un modello su scala nazionale. Il sistema che calcola l' "impronta di carbonio" del ciclo produttivo di una bottiglia di Nobile, ovvero le emissioni di CO2 derivanti dalla realizzazione del pregiato vino a Denominazione di Origine Controllata e Garantita, è stato infatti riconosciuto da un gruppo di istituzioni ed aziende che operano ai massimi livelli nel campo della qualità e delle relative certificazioni e che abbineranno quindi il proprio nome a quello del progetto. L'idea di misurare la Carbon Footprint ...
  • 25 March 2015

    Vino, con il Testo unico più vicina la semplificazione

    Il Sole 24 Ore Centinaia di pagine di leggi e regolamenti racchiuse in 8i articoli. È il Testo unico del vino che è stato presentato ieri al Vinitaly di Verona. Un provvedimento snello che dopo un lungo lavoro di confronto all'interno della Ilfiera vitivinicola comincia adesso il proprio iter parlamentare che dovrebbe portare entro pochi mesi all'approvazione definitiva. I cardini del testo unico sono l'istituzione del Registro Unico dei controlli, l'armonizzazione di molti adempimenti previsti in vigna e in cantina senza contare l'importante introduzione, sotto il profilo sanzionatorio, ...
  • 25 March 2015

    Un protocollo d’intesa per tutelare i vini sul web

    Corriere Nazionale. Il Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali rende noto che "presso l'area Mipaaf all'interno di Vinitaly, è stato siglato il protocollo d'intesa per la realizzazione di attività di promozione, valorizzazione, informazione e tutela delle produzioni nel settore vitivinicolo sulla piattaforma online eBay". Il documento è stato sottoscritto dal Ministro Maurizio Martina, dal responsabile affari legali di eBay Andrea Moretti, dal presidente della Confederazione nazionale dei consorzi volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani ...
  • 9 July 2014

    Qualivita cambia assetto: entrano Aicig e Federdoc

    «Saremo il braccio operativo di Dop e Igp, saremo un supporto anche di sistema». Commenta Mauro Rosati, direttore generale di Qualivita, l'ingresso nella fondazione di Aicig e Federdoc mentre dopo dieci anni escono quelli che erano stati i soci fondatori, comune, provincia e Camera di commercio di Siena.
  • 9 July 2014

    Qualivita cambia assetto. Entrano AICIG e FEDERDOC

    Italia Oggi«Saremo il braccio operativo di Dop e Igp, saremo un supporto anche di sistema». Commenta Mauro Rosati, direttore generale di Qualivita, l'ingresso nella fondazione di Aicig e Federdoc mentre dopo dieci anni escono quelli che erano stati i soci fondatori, comune, provincia e Camera di commercio di Siena. «E il riconoscimento al lavoro svolto da Qualivita, alla sfida lanciata da un piccolo territorio, che non ha mai difeso soltanto le proprie produzioni, ma ha sempre guardato oltre e valorizzato tutte le D.O. italiane.
  • 8 July 2014

    EXPO 2015. Le denominazioni italiane incontrano il mondo

    Cucina & Vini Quello dell'alimentazione sarà il tema centrale di Milano Expo 2015 ed è quindi ovvio attendersi che i consorzi italiani avranno un ruolo da protagonisti nell'esposizione meneghina. Giusto parlarne con Giuseppe Liberatore, presidente dell'Aicig (Associazione italiana consorzi indicazioni geografiche) che riunisce appunto i consorzi del nostro Paese che, giova ricordarlo, è leader in un'ideale classifica di produzioni a IG. "I consorzi dovranno coordinarsi e impegnarsi per sfruttare al meglio l'opportunità offerta da Expo
  • 4 July 2014

    I nuovi soci e le modifiche allo statuto della Fondazione Qualivita

    Con la recente approvazione della modifica allo statuto della Fondazione Qualivita, recedono come soci fondatori la Provincia di Siena, il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena, ''per permettere a Qualivita di realizzare nuovi programmi più orientati verso interessi nazionali e internazionali, e perseguire nuove linee strategiche di sviluppo''.