Tag: Economy

  • 11 December 2019

    Parmigiano Reggiano DOP: l’assemblea approva il bilancio preventivo 2020

    Un bilancio preventivo 2020 da record per il Parmigiano Reggiano DOP: i ricavi saranno pari a 41 milioni di euro, gli investimenti promozionali per lo sviluppo della domanda in Italia e all’estero ammonteranno a 27 milioni di euro. Nel corso dell’Assemblea Generale dei Consorziati del Parmigiano Reggiano , il Presidente Nicola Bertinelli, con la sua relazione introduttiva, ha fatto il punto sullo stato di salute della filiera della più importante DOP italiana, mettendo in evidenza le nuove opportunità offerte dai mercati internazionali e l’efficacia del piano di regolazione dell...
  • 6 December 2019

    Arancia di Ribera DOP, al via la campagna 2019/20

    È iniziata nel migliore dei modi la campagna 2019/20 dell'Arancia di Ribera DOP, varietà Washington Navel. Il clima favorevole degli ultimi mesi sta infatti consentendo ai coltivatori di raccogliere frutti di buona qualità sia dal punto di vista del calibro che dal punto vista visivo e organolettico (dolcezza, succosità, ecc.). "Si registra, a livello di volumi, un calo della produzione rispetto alla campagna precedente, caratterizzata da quantità importanti e molta abbondanza, con conseguente aumento dei prezzi sia all'origine che alla vendita", fa sapere a Italiafruit News Paolo ...
  • 6 December 2019

    Agnello di Sardegna IGP per Natale, prezzo +16%

    Sono positivi i primi dati dell'annata appena cominciata per l'agnello di Sardegna IGP. A dirlo è il Consorzio di tutela dello stesso agnello marchiato IGP, che ha raccolto e diffuso i dati del mese di novembre in vista delle feste natalizie. Il prezzo dell'agnello sardo IGP registrato a novembre rispetto allo stesso mese dello scorso anno segna + 16%: il prezzo massimo del mese scorso era di 4,50 euro/kg rispetto ai 3.88 del 2018. In crescita anche il numero degli agnelli macellati, che a novembre hanno sfiorato i 60mila con una crescita del 10% rispetto al 2018, il 75% dei quali sono ...
  • 3 December 2019

    Marrone di Caprese Michelangelo DOP, un raccolto importante

    Gli anni del cinipide per Caprese Michelangelo sono solamente un brutto ricordo. Tornano ad essere soddisfacenti i numeri sviluppati dalla raccolta del Marrone di Caprese Michelangelo DOP: un prodotto che per il territorio che ha dato i natali all'artista del rinascimento è pure fonte di economia. Aziende agricole che nella maggior parte dei casi consegnano alla Cooperativa Valle Singerna il proprio Marrone, il quale intraprenderà poi il processo di lavorazione. Realtà che conta circa 130 soci: in larga parte sono di Caprese Michelangelo, seppure figurano nomi anche di Monterchi oppure di ...
  • 2 December 2019

    DOP IGP e STG gli 822 marchi del Made in Italy

    Qualità garantita. Cresce su scala globale la popolarità dei prodotti DOP, IGP e STG  e l'Italia è leader. Tra vini, formaggi, olio extravergine, salumi, carni, frutta e verdura sono 822 i marchi del made in Italy registrati nella Ue su 3.036 totali, più della Francia e della Spagna. Erano una nicchia, all'origine, ora sono un business che vale oltre 15 miliardi di euro. A breve saranno inclusi nella lista delle specialità protette anche gli spaghetti all'arnatriciana, il piatto reso ancora più simbolico dopo il terremoto dell'agosto 2016: la domanda di registrazione come Speciali...
  • 27 November 2019

    Turismo e alimentare: ricetta per lo sviluppo

    Un sistema integrato turismo-agroalimentare può generare opportunità di crescita nel Mezzogiorno decisamente importanti. Ne è convinta Annalisa Areni, milanese, da maggio Regional Manager Sud di UniCredit, appassionata di Napoli e delle sue peculiarità, scoperte e vissute in questi mesi con grande curiosità. Non è un caso che a questo binomio, turismo e agricoltura appunto, abbia deciso di affidare la prima iniziativa pubblica, un incontro con le imprese campane e con testimoniai di spessore. Ci saranno l'ad di Gesac Roberto Barbieri, il direttore del Museo archeologico Paolo Giulieri...
  • 27 November 2019

    DOP e IGP, produzioni in cerca di maggior equilibrio

    Parliamo ora di un'altra forma di valorizzazione territoriale delle produzioni: quella attraverso le Denominazione d`origine protetta (DOP) e le Indicazioni geografiche protette (IGP). Il nostro Paese, infatti, è il primo in Europa per prodotti registrati, con una quota del 27% sul totale. Nel solo settore alimentare (escludendo quindi i vini), dal 2010 ad oggi il numero di prodotti Dop e Igp italiani è passato da 239 a 299 unità (+25%). In ortofrutta, poi, il 29% dei prodotti registrati nella Ue provengono dal nostro Paese. Sebbene la produzione certificata complessiva sia aumentata ...
  • 26 November 2019

    Il Pecorino Sardo DOP a New York: una denominazione in crescita su tutti i mercati

    Nel bel mezzo della Settimana della cucina italiana nel mondo (18 - 24 Novembre 2019) Mercoledì 20 Novembre 2019 a New York il Pecorino Sardo DOP insieme ad altri importanti formaggi italiani DOP è stato protagonista di un Evento promosso dall'Associazione I LOVE ITALIAN FOOD in collaborazione con l'AICNY - l'Associazione Italiana Cuochi di New York. Lanciato con l'hashtag #ISTANDWITHMADEINITALY, l'Evento ha voluto essere anche una risposta del Sistema Italia all' Italian Sounding e alla recente introduzione dei dazi da parte dell'amministrazione americana che ha penalizzato - tra gli ...
  • 25 November 2019

    DOP e IGP valgono 14 miliardi, export triplicato in dieci anni

    Un business in grande crescita ma ancora per pochi. È il settore dei prodotti agroalimentari di qualità DOP e IGP, segmento nel quale l’Italia riveste in Europa un ruolo guida non solo per numero di riconoscimenti ottenuti (esclusi i vini sono 299 i prodotti alimentari tutelati in Italia sugli 822 protetti nella Ue) ma, soprattutto, per la capacità di farne un vero traino per l’economia e i territori. I marchi DOP e IGP made in Italy, che ai tempi della loro istituzione nel 1992 erano considerati una nicchia di mercato, oggi sviluppano un fatturato all'origine di circa 7 miliardi di ...
  • 19 November 2019

    Il business del cibo e del vino dai campi all’industria

    Su come e quanto mangiare non mancano le informazioni, i consigli, le ricette. Meno si sa dell'economia del cibo, cioè dei numeri, delle imprese, dei coltivatori e delle eccellenze che rappresentano invece un'asse portante del successo del made in Italy. In Italia l'agroalimentare è tra i primi settori manifatturieri del Paese per numero di imprese e per fatturato: 14o miliardi di euro nel 2018. Il solo valore della produzione agricola ha raggiunto 56,9 miliardi di euro, il più alto dal 2013, la migliore performance nella Ue dopo la Francia a 77,2 miliardi. Prevalgono le micro e piccole ...
  • 18 November 2019

    L’olio extravergine spagnolo sta uccidendo quello italiano

    La campagna olivicola appena iniziata si annuncia come una delle migliori del decennio. Ma nonostante la buona qualità del prodotto e la sua abbondanza, i prezzi all'origine dell'extravergine non decollano. Anzi: calano di brutto. Se un litro di oro verde, a gennaio, al frantoio si pagava 5,65 euro (fonte Ismea), a ottobre ne bastavano 4,34. E la prima settimana di novembre le quotazioni erano scese ulteriormente a 4,29 euro. Il 24% in meno. «Gli acquirenti aspettano affinché il prezzo dell'extravergine italiano arrivi quasi al livello di quello spagnolo, così le cisterne si riempiono ...
  • 6 November 2019

    Il Friuli terra di mozzarelle. Ma il Montasio DOP non sfonda

    È terra di mozzarelle e stracchino. Il 60% del latte lavorato ogni anno, infatti, si trasforma in questi due prodotti freschi. Il Montasio DOP, invece, sulla quale da anni si provano a investire energie e risorse per farla conoscere di più in Italia e aumentare l'export, rappresenta solo il 16% del totale, dietro anche al classico formaggio latteria (17% del latte lavorato). Yogurt, caciotte e ricotta sono marginali, con appena l'l% della produzione complessiva. I dati, piuttosto sorprendenti (pochi avrebbero scommesso che, come in Campania, il prodotto di punta fosse la mozzarella) sono ...
  • 6 November 2019

    Patata del Fucino IGP, raccolta record: 290 mila quintali sui mercati

    Produzione record per la Patata del Fucino IGP: oltre 290 mila i quintali certificati raccolti in questa stagione. Un altro successo, quindi, per il Consorzio di tutela della Patata del Fucino IGP che punta ad allargare il raggio d`azione coinvolgendo altri produttori. Nei prossimi giorni, intanto, la pata Igp fucense sarà protagonista della trasmissione di LA7 "L`ingrediente perfetto". Sono oltre 200 i produttori pataticoli che hanno deciso di lavorare solo tuberi certificati per il 2019. «Nel corso del consiglio del Consorzio che si è riunito nei giorni scorsi», ha commentato Mario ...
  • 6 November 2019

    Vitelloni Piemontesi della Coscia: presto in etichetta l`IGP

    Via libera del Ministero delle Politiche Agricole al piano dei controlli per i Vitelloni Piemontesi della Coscia IGP, ultimo atto formale che consentirà a brevissimo l'utilizzo del marchio IGP sull'etichetta dei pregiati tagli di carne bovina di razza Piemontese. Si porta cosi a compimento l'iter di riconoscimento IGP iniziato nel 2009 e ottenuto a livello comunitario nel dicembre 2016 a tutela di un patrimonio unico, storicamente legato al nostro territorio. Tra alcuni mesi i consumatori potranno trovare il marchio IGP sulle carni di bovini maschi e femmine di razza Piemontese, di età ...
  • 7 October 2019

    Trasformati un’occasione per il sistema DOP IGP

    Il momento sembra finalmente arrivato. Dopo un certo tergiversare lungo un percorso di lento avvicinamento, coronato da diversi di casi di successo e qualche insuccesso, oggi l’industria alimentare sembra aver abbandonato ogni titubanza puntando in maniera diretta verso le materie prime DOP IGP per la realizzazione di prodotti trasformati. Non è eccessivo affermare che l’evoluzione del rapporto fra sistema IG e industria, rappresenta probabilmente uno dei mutamenti più importanti consolidati in questi ultimi anni nell’Agrifood. Dal Rapporto Ismea-Qualivita 2018 emerge che nel ...
  • 23 September 2019

    Riso del Delta del Po IGP: con il marchio +786% in dieci anni

    Ieri la nona edizione della Festa del riso del delta del Po è "esplosa"con il tradizionale taglio del nastro seguito dal convegno "Di che riso sei?". A portare i saluti per la Regione sono stati l'assessore Cristiano Corazzari ed il consigliere Graziano Azzalin. «Queste sono occasioni per riunire una comunità ma anche per riflettere su quali sono le dinamiche di un territorio come il nostro che vede nel settore primario di agricoltura e pesca degli elementi di sviluppo imprescindibili - ha detto l'assessore -. In un contesto di tante incertezze, sappiamo che dobbiamo puntare sulle eccell...