Argomento: Paolo De Castro

  • 17 Gennaio 2013

    Il settore agroalimentare decisivo per la crescita

    L'Unità La ricetta per superare la crisi economica e sostenere la ripresa è complessa e l'agenda del prossimo governo sarà necessariamente densa di sfide. Tra queste, quella di costruire una prospettiva di crescita basata sulla valorizzazione di conoscenze, saperi, risorse dei nostri territori. Un asse centrale nel programma di Pier Luigi Bersani e al quale il sistema agroalimentare nazionale può dare un contributo decisivo. Sul fronte della crescita, per i valori espressi e soprattutto per quelli ancora inespressi dal tessuto produttivo. Il nostro settore agroalimentare è oggi primo per importanza economica e il suo potenziale è frenato da debolezze strutturali e organizzative il cui superamento consentirebbe di valorizzare appieno lo straordinario lavoro di milioni di agricoltori, consorzi e trasformatori, che fanno made in Italy.
  • 15 Gennaio 2013

    Crisi, l’agricoltura come occasione di sviluppo

    Il Messaggero E un momento cruciale per il potenziale produttivo e la competitività delle nostre imprese agricole. Il 23 e 24 gennaio la Commissione agricoltura del Parlamento europeo approverà incisive modifiche alla proposta di riforma della Pac (la politica agricola comune) della Commissione Ue, che prevede misure "verdi" obbligatorie dagli incerti benefici sull'ambiente ma dall'impatto certo in termini di competitività delle imprese. Si tratta di una riforma che si prefigge l'obiettivo di rendere la Pac meno burocratizzata, più flessibile, più vicina alle esigenze degli agricoltori europei. Nonostante i pesanti tagli al budget 2014-2020 prospettati dal Consiglio Ue, è importante garantire sostenibilità ambientale e sostenibilità economica e sociale. Di recente la Fao è tornata a parlare degli investimenti in agricoltura come un'area
  • 2 Gennaio 2013

    La nuova Pac, quanti interrogativi: si punta sull’agricoltura di qualità

    Libertà (di Piacenza) Da tempo vi è una domanda che sta particolarmente a cuore agli agricoltori italiani e piacentini. Quale sarà la nuova Pac, come impatterà sui bilanci delle aziende? Per rispondere a questi difficili interrogativi si è svolto nei giorni scorsi a Bologna un convegno promosso dalla Regione che aveva appunto l'obiettivo di fare il punto sulla proposta di riforma della PAC 2014-2020, avanzata dal Commissario europeo per l'agricoltura Dacian Ciolos, a poche settimane dal voto del Parlamento europeo di gennaio. Tra i punti più contestati della riforma Ciolos, - ha spiegato il presidente della Commissione agricoltura Paolo De Castro intervenendo ai lavori - vi è quello degli aiuti diretti ripartiti utilizzando come parametro prevalente quello della superficie agricola e non quello del valore delle produzioni, con danni pesanti,
  • 31 Dicembre 2012

    Il food ha fame di qualità

    Scarsità di materie prime, evoluzione degli scenari geopolitici internazionali, situazione economica italiana e interventi per migliorare le relazioni di filiera.
  • 21 Dicembre 2012

    Passi in avanti nel 2012 per le politiche agroalimentare

    Per il settore agroalimentare, il 2012 è stato un anno caratterizzato da un forte dinamismo, concretizzatosi soprattutto sul piano politico-legislativo europeo.
  • 21 Dicembre 2012

    Passi in avanti nel 2012 per le politiche agroalimentare

    L'Unità Per il settore agroalimentare, il 2012 è stato un anno caratterizzato da un forte dinamismo, concretizzatosi soprattutto sul piano politico-legislativo europeo. Se da una parte il comparto è stato investito a pieno dalla crisi economica, come si è già avuto modo di approfondire, dall’altra questo è stato interessato da una serie di novità che hanno visto il loro compimento proprio nell’arco dell’anno che sta per concludersi. Ultima in ordine di tempo, ma di primaria importanza, la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del regolamento che da esecuzione al cosiddetto “pacchetto qualità”, l’insieme di norme che, sostituendosi ai precedenti regolamenti europei 509 e 510 del 2006, va a disciplinare l’intero sistema delle produzioni agroalimentari di qualità. Con esso viene istituita una nuova politica
  • 19 Dicembre 2012

    Year report 2012 – Roma

    L’on. Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, prenderà parte all’incontro YEAR REPORT 2012, per illustrare le attività svolte durante il terzo anno di legislatura.
  • 17 Dicembre 2012

    Soddisfazione del Consorzio Cioccolato di Modica per la pubblicazione del reg. Ue 1151

    Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Europea L/343 DEL 14 dicembre 2012 il regolamento che introduce il cioccolato fra i prodotti ammissibili alla tutela comunitaria
  • 11 Dicembre 2012

    Fondi all’agricoltura, la battaglia in Europa

    La Repubblica (Bari) I leader dei ventisette Stati membri dell'Unione europea riuniti a Bruxelles hanno preferito rinviare all'inizio del 2013 l'accordo sul bilancio pluriennale 2014-2020. Un esito prevedibile per una partita complicata. Si è parlato di un decremento delle risorse destinate alla politica agricola comune (Pac). Il Parlamento europeo ha una posizione netta: non un euro di meno per l'agricoltura. Il confronto tra le istituzioni europee sul budget 2014-2020 è cominciato nell'estate del 2011, quando la Commissione UE ha presentato una proposta di prospettive finanziarie che congelava il bilancio agricolo a prezzi correnti. Si trattava di un taglio mascherato. Diversamente dal passato, oggi lo ammette anche il commissario all'agricoltura Dacian Ciolos. Anche perché sono arrivate le proposte di tagli «veri» e non frutto di meccanismi di ingegneria budgetaria.
  • 6 Dicembre 2012

    L’Europa pagala tu

    L'Espresso L'egoismo dei più ricchi. Le richieste dei più poveri. Nord contro Sud. A Bruxelles si litiga. Perché? In sette domande e risposte, la guerra per il budget. Tra litigi, divisioni profonde, minacce di veto, psicodrammi e negoziati sotto banco, l'assemblea condominiale dell'Unione europea va in scena in queste settimane, puntuale come ogni sette anni e con un rituale ormai consolidato, ma questa volta con un clima ancor più teso: gli animi sono esacerbati dalla crisi. «Tutti vogliono tagliare, ma nessuno a casa propria», riassume una fonte comunitaria. All'ordine del giorno il bilancio comunitario 2014-2020: la ricarica della carta di credito della Ue, il limite massimo di spesa per le istituzioni e per i suoi diversi programmi, dall'Erasmus allo sviluppo rurale. Ai piani superiori, attico e superattico, dettano legge ì condomini ricchi -vGran Bretagna, Svezia,
  • 21 Novembre 2012

    UE: De Castro, da nuove regole legislative si rafforza confronto

    (AGI) - Roma, 20 nov. - "Con il voto di oggi si rafforza ulteriormente il ruolo decisionale del Parlamento nel quadro delle procedure legislative con il Consiglio dei ministri europei. Un ulteriore passo in avanti che consolida il ruolo autorevole e attivo definito dal Trattato di Lisbona nel 2009 con l'ampliamento della procedura di codecisone in materia agricola".
  • 6 Novembre 2012

    Politica agricola. In Europa la riforma va al rallentatore

    "Scontro nella Ue fra Parlamento, Consiglio e Commissione". Regioni rischiano i fondi.
  • 2 Ottobre 2012

    In corso a Budapest il Congresso 2012 del Copa-Cogeca

    E' in corso a Budapest dall'1 al 3 ottobre il congresso 2012 degli agricoltori europei, organizzato dal Copa-Cogeca. Al centro dei lavori che la discussione sul futuro della PAC e su quali strumenti mettere in campo affinché gli agricoltori europei possano garantire la sicurezza alimentare in maniera innovativa e redditizia. Al confronto sul tema hanno partecipato il Commissario europeo all'agricoltura Dacian Cioloş e il Presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro.
  • 25 Maggio 2012

    Aceto Balsamico di Modena IGP, gravi i danni del sisma alla produzione

    Comunicato Stampa 25 maggio 2012 ACETO BALSAMICO DI MODENA IGP, GRAVI I DANNI DEL SISMA ALLA PRODUZIONE Si stima un impatto economico tra i 10 e i 15 milioni di euro, duramente colpite anche le acetaie dell’Aceto Balsamico Tradizionale DOP