Argomento: consumatori

  • 27 Marzo 2017

    Censis, Attento, sofisticato e non omologato: l’evoluzione del consumatore italiano

    Dimmi come mangi e ti dirò chi sei». Questo il sottotitolo con cui si potrebbe ben efficacemente chiosare l'evento tenutosi giovedì scorso nell'accogliente cornice di Villa Necchi Campiglio a Milano. E anche se lo slogan di presentazione della ricerca effettuata dal Censis, il centro studi che dall'ormai lontano 1964 rappresenta la più completa interpretazione della realtà e degli stili di vita degli italiani, monitorandone a 360 gradi cambiamenti ed abitudini. E' altrettanto vero che lo scopo della tavola rotonda e i risultati della ricerca hanno detto qualcosa di più e di diverso da ...
  • 10 Marzo 2017

    Grana Padano DOP: 4 milioni e 800 mila forme, record basato su qualità, programmazione e informazione

    “Qualità, programmazione e informazione del consumatore”. Sono questi, secondo Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Grana Padano DOP, i tre punti cardine per affermare ulteriormente l'eccellenza di quello che si conferma il prodotto DOP più consumato del mondo con oltre 4 milioni e 800 mila forme annue. Una considerazione che giunge al termine di 'Identità golose' la rassegna conclusasi nei giorni scorsi a Milano che ha visto il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e il sindaco Beppe Sala ospiti degli spazi espositivi del Grana Padano per una degustazione. ...
  • 22 Aprile 2016

    Il 96% dei consumatori chiede trasparenza sull’origine dei prodotti

    E sulle etichette il dibattito si riaccende anche nel nostro Paese. Il ministro Maurizio Martina è favorevole e ha assicurato il suo impegno a sostenere la battaglia ma in sede UE. "Per noi - ha detto il ministro- valorizzare l'origine è un tratto distintivo e l'etichettatura è ilmezzo che consente al consumatore di scegliere in modo consapevole". Ma ha anche però chiarito che la regola deve essere europea. L'Italia infatti sulle norme proposte negli ultimi dieci anni a livello nazionale ha sempre incassato la sonora bocciatura di Bruxelles con il rischio di aperture di infrazioni. S...
  • 16 Marzo 2016

    Latte contaminato, Grana Padano DOP: consumatori possono stare tranquilli

    "Non ci risulta che Grana Padano DOP prodotto con latte contaminato sia arrivato sulle tavole dei consumatori perché è stato bloccato in magazzino, per cui i consumatori possono stare assolutamente tranquilli". Lo afferma Stefano Berni, direttore generale del Consorzio Grana Padano DOP, commentando la notizia relativa all'indagine per l'adulterazione o contraffazione di sostanze alimentari' avviata dai Nas e finita sotto la lente della Magistratura riguardante alcuni soggetti. "Da questa vicenda - spiega Berni - il Consorzio Grana Padano DOP è il primo ad essere danneggiato. Un danno ...
  • 3 Marzo 2016

    Il Salame di Varzi DOP non sente la crisi: produzione in crescita del 4,3%

    Buone notizie in casa Salame di Varzi DOP. Il Consorzio di Tutela ha ufficializzato i numeri del 2015, riportando una crescita della produzione del 4,3 % per un totale di circa 420.000 chili. Il numero dei Salami DOP certificati è di 450.139. Per quanto riguarda invece il salame preaffettato, sono circa 8.000 i salami affettati per un totale di 66.021 confezioni. Un prodotto quindi che piace e che viene apprezzato dai consumatori grazie ad una produzione che segue le stesse ricette e procedimenti di un tempo. A seconda del periodo e del luogo di stagionatura il prodotto presenta profumi ...
  • 29 Febbraio 2016

    Insalata di Lusia IGP, chiuso un anno record

    Nel 2015 le vendite di Insalata di Lusia IGP sono aumentate del 6%, nel segno dell'attenzione crescente dei consumatori. Le quotazioni dell'IGP sono state sensibilmente più alte rispetto al prodotto non certificato. Questi i lusinghieri risultati messi in luce all'assemblea per il Consuntivo 2015 del Consorzio di tutela dell'Insalata di Lusia IGP. Per l'unica lattuga certificata d'Europa lo scorso anno i segnali di crescita non sono mancati come ha detto il presidente del Consorzio. Il presidente Braggion: «Col Psr fondi per le nuove aziende»Alessandro Braggion. «L'aumento del 6% sul ...
  • 25 Febbraio 2016

    Un contrassegno per l’olio italiano

    La Cia, il Cno (Consorzio nazionale degli olivicoltori) e l'Istituto poligrafico e zecca dello Stato stanno lavorando insieme per realizzare un contrassegno per le bottiglie di olio extravergine di oliva 100% italiano, coniato per certificare l'identità del prodotto, e una carta dei valori per garantirne la trasparenza dell'origine e dei processi produttivi, a vantaggio del consumatore e del produttore. Qualcosa di simile a ciò che già avviene per il vino. L'idea è stata presentata a un folto pubblico di operatori, convenuto nella sala stampa estera a Roma, dai presidenti della Cia Dino ...
  • 22 Febbraio 2016

    Segatura nel formaggio USA chiamato “Parmesan”: con il prodotto originale non può accadere

    Il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano DOP chiede nuovamente la rimozione delle norme che consentono la circolazione di prodotti di imitazione e caratterizzati da elementi di “italian sounding”. “La scoperta di segatura di legno in una confezione di formaggio duro grattugiato made in Usa e venduto come “parmesan” conferma che i consumatori statunitensi continuano ad essere esposti a rischi di frodi e contraffazioni che vanno assolutamente rimossi nell’ambito dei negoziati TTIP tra Unione Europea e Usa, consentendo di eliminare anche i danni che continuano a riversarsi sui ...
  • 22 Dicembre 2015

    Prosecco Lab – 91% degli italiani lo conosce, 9 milioni lo berranno nelle feste

    Il Prosecco DOP è il consensus maker del Natale 2015: al centro delle feste, per stare insieme e mettere allegria mettendo tutti d’accordo, almeno sul vino. Il Prosecco è un vino dalle tante anime. Piace per il suo gusto e per la sua capacità di essere conviviale, di far stare bene le persone intorno a sé. Amato per il suo tono allegro e allo stesso tempo capace di generare intimità (intimacy); per la sua sapienza nel generare vicinanza (nearless) tra le persone; per la sua compostezza nel costruire un’atmosfera calda e simpatica tipica del focolare (hearth), della famiglia ...
  • 11 Dicembre 2015

    E-Commerce Food: garantita la tutela dei consumatori?

    E-commerce e tutela dei consumatori: dalla ricerca realizzata da Movimento a Difesa del Cittadino, Frodialimentari.it e Corpo Forestale dello Stato emergerebbe un quadro con molte contraddizioni e insidie; in difetto, infatti, più di un portale su due se si parla di etichette, e quasi due su tre se si considera il diritto di recesso della merce acquistata. Dei 106 siti web per l'e-commerce monitorati, tutti specializzati nella vendita di cibo, il 51% non applica come dovrebbe il regolamento in materia di etichettatura, limitandosi a fornire ai clienti notizie carenti e incomplete sugli ...
  • 13 Luglio 2015

    Cibo moderno: buono, economico e industriale

    Il cibo moderno confezionato e consumato in fretta è un guaio. Questo, almeno, è il messaggio che ci trasmettono i giornali, i programmi televisivi di cucina e i libri di ricette. Lamentarsi dei mulini a rulli d'acciaio e del pane del supermercato sognando la farina macinata a pietra e i forni di mattoni, cercare le mele e le zucche di un tempo e disprezzare i pomodori moderni e gli ibridi, prendersela con gli agronomi che creano cereali ad alto rendimento e con gli economisti che inventano nuovi sistemi di produzione, tutto questo è segno di grande raffinatezza. Quasi ci vergogniamo ...
  • 6 Luglio 2015

    Crisi dei consumi, la tavola non è più imbandita per tutti

    Italiani popolo di appassionati di cibo. Milioni di gourmet, quasi 29 milioni e mezzo, dei quali 12 milioni si ritengono veri e propri intenditori, capaci cioè di discutere con cognizione di causa su ricette e preparazione dei piatti; oltre 4 milioni, infine, si definiscono veri e propri esperti. Sono questi i dati contenuti nel rapporto Gli italiani e il cibo. Rapporto su un'eccellenza da condividere, curato dal Censis e presentato ieri allo spazio Mipaaf di Expo alla presenza di varie autorità, tra cui il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina, la presidente di Expo Di...
  • 11 Maggio 2015

    Expo 2015 verso il primo milione

    Positivo il bilancio dell'affluenza di visitatori nonostante restino allestimenti ancora da completare. Un'apertura non perfetta, con molti allestimenti ancora da sistemare e paesi ritardatari che stanno sottoscrivendo i contratti di partecipazione proprio in queste ore. Tuttavia Expo 2015 Milano ha raggiunto già nella prima settimana risultati soddisfacenti, con 500mila ingressi ufficiosi (circa un milione in prospettiva dal primo al 15 maggio), nell'attesa del primo vero picco di presenze che dovrebbe arrivare a giugno. Ecco il bilancio della prima settimana. Prima di tutto le cifre ...
  • 25 Marzo 2015

    I giovani preferiscono il vino biologico

    La Stampa. In forte crescita il consumo di prodotti che rispettano l'ambiente. Agricoltura integrata, vigneti al riparo da diserbanti e fertilizzanti chimici, cantine dove si riduce drasticamente l'uso di anidride solforosa. Mossi dalla forza evocativa (ed economica) suscitata dalla parola Biologico, nel mondo del vino si sta assistendo ad un vero e proprio "boom" di produttori che hanno scelto questa strada, tra profonde convinzioni e qualche contraddizione. In Europa dal 2002 al 2013 la viticultura senza chimica è cresciuta del 235% e del 273% nel mondo. Nel 2014 il 16,8% degli italiani ...
  • 24 Novembre 2014

    Il rischio delle frodi frena l’e-commerce

    È il rischio delle frodi a frenare gli italiani a riempire il carrello della spesa sul web: sul 64% di chi fa acquisti online, solo l’11% usa questo canale di vendita per comprare prodotti agroalimentari. È quanto emerge dalla prima ricerca realizzata dal Movimento del Cittadino e dalla testata Frodi alimentari sulle insidie dell’e-commerce a tavola su un campione di 1260 consumatori.
  • 12 Novembre 2014

    Domini web: è battaglia sul vino

    È guerra aperta quella dichiarata dall’Unione Europea alla Donuts, l’azienda privata che sta per conquistare il diritto esclusivo all’utilizzo dei domini legati al mondo del vino, .wine e .vin. In questo modo il pericolo di frodi alimentari paventato da paesi di lunga tradizione enologica come l’Italia e la Francia diverrebbe realtà.