Argomento: QUALIVITA

  • 28 gennaio 2019

    Al Kick-Off Qualivita presente una delegazione del Ministero giapponese

    Tra i protagonisti del “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, che si terrà a Siena il 5 febbraio, sarà presente anche Kenichi Kuroiwa, Capo sezione della Divisione Proprietà Intellettuale, Ufficio Affari Industria alimentare del Ministero dell’Agricoltura, delle Foreste e della Pesca (MAFF). Una presenza importante quella di Kuroiwa in un momento fondamentale per i rapporti commerciali tra Unione Europea e Giappone. Dal 1° febbraio entra infatti in vigore il "Jefta", l’accordo commerciale più vasto mai concluso dall’UE, che prevede la creazione di una zona di libero scambio tra le due parti, attraverso la graduale eliminazione dei dazi sui beni reciprocamente importati e la soppressione di alcuni ostacoli normativi. Un’operazione che interessa 600 milioni di persone e l’eliminazione di oltre un miliardo di euro di dazi pagati ogni anno dall'Europa per esportare nel Paese del Sol Levante. A beneficiare nell’immediato dell’accordo, siglato il 17 ...
  • 24 gennaio 2019

    Rapporto Qualivita-Ismea 2018

    Il Rapporto Qualivita – Ismea 2018 contiene l'analisi e l'interpretazione dei più significativi fenomeni socio-economici del comparto food&wine italiano dei prodotti di qualità certificata DOP IGP STG. Nato dall'integrazione delle competenze sviluppate dall'Osservatorio Qualivita e dall'Osservatorio Ismea e dalla collaborazione con AICIG, Federdoc. Insieme alla rinnovata sezione dedicata ai valori e agli impatti economici a livello regionale, la novità del Rapporto 2018 è rappresentata da un innovativo monitoraggio delle conversazioni digitali mondiali relative alle Indicazioni Geografiche effettuato sui canali Web e Social Media. Obiettivo della raccolta dei dati, condotta presso i Consorzi di tutela e gli organismi di certificazione, è l’elaborazione di un'analisi approfondita del comparto e degli scenari di mercato che possa fornire utili spunti di riflessione e di confronto per tutti gli attori coinvolti nel sistema della produzione di qualità ...
  • 24 gennaio 2019

    Rapporto Qualivita-Ismea 2017

    Il Rapporto Qualivita-Ismea 2017 contiene l’analisi e l’interpretazione dei più significativi fenomeni socio-economici del comparto food&wine italiano dei prodotti di qualità certificata DOP IGP STG. Lo studio nasce dall’integrazione delle competenze sviluppate dall’Osservatorio Qualivita e dall’Osservatorio Ismea e dalla collaborazione con AICIG, Federdoc.   L'importante novità del Rapporto 2017 è la presenza di una sezione dedicata ai valori e agli impatti economici a livello regionale, oltre ad una scheda sintetica che analizza l'evoluzione degli ultimi 10 anni delle DOP, IGP e STG italiane. La raccolta dei dati, condotta presso i Consorzi di tutela e gli organismi di certificazione, ha portato alla elaborazione di un’analisi del comparto approfondita e di scenari di mercato che possono fornire utili spunti di riflessione e di confronto per tutti gli attori coinvolti nel sistema della produzione di qualità certificata, dalle imprese ai ...
  • 24 gennaio 2019

    Siena si fa capitale dell’agroalimentare

    Due giorni per parlare di qualità e tutela del settore agroalimentare, per raccontare le esperienze dei Consorzi di tutta Europa . Cominciando però dalla "Toscana delle qualità", con una dozzina di rappresentanti dei Consorzi al forum di apertura. «Ci confronteremo con l'Europa - ha annunciato Mauro Rosati - puntando sulla qualità delle nostre produzioni agroalimentari e del vino». Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, ha riassunto la filosofia della catena di eventi. «La nostra fisiocrazia, ciò che può aiutare a risollevare le sorti finanziare del nostro territorio sarà proprio l'agroalimentare. Questa è una sfida che come amministrazione abbiamo accettato e vogliamo incentivare ». La citazione sulla fisiocrazia, la dottrina economica che metteva l'agricoltura al centro dell'economia, è tutt'altro che casuale, considerando il programma di iniziative basate sulla commistione tra cultura e cibo. Il ministro Centinaio sarà protagonista di tutti gli eventi: «Siamo ...
  • 24 gennaio 2019

    Il forum dei Consorzi sulla qualità

    L'appuntamento è con una due giorni per parlare di qualità dell'agroalimentare con interlocutori ai massimi livelli, ma la scommessa sul versante cittadino viaggia ancora più in alto: far diventare questo settore uno dei motori principali per il rilancio del capoluogo e della provincia, attribuire al Santa Maria della Scala anche il ruolo di catalizzatore di eventi legati alla storica ricchezza naturale del territorio. È il sindaco Luigi De Mossi, presentando gli eventi del 4 e 5 febbraio su «La Toscana delle qualità» e sulle indicazioni geografiche di fronte al delinearsi della nuova politica agraria comunitaria, a tracciare questo percorso. Una spesso la definizione di «fisiocrazia», richiamando la dottrina economia che poneva l'agricoltura al centro dello sviluppo economico. «L'agroalimentare sarà una delle leve culturali, economiche e sociali per rilanciare Siena - ha detto -, siamo convinti sia un'opportunità fondamentale per le aziende e per i nostri giovani...
  • 24 gennaio 2019

    Siena capitale della cultura alimentare

    Il 4 e il 5 febbraio, organizzate da Qualivita con il patrocinio del Comune, si terranno due giornate dedicate alle Indicazioni Geografiche agroalimentari e vitivinicole. Siena si candida così a diventare la capitale della qualità agroalimentare. "La nostra fisiocrazia ": il sindaco Luigi De Mossi utilizza questo termine per definire la Siena che verrà . La "fisiocrazia" è letteralmente una dottrina economica che si affermò in Francia verso la metà del XVIII secolo , principalmente nel triennio 1756 - 1758, in chiara opposizione al mercantilismo e con lo scopo di risollevare le sorti delle scarse finanze francesi. Siena avrà la sua " dottrina economica " nella qualità e si candida ad esserne capitale. Per questo al Santa Maria della Scala la Fondazione Qualivita festeggerà diciotto anni di attività nel settore della tutela e della valorizzazione delle Indicazioni Geografiche agroalimentari e vitivinicole che l'hanno resa riferimento nazionale e internazionale per ...
  • 23 gennaio 2019

    A Siena oltre 50 Consorzi di tutela e organizzazioni internazionali

    Il 5 febbraio un confronto per lo sviluppo delle Indicazioni Geografiche a livello europeo Delegazioni da Norvegia, Portogallo, Francia, Spagna, Giappone e Svizzera. A concludere i lavori il Ministro Centinaio Cinque sessioni di lavoro in plenaria, aperte dal Presidente di Fondazione Qualivita Cesare Mazzetti e coordinate da Paolo De Castro – Presidente del Comitato Scientifico Qualivita – nell’ambito di cinque diversi temi riguardanti le Indicazioni Geografiche. Si va dal nuovo patto con i consumatori e le comunità locali, all’evoluzione della governance del territorio, passando dalla nuova PAC e dalla sostenibilità fino ad arrivare al tema tutela e accordi internazionali, anche in funzione delle attuali evoluzioni della Brexit. L’evento internazionale “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, organizzato dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con Aicig, Federdoc, OriGIn, Origen España (Spagna), Fondazione Prima e Inao (Francia) e con il patroc...
  • 23 gennaio 2019

    Il 4 febbraio la cultura agroalimentare e vitivinicola toscana si racconta a Siena

    Un evento in tre momenti: convegno, tavola rotonda ed esposizione i delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole DOP IGP regionali La Toscana è la prima regione italiana per numero di Indicazioni Geografiche, con 89 denominazioni DOP e IGP di cui 33 agroalimentari e 58 vitivinicole e un impatto economico che supera il miliardo di euro (1,04 Mld). Come riporta il Rapporto Ismea-Qualivita 2018, con 111 milioni di euro di valore alla produzione nel settore food e 926 milioni di euro nel wine, la regione è nella Top 5 nazionale per ritorno economico e vanta un’importante seconda posizione nel comparto vino. Siena è la prima provincia, per valore, delle DOP IGP della Toscana, con 426 milioni di euro, seguita da Firenze e Grosseto. Dati che raccontano un vero e proprio patrimonio del territorio, voce economica determinate, simbolo di tradizione e cultura e motore dei flussi turistici. Alle 16:00 di lunedì 4 febbraio a Siena, al Santa Maria della Scala, le produzioni ...
  • 23 gennaio 2019

    Siena per due giorni al centro della qualità agroalimentare

    Il 4 e il 5 febbraio 2019 a Siena protagoniste le produzioni agroalimentari e vitivinicole di qualità 4 febbraio 2019 ore 16.00 “La Toscana delle qualità”, un appuntamento dedicato alla cultura dell’eccellenza attraverso le grandi produzioni agroalimentari e vitivinicole del territorio. 5 febbraio 2019 ore 9.00 “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, un importante momento di confronto internazionale per definire una nuova proposta strategica per lo sviluppo del settore DOP IGP. La Fondazione Qualivita festeggia 18 anni di attività nel settore della tutela e della valorizzazione delle Indicazioni Geografiche agroalimentari e vitivinicole che l’hanno resa riferimento nazionale e internazionale per il sistema delle produzioni di qualità DOP e IGP, fino ad essere riconosciuta come soggetto di elevata capacità tecnico-scientifica dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo. Una storia iniziata da Siena e che proprio in ...
  • 22 gennaio 2019

    2019 Sigep Cioccolato di Modica IGP

    Presentato oggi nel contesto del Sigep di Rimini il primo prodotto ad Indicazione Geografica con il “Passaporto Digitale”. Il progetto, avviato con il Consorzio di Tutela Cioccolato di Modica IGP, è stato realizzato dal Poligrafico dello Stato con la supervisione di CSQA Certificazioni e la Fondazione Qualivita.
  • 22 gennaio 2019

    Si afferma in Italia la #DopEconomy

    Il 2018 si è chiuso con la chiara conferma della #DopEconomy come volano dei principali distretti agroalimentari italiani. Lo dicono in primis i dati economici – presentati con il XVI Rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole DOP IGP – che mostrano un settore in continua crescita, che non si è arrestato neanche nei periodi di recessione del Paese e che oggi vale oltre 15 miliardi alla produzione e 8,8 miliardi all’export e rappresenta il 21% delle esportazioni agroalimentari made in Italy. Ma accanto ai dati strutturali sorgono considerazioni sul nuovo ruolo assunto dalle DOP e IGP all’interno dei territori italiani che si pongono come baricentro di una crescita che non è soltanto economica. Una percezione che emerge chiaramente viaggiando attraverso i distretti delle IG, ma che viene confermata anche dai “Big Data” sulle conversazioni digitali, che mostrano quali sono le parole chiave maggiormente utilizzate dalle persone in ...
  • 22 gennaio 2019

    Tracciabilità e gestione del valore: sfida per il sistema IG

    Nell’analisi della Fondazione Qualivita il punto di vista dei Consorzi sul tema giunto oggi ad un punto di svolta per il settore La difesa e la diffusione della cultura rurale sono tematiche che vedono da sempre impegnata la Fondazione Qualivita, con l’obiettivo primario di monitorare, analizzare, diffondere e promuovere gli aspetti più innovativi utili alla valorizzazione del settore agroalimentare e vitivinicolo DOP IGP italiano. Una tematica che oggi si impone all’attenzione del sistema come uno dei driver principali per salvaguardare e migliorare la “gestione del valore” dell’enogastronomia di qualità, è quella della tracciabilità, un aspetto prioritario giunto ad una fase di svolta nel comparto per le evoluzioni tecnologiche e culturali sopraggiunte negli ultimi anni. In questo numero di Consortium si propone un approfondimento per stimolare una riflessione da parte del sistema delle IG. Blockchain, Rfid, QrCode: parole che sempre più spesso vengono ...
  • 10 gennaio 2019

    il 4 febbraio a Siena il convegno “La Toscana delle qualità”

    Il giorno 4 Febbraio 2019 si svolgerà a Siena, un evento pubblico, dedicato alla cultura della qualità in Toscana, organizzato dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con la Regione Toscana e il Comune di Siena. Tutte le produzioni agroalimentari e vitivinicole toscane DOP e IGP saranno protagoniste della giornata per testimoniare il loro forte legame con alcune delle grandi tematiche di sviluppo del territorio: ambiente, cultura, turismo, cucina, benessere e innovazione. L'iniziativa che avrà inizio alle ore 16.00 si terrà nel prestigioso complesso museale Santa Maria della Scala di Siena in Piazza Duomo e sarà aperta al pubblico iscritto tramite il modulo sottostante fino ad esaurimento dei posti. ISCRIVITI ALL'EVENTO [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]
  • 14 dicembre 2018

    Adnkronos – Rosati, Qualivita: sempre più web e social nel futuro delle DOP IGP

    Il Direttore Generale di Qualivita Mauro Rosati intervistato da AdnKronos News auspica una maggiore organizzazione sulla rete per le eccellenze made in Italy a Indicazione Geografica.  
  • 14 dicembre 2018

    DOP e IGP volano sul web, 2,4 milioni di menzioni in 1 anno

    Analizzate nel Rapporto Ismea-Qualivita le conversazioni digitali delle 100 denominazioni DOP e IGP con il maggior numero di follower. Ingredienti di ricette, piatti consumati al ristorante, bicchieri di vino fotografati e postati. Sono 2,4 milioni le menzioni nell'ultimo anno riferite alle prime 100 Indicazione geografiche dei settori Food e Wine, generate da oltre 1 milione di autori per un ingaggio totale di quasi 64 milioni di utenti web. È quanto emerge dalla fotografia scattata dal Rapporto Qualivita-Ismea, delle conversazioni digitali realizzata per la prima volta sulle 100 denominazioni con il maggior numero di follower. L'analisi evidenzia l'elevato numero di consumatori che veicolano tramite i canali social contenuti e fotografie corredate da hashtag delle eccellenze produttive. Le DOP più menzionate sul web per il food, secondo il Rapporto, sono il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma e il Grana Padano, mentre per il wine il Prosecco, il Chianti e il ...