Argomento: EXPORT

  • 24 Febbraio 2020

    Export agroalimentare: trend +2,2% nel 2020 e +3,9% nel biennio 2021-2022

    Vendite di cibo e bevande italiani sono in crescita in Francia, il vino fa presa sul Giappone, dopo la cancellazione dei dazi tra UE e Sol Levante, anche se gli aggravi doganali USA potrebbero frenare alcune categorie: queste e altre previsioni nell'ultimo rapporto Sace sulle esportazioni italiane, che delinea un trend per il settore cibo e bevande che conoscerà un incremento delle vendite all'estero del +2,2% nel 2020 e che sarà in media anche maggiore, pari al +3,9%, nel biennio 2021-2022. Cresce a ritmo molto rallentato anche il comparto agricolo, che nel 2020 farà segnare +0,2%, per ...
  • 24 Febbraio 2020

    Brunello di Montalcino DOP e Barolo DOP tra i grandi del mondo

    Brunello DOP e Barolo DOP comandano la schiera dei vini italiani più presenti nelle wine-list dei ristoranti di New York, San Francisco e Londra con prezzi medi stellari – da 320 a più di 400 dollari a bottiglia -. Ma c’è ancora molto da fare rispetto al posizionamento dei competitor Bordeaux e Borgogna. Lo dicono i numeri presentati oggi a Benvenuto Brunello dal responsabile di Nomisma-Wine Monitor, Denis Pantini. L’analisi, realizzata su 3 città chiave di 2 Paesi, Usa e Regno Unito, leader nell’import di vino (oltre 9 miliardi di euro) dove l’on trade supera a valore in media ...
  • 21 Febbraio 2020

    ASSICA: stupore per la chiusura di Taiwan alle carni e ai salumi italiani

    Sconcerto e  stupore da parte di ASSICA, Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi nell’apprendere che le autorità di Taiwan hanno rimosso l'Italia dalla lista dei Paesi indenni da Peste suina africana, motivando la decisione con un peggioramento delle condizioni veterinarie della Sardegna. «Si tratta di una netta chiusura per l'export della nostra salumeria e delle carni suine verso Taiwan» - ha dichiarato il direttore di ASSICA Davide Calderone. Come si apprende da una precisazione delle autorità di Taiwan, il provvedimento «non è legato alla decisione di Roma sulle ...
  • 21 Febbraio 2020

    CETA, gli imprenditori lo hanno già promosso

    A oltre due anni dall'avvio dell`attuazione provvisoria del Ceta non posso che rallegrarmi di come i numeri dell`interscambio commerciale, così positivi per l'Italia, abbiano progressivamente smussato le posizioni di quelli che fino al settembre del 2019 presentavano il Ceta come una minaccia per la nostra economia, per la nostra salute e per l'ambiente. Finalmente il Ceta sembra uscire da quella narrativa poco razionale e un po` complottistica in cui era rimasto invischiato e inizia finalmente a essere osservato senza pregiudizi, così come avviene per tutti gli altri accordi di libero ...
  • 21 Febbraio 2020

    Missione Asiago DOP in Giappone

    Dal 21 febbraio al 14 marzo, il Consorzio Tutela Formaggio Asiago avvia una nuova stagione di valorizzazione e promozione in Giappone, con appuntamenti rivolti a far apprezzare il valore dell’alimentazione naturale e le proprietà nutrizionali di Asiago DOP. L’attività prende il via con la partecipazione all’EU Geographical Indications Cheese Festival, l’evento interamente dedicato a far conoscere i formaggi europei ad indicazione geografica, prosegue, dal 10 al 13 marzo, con la presenza a Foodex Japan, la principale fiera dell’agroalimentare in Giappone e si conclude, il 14 marzo, ...
  • 17 Febbraio 2020

    Consorzio Parmigiano Reggiano: gli USA non aumentano i dazi del 25% sui prodotti europei

    «Il Consorzio del Parmigiano Reggiano accoglie con entusiasmo la notizia che gli USA hanno deciso di non alzare i dazi al 25% imposti lo scorso ottobre a vari prodotti europei. Abbiamo lavorato nella direzione giusta, facendo squadra con le altre Indicazioni Geografiche, credendo fermamente che la Commissione Europea fosse l’unico tavolo al quale portare avanti la negoziazione, evitando di disperdere energie portando avanti diversi interessi da parte delle singole classi di rappresentanza. Il Consorzio Parmigiano Reggiano ha mantenuto coeso e compatto il mondo delle DOP: si è reso ...
  • 14 Febbraio 2020

    Ue-Vietnam: Eurocamera approva accordo di libero scambio con 38 IG italiane tutelate

    Via libera dal Parlamento europeo all'accordo di libero scambio commerciale Ue-Vietnam. L'accordo eliminerà praticamente tutti i dazi doganali tra le due parti nei prossimi dieci anni. I deputati hanno dato il loro consenso all'accordo di libero scambio con 401 voti, 192 voti contrari e 40 astensioni. "L'accordo più moderno, completo e ambizioso mai concluso tra l'Ue e un paese in via di sviluppo", cosi definito nella risoluzione di accompagnamento adottata con 416 voti favorevoli, 187 contrari e 44 astensioni, contribuirà a fissare gli standard commerciali nella regione Asean e ...
  • 14 Febbraio 2020

    Grana Padano DOP a “Gulfood” per crescere sui mercati asiatici

    Gulfood taglia il traguardo della 25esima edizione e il Consorzio Tutela Grana Padano presenterà la sua produzione nelle varie stagionature per il settimo anno. La più importante rassegna dedicata nel Medio Oriente al Food and Beverage si svolgerà dal 16 al 20 febbraio, con la partecipazione di 5mila espositori da 200 paesi, e conta di superare i 100mila visitatori. Per il formaggio DOP più consumato nel mondo, che nel 2019 ha raggiunto il record di 5.164.759 forme prodotte, con un incremento del 4,70 % rispetto al 2018, è una vetrina di assoluta importanza. «I produttori di Grana ...
  • 12 Febbraio 2020

    Barolo DOP e Barbaresco DOP a New York incoronate due annate stellari

    Un evento unico: si può riassumere così il primo Barolo & Barbaresco World Opening, che si è tenuto il 4-5 febbraio a New York, organizzato dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. Il 5 febbraio, giornata interamente dedicata alle nuove annate di Barolo DOP (2016) e Barbaresco DOP (2017), una commissione composta da Masters of Wine, critici, giornalisti e Master Sommeliers provenienti dai cinque continenti ha degustato le due annate, il cui punteggio in centesimi è stato poi rivelato durante la prestigiosa cena di gala che si è tenuta nel cuore del World ...
  • 11 Febbraio 2020

    Chianti DOP, nel 2019 vendite su del 6,3%: Italia primo mercato

    Il Chianti DOP archivia il 2019 con un deciso segno più: le bottiglie vendute sul mercato italiano sono cresciute del 6,3%, mentre sul mercato globale la crescita è stata dell'1% equivalente ad un milione di bottiglie in più. Numeri positivi, soprattutto se paragonati all'andamento commerciale delle bottiglie da 0,75 che sono cresciute in Italia solo dell'1,5%. Bene anche i mercati esteri che crescono di un punto percentuale, nonostante il calo della Germania (dove si è registrato un -10%) e la sostanziale stagnazione degli Usa. “Questi numeri mostrano che la strada imboccata ormai ...
  • 10 Febbraio 2020

    Consorzio Valpolicella: qualità, prezzo e sostenibilità per i millennials

    «I millennials saranno il nostro punto di riferimento nei prossimi anni, la sfida è trovare il modo di raggiungerli». Andrea Sartori, presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella, chiede un salto di qualità alle aziende produttrici che portano in giro per il mondo la denominazione di alcuni dei vini più famosi d'Italia tra cui l'Amarone della Valpolicella DOP, la punta di diamante, il Valpolicella Ripasso DOP, il Valpolicella DOP e il Recioto della Valpolicella DOP. L'80% dei produttori fanno parte del Consorzio e sono perlopiù realtà imprenditoriali di piccole e medie dimensioni. ...
  • 10 Febbraio 2020

    Il marchio del Pecorino Toscano DOP registrato nel Regno Unito

    Anche in Gran Bretagna l'unico Pecorino Toscano continuerà ad essere quello a Denominazione di Origine Protetta. Nei giorni scorsi, infatti, è stato registrato il marchio nel Regno Unito, un passaggio importante richiesto dal Consorzio di Tutela a fine 2019 e accolto, ora, dall’Intellectual Property Office di Londra. La registrazione del marchio garantisce che il riconoscimento e l’identificazione della DOP, messo in dubbio con l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, continui ad essere operativo, indipendentemente dall’esito degli accordi bilaterali. Una garanzia per i ...
  • 6 Febbraio 2020

    I francesi amano il Prosecco DOP: nel 2019 export a +8%

    Il rapporto con i cugini d’Oltralpe non si può certo semplificare in un semplice “Italia contro Francia”, perché non renderebbe giustizia alle somiglianze culturali che ci legano storicamente e, soprattutto a livello di consumi, non fotograferebbe la realtà dei fatti. Sì, perché l’Esagono, patria di grandi vini e delle prestigiose bollicine dello Champagne, è anche amante sfegatato del Prosecco DOP, le bollicine italiane più famose nel mondo: dopo averlo inserito, quasi un anno fa, nel celebre Le Petit Robert, il più celebre dizionario francese, la Francia è diventato il ...
  • 5 Febbraio 2020

    Timore dazi: in USA vola l’import per Barolo DOP e Brunello di Montalcino DOP

    Di fronte al rischio dazi, tremano anche i prodotti più blasonati. Certo, nel commercio e nella politica internazionali può capitare di tutto, ma l'eventualità di ulteriori gabelle su alcuni dei migliori prodotti agroalimentari nostrani, mette all'erta tutti. Anche grandi nomi come quelli di vini d'eccellenza: primi fra tutti il Brunello di Montalcino DOP e il Barolo DOP. E un segnale inconfutabile dell'agitazione del comparto, arriva dalla corsa ad accaparrarsi il prodotto prima dello scattare dei dazi. Ad indicare il fenomeno in Italia è l'agenzia specializzata WineNews.it che in una ...
  • 5 Febbraio 2020

    Asiago DOP: crescono i consumi in Italia

    Le famiglie italiane mettono sempre più Asiago DOP nel carrello della spesa. Nel 2019, la denominazione d’origine protetta veneto-trentina ha segnato una crescita a volume del 1,6% e a valore del 4,9%, in netta controtendenza col calo del comparto dei formaggi semiduri che ha raggiunto, nel medesimo periodo, un -4,6% a volume e un -3,5% a valore (dati GFK-Eurisko). L’anno della celebrazione dei 40 anni del Consorzio Tutela Formaggio Asiago e del suo lavoro per diffondere e tutelare, a partire dal 1979, il prodotto in Italia e nel resto del mondo, si chiude con una produzione totale di ...
  • 4 Febbraio 2020

    “A rischio la filiera del food italiano” Importatori Usa contro i nuovi dazi

    Per gli operatori inevitabili la chiusura di molte aziende o rincari per i consumatori. In 24mila hanno espresso il loro parere rispondendo a una consultazione online. No a nuovi dazi su prodotti food & wine italiani, dopo quelli addizionali del 25% applicati dal 18 ottobre scorso su formaggi, salumi e liquori (rincarati rispetto a quelli già applicati su alcuni beni, come i formaggi) e in previsione di una possibile nuova estensione delle tariffe doganali paventata entro il 15 febbraio. Gli americani che lavorano orgogliosamente con prodotti made in Italy chiedono a gran voce al ...