Argomento: CONSUMI

  • 21 Maggio 2020

    Salumi Italiani DOP e IGP: bene l’affettato e i tranci, soffrono banco, Cash&Carry ed export

    ISIT, Istituto Salumi Italiani Tutelati, l’Associazione di riferimento dei Consorzi di Tutela dei salumi DOP e IGP, che associa oggi 16 Consorzi in rappresentanza di 22 prodotti DOP e IGP, fornisce una fotografia del comparto durante la fase di emergenza del Coronavirus: dall’andamento del mercato - penalizzato dalla forte contrazione del banco taglio, dalla chiusura del canale Horeca e dalla sofferenza dell’export - a come è cambiata l’attitudine al consumo e alle possibili strategie per il futuro. A partire dall’inizio del periodo di emergenza, si è registrata una significa...
  • 19 Maggio 2020

    I vini Sicilia DOP reggono l’urto del Coronavirus

    La Sicilia del vino tiene nell’impatto con il lockdown e guarda avanti con moderato ottimismo. È questo il messaggio che arriva dall’edizione (virtuale) di Sicilia en Primeur, la manifestazione organizzata da 17 anni da Assovini Sicilia che riunisce nel mese di maggio un centinaio di giornalisti provenienti da tutto il mondo (questa volta collegati su Zoom). In dettaglio i numeri sono questi: «Mentre il vino italiano perde dal 35% al 40% del volume al mese a causa del lockdown, la Sicilia del vino ad oggi regge l’onda d’urto. La Doc Sicilia, nel primo quadrimestre 2020 registra ...
  • 15 Maggio 2020

    Dai ristoranti riparte il vino “fuori casa”, guidato da Millennials e revenge spending

    Con la riapertura, da lunedì 18 maggio, della ristorazione e del “fuori casa” si riattiva anche per il vino italiano un canale naturale, che vale al consumo 6,5 miliardi di euro l’anno. E, secondo l’instant survey dell’Osservatorio Vinitaly-Nomisma Wine Monitor, realizzata ad aprile su un campione rappresentativo di 1.000 consumatori di vino, solo il 23% degli italiani (in particolare donne, del Sud, che hanno avuto problemi sul lavoro) dichiara che andrà meno al ristorante, a fronte di un 58% per cui non cambierà nulla, fatte salve le adeguate misure di sicurezza da prendere ...
  • 14 Maggio 2020

    Ortofrutta, l’effetto lockdown su consumi e prezzi al dettaglio

    Gli acquisti cresciuti del +9,1% a marzo sullo stesso mese del 2019, un aumento medio dei prezzi del +9% per la frutta e un calo medio del -5% per gli ortaggi. Lo rileva, sulla base di dati GFK Italia, l’Osservatorio di Mercato di CSO Italy, il Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara, che da anni analizza con competenza riconosciuta anche a livello internazionale i dati del comparto.  In questo periodo particolare, di cambio di atteggiamento da  parte del consumatore  ma anche di grande attenzione dell’opinione pubblica verso questi temi – sottolinea Elisa Macchi, direttrice di CSO ...
  • 12 Maggio 2020

    Prosciutto di San Daniele DOP produzione in calo, bene i consumi e il Consorzio pensa a “nuovi tipi di offerta”

    Se nel corso degli ultimi quattro mesi la produzione del Prosciutto di San Daniele DOP è calata di circa il -10%, sono invece aumentate le vendite grazie all`assalto dei consumatori ai banchi della GDO. Un aumento a doppia cifra, che sfiora il + 35% e si deve alla vendita del crudo sandanielese nei negozi fisici (e no) di alimentari che hanno di gran lunga compensato la flessione legata alla sospensione dei ristoranti e dei bar. Almeno fin qui. Il futuro a sentire quanto riferito all`Ansa dal direttore del Consorzio  del prosciutto di San Daniele, Mario Cichetti, resta infatti incerto. ...
  • 7 Maggio 2020

    Spesa delle famiglie +7% nel primo trimestre, boom confezionato e on-line

    La spesa del primo trimestre cresce per l'effetto del lockdown del mese di marzo. Dopo la timida crescita del 2019 (+0,4%) la spesa delle famiglie italiane per prodotti alimentari cresce in misura importante nel primo trimestre 2020: +7% su base annua. Lo studio Ismea evidenzia che si tratta della variazione più forte degli ultimi dieci anni ed è conseguenza delle restrizioni imposte per fronteggiare il diffondersi del coronavirus, in tutto il territorio nazionale dalla fine di febbraio, che si protrarranno almeno fino al mese di maggio. I dati del Panel Ismea-Nielsen hanno evidenziato ...
  • 7 Maggio 2020

    Sicilia, crollate le richieste dell’olio di qualità DOP IGP

    Crolla la domanda di olio di qualità mentre aumenta quella di oli comunitari ed extracomunitari in offerta a pochi euro. È l`allarme delle assiciazioni di produttori siciliane con riferimento alla chiusura della Fase 1 che ha visto la diminuzione di oltre l'80 per cento della richiesta di prodotti extravergine DOP e IGP della Sicilia. Da un lato lo stop alla ristorazione e dall`altro l`aumento della preparazione di piatti in casa con l'utilizzo di olio a basso prezzo, ha determinato il blocco delle vendite di quello made in Sicilia con la conseguenza che i magazzini sono pieni. Tutto ...
  • 4 Maggio 2020

    ISMEA – Covid-19: analisi domanda e offerta alimentare nel secondo mese di emergenza

    Come già fatto per la prima fase dell'emergenza provocata dall'epidemia di Covid-19 (vedi articolo), anche nel secondo mese l'Ismea ha monitorato la filiera agroalimentare, dalla fase di produzione iniziale sino a quella delle vendite al dettaglio, misurando gli effetti imposti dal blocco totale del canale Horeca e dall'azzeramento dei flussi turistici sul mercato interno, sino alla contrazione dell'export. Nella parte produttiva della filiera, pure nella necessità di affrontare numerose criticità, il settore appare al momento ancora una buona capacità di tenuta e in grado di garantire ...
  • 4 Maggio 2020

    VINITALY-IRI – Effetti dell’emergenza, il vino cresce nella GDO nei primi quattro mesi

    La filiera vitivinicola italiana è duramente colpita dall'emergenza Covid19, soprattutto per la chiusura del canale Horeca e il calo dell’export. Gli italiani che in queste settimane hanno acquistato vino lo hanno fatto negli unici canali di vendita aperti: la Distribuzione Moderna, i negozi alimentari e lo shop on line. Per quanto riguarda la Distribuzione Moderna, l’istituto di ricerca IRI ha elaborato per Vinitaly i dati relativi al periodo che va da gennaio al 19 aprile 2020, dunque comprese le settimane di Pasqua. Nei primi 3 mesi e mezzo dell’anno le vendite di vino nella ...
  • 28 Aprile 2020

    L’Asti DOP gioca di anticipo e riparte da Russia e Asia

    Il Consorzio dell`Asti aveva pianificato ben prima dell`emergenza Coronavirus un potenziamento delle attività di promozione e valorizzazione, guardando alla non brillante chiusura del 2019: 85 milioni di bottiglie vendute, 3 milioni in meno rispetto al 2018. Ma ora la campagna promozionale «Asti e Moscato d'Asti DOCG... si riparte da qui» con il testimonial Alessandro Borghese,  sembra calzare a pennello per questi ultimi giorni di lockdown e per la nuova normalità che ci attende. «L`idea era di partire più avanti con gli spot in tv. ma abbiamo deciso di cambiare i piani e di approf...
  • 27 Aprile 2020

    Chiusi i ristoranti, fermo l’export il cibo si reinvesta al supermercato

    I boom delle vendite dei supermercati è stato una sorta di paracadute per molte filiere dell'agroalimentare italiano, ma da solo non basta a sostenere un comparto che vale ben 140 miliardi di euro, di cui 56 miliardi di export. Proprio il crollo dell'export e la chiusura del settore Horeca, ovvero tutta la ristorazione fuori casa che è stato di fatto azzerata dai decreti ministeriali, sono i due fattori che mettono a rischio la tenuta di molte imprese tricolori, nonostante i consumi casalinghi siano in decisa crescita. Quello della farina è probabilmente il miglior esempio di quanto sta ...
  • 27 Aprile 2020

    Vino consumi dimezzati, bene solo le vendite online

    Il lockdown non ha fatto per niente bene al vino italiano: certo sono aumentati gli acquisti online (saliti da un 20 al 25% dei consumatori) e dal nulla è nata una quota del 9% di italiani che ha effettuato aperitivi a distanza, ma per oltre il 5o% i consumi sono rimasti invariati e soprattutto il 30% degli italiani ha bevuto meno vino. È quanto è emerso da un`indagine dell`Osservatorio Vinitaly-Nomisma diffusa ieri e che ha sottolineato ancora una volta come il "tappo" dovuto al lockdown della ristorazione stia ingessando il vino europeo. Risulta senza sbocco di mercato il 30% in ...
  • 23 Aprile 2020

    Grana Padano DOP bene i consumi interni, ma l’export arranca senza Horeca

    La pandemia sta dando filo da torcere anche a uno dei best seller dell'alimentare italiano: il Grana Padano DOP regge bene sul mercato interno ma arranca all'estero. Il motivo è tutto nell'atteggiamento diverso dei consumatori: oltre frontiera, il Grana Padano DOP si mangia soprattutto nei ristoranti, quasi ovunque chiusi, mentre in Italia si acquista al supermercato, per la propria dispensa domestica. E da quando il virus ha costretto gli italiani in casa, c'è chi ne ha fatto scorta. Più del solito. «Nella vendita al dettaglio in Italia c'è stata una crescita importante - sottolinea ...
  • 22 Aprile 2020

    Cambio dei consumi colpisce le DOP: crollo per formaggi, prosciutti e vini

    Il coronavirus è un colpo al cuore dei prodotti DOP. Lo ha riconosciuto anche l'ultimo rapporto della Commissione europea: nel 2020 l'agroalimentare europeo dovrà fare i conti con una domanda sempre più sintonizzata sulle necessità di base e sempre meno sui prodotti di fascia alta. I consumatori, dice la UE, premiano pasta, riso, farina, frutta e verdura, mentre penalizzano i formaggi e vini DOP. E l'Italia è il secondo Paese UE per valore delle vendite di alimenti e bevande IGP, con un giro d'affari annuo che sfiora i 16 miliardi di euro. Al Consorzio per la tutela del Taleggio DOP, ...
  • 20 Aprile 2020

    Covid-19, Prosciutto di Parma DOP: contrazione delle vendite sul mercato interno

    l Coronavirus e le restrizioni per arginare la pandemia hanno modificato le abitudini di consumo degli Italiani, spostando l’ago della bilancia verso la grande distribuzione e i negozi tradizionali, con un’impennata delle consegne a domicilio per la spesa, il vino e il cosiddetto food delivery.   Un cambio degli equilibri che però non basta a riparare le perdite dovute di fatto al fermo del canale Ho.Re.Ca, che rifornisce locali e ristoranti. Almeno per quanto riguarda il Prosciutto di Parma Dop, realtà che impiega 50mila addetti nell’intera filiera, e che conta  140 Aziende ...
  • 17 Aprile 2020

    Grana Padano DOP: come il Coronavirus ha rivoluzionato i consumi

    La “tempesta” Coronavirus spariglia le carte nel mondo dei consumi anche per i grandi classici italiani, come il Grana Padano DOP. Il suo consorzio di tutela conta  128 caseifici produttori e 149 stagionatori per un totale di 40mila addetti e 5.164.759  forme prodotte nel 2019. Sono inoltre autorizzate a confezionare Grana Padano in porzioni e alla grattugiatura 205 aziende, e 19 a usare la DOP in prodotti composti elaborati e trasformati (CET). Retail e GDO in forte ascesa Un prodotto diffuso in Italia e all’estero, “simbolo” del made in Italy, che sta vivendo una rivoluzione ...