Argomento: CONSORZI DI TUTELA

  • 23 gennaio 2019

    Il 4 febbraio la cultura agroalimentare e vitivinicola toscana si racconta a Siena

    Un evento in tre momenti: convegno, tavola rotonda ed esposizione i delle eccellenze agroalimentari e vitivinicole DOP IGP regionali La Toscana è la prima regione italiana per numero di Indicazioni Geografiche, con 89 denominazioni DOP e IGP di cui 33 agroalimentari e 58 vitivinicole e un impatto economico che supera il miliardo di euro (1,04 Mld). Come riporta il Rapporto Ismea-Qualivita 2018, con 111 milioni di euro di valore alla produzione nel settore food e 926 milioni di euro nel wine, la regione è nella Top 5 nazionale per ritorno economico e vanta un’importante seconda posizione nel comparto vino. Siena è la prima provincia, per valore, delle DOP IGP della Toscana, con 426 milioni di euro, seguita da Firenze e Grosseto. Dati che raccontano un vero e proprio patrimonio del territorio, voce economica determinate, simbolo di tradizione e cultura e motore dei flussi turistici. Alle 16:00 di lunedì 4 febbraio a Siena, al Santa Maria della Scala, le produzioni ...
  • 23 gennaio 2019

    Siena per due giorni al centro della qualità agroalimentare

    Il 4 e il 5 febbraio 2019 a Siena protagoniste le produzioni agroalimentari e vitivinicole di qualità 4 febbraio 2019 ore 16.00 “La Toscana delle qualità”, un appuntamento dedicato alla cultura dell’eccellenza attraverso le grandi produzioni agroalimentari e vitivinicole del territorio. 5 febbraio 2019 ore 9.00 “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, un importante momento di confronto internazionale per definire una nuova proposta strategica per lo sviluppo del settore DOP IGP. La Fondazione Qualivita festeggia 18 anni di attività nel settore della tutela e della valorizzazione delle Indicazioni Geografiche agroalimentari e vitivinicole che l’hanno resa riferimento nazionale e internazionale per il sistema delle produzioni di qualità DOP e IGP, fino ad essere riconosciuta come soggetto di elevata capacità tecnico-scientifica dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo. Una storia iniziata da Siena e che proprio in ...
  • 22 gennaio 2019

    Vini del Monferrato: sinergia, ricerca e promozione per il territorio

    Il presidente Mobrici: “siamo un Consorzio che aiuta le aziende offrendo a tutte le DO le stesse possibilità” Nel 1946, sette aziende dettero vita al Consorzio per la difesa dei vini tipici Barbera d’Asti e Freisa d’Asti, per garantire la genuinità e la diffusione di queste produzioni sui mercati nazionali ed esteri, grazie ad appositi marchi distintivi. Oggi le aziende associate sono oltre 300 e si riconoscono sotto il nuovo nome di Consorzio Barbera d’Asti e dei vini del Monferrato, che tutela complessivamente tredici denominazioni. Il Consorzio rappresenta una realtà che contribuisce in modo determinante allo sviluppo dell’intero territorio circostante e rappresenta il punto di riferimento di una filiera quotidianamente impegnata a preservare il proprio ambiente e innalzare la qualità delle produzioni. Ce ne parla il presidente Filippo Mobrici, responsabile vinicolo dei poderi della Bersano Vini, conosciuto come “l’uomo della Barbera”, che è al suo ...
  • 22 gennaio 2019

    Pomodoro di Pachino IGP, cinque varietà per un territorio unico

    Il presidente Lentinello: “Consorzio strumento primario per fronteggiare insieme le sfide del mercato globale” Siamo nel lembo estremo dell’Italia (e dell’Europa). Qui, dove si incontrano i due mari, Jonio e Mediterraneo, soggiorna il sole per più ore di luce all’anno. Ed è proprio grazie all’acqua salmastra e alla luce che nasce il Pomodoro di Pachino IGP. Pachino è un piccolo Comune di circa 22 mila abitanti, ma è molto conosciuto perché il suo nome nell’immaginario collettivo è associato a un pomodoro, in particolare alla varietà del ciliegino, piccolo e rosso. Il Consorzio vigila sul marchio IGP fin dalla sua costituzione, il 31 agosto del 2002. In realtà sono cinque le tipologie che rappresentano il Pomodoro di Pachino IGP con un vasto ventaglio di sfumature organolettiche: il ciliegino è di certo quella a cui si deve la maggiore notorietà del nome “Pachino” per la sua maggiore penetrazione nel mercato e la sua immediata riconoscibilità; ad ...
  • 22 gennaio 2019

    La Grappa, eccellenza a Indicazione Geografica degli Spirits italiani

    Acquaviti, Grappa, Brandy italiano e liquori ma anche additivi alimentari come l’acido tartarico naturale, bioenergie, bioetanolo, coloranti naturali e fertilizzanti. È questo il multiforme settore della distillazione italiana in cui opera Asso- Distill l’Associazione Nazionale Industriali Distillatori di alcoli ed Acquaviti, attiva dal 1946. Un mondo caratterizzato da materie prime di diversa natura: cereali, vino, vinacce e frutta, ciascuna con specifiche peculiarità e processi di trasformazione. Spesso le materie prime utilizzate in distillazione provengono da precedenti lavorazioni, come, ad esempio i sottoprodotti della filiera vitivinicola, e quindi la produzione risente fortemente della loro effettiva disponibilità, portando il settore distillatorio ad adeguarsi di anno in anno alle specificità della filiera, di cui costituiscono l’anello finale. Ma è qui il valore della distillazione dei sottoprodotti: un vero e proprio esempio virtuoso di economia circolare ...
  • 22 gennaio 2019

    Ferrero punta sull’eccellenza ortofrutticola italiana

    La più grande azienda italiana del settore dolciario lancia nuovi prodotti, collaborando con i Consorzi di tutela La Ferrero sceglie produzioni DOP IGP italiane per nuove proposte dolciarie sempre più accattivanti che strizzano l’occhio al consumatore attraverso la presenza nelle merendine di due produzioni ortofrutticole certificate come il Limone di Siracusa IGP e la Pesca e Nettarina di Romagna IGP. La Ferrero, il colosso italiano dei dolciumi, multinazionale ancora molto legata al territorio italiano, nasce ad Alba (Cuneo) negli anni quaranta del Novecento, dalla trasformazione di una pasticceria in fabbrica. Qui si avvia una produzione che a partire dagli anni del dopoguerra si amplia e si allarga, successivamente ospitata da nuovi stabilimenti e sedi operative in Italia e all’estero. Attiva nel settore dolciario, ha inventato e commercializza prodotti famosi in tutto il mondo come Nutella, Rocher, Pocket Coffee, i prodotti Kinder, Estathé e Tic Tac. Il Gruppo ...
  • 18 gennaio 2019

    Difendere la qualità. Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP, il DG Desimoni: «Urge salto di qualità per raccontare le nostre eccellenze»

    Strumenti sempre più adeguati alle esigenze del mercato e degli operatori per promuovere e valorizzare eccellenze del territorio italiano, come l’Aceto Balsamico di Modena IGP, rinomato in tutto il mondo per le sue peculiarità ma anche molto imitato. E proprio per evitare questi spiacevoli “inconvenienti” che il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena è da anni impegnato in battaglie, anche legali, a cui si affiancano attività di comunicazione e promozionali in Italia e all’estero per raccontare un prodotto che racchiude in sé la storia e le tradizioni di un’intera terra. Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena sarà presente a Siena il 5 febbraio per il Kickoff di Qualivita in cui si farà il punto sulle indicazioni geografiche e sulle opportunità di crescita del sistema delle denominazioni.  Ad agricultura.it il direttore generale Federico Desimoni Quale è il bilancio per l’anno del 2018? «Il 2018 è iniziato all’insegna di una ...
  • 17 gennaio 2019

    Vernaccia di San Gimignano DOP, Campatelli: «Consumatori sempre più consapevoli, come IG bisogna dare di più

    Consumatori sempre più attenti a ciò che bevono con un occhio di riguardo per l’ambiente. Archiviato un 2018 un po’ sottotono a causa di siccità e gelate tardive, il Consorzio del Vino Vernaccia di San Gimignano è pronto a nuove sfide, tra il consolidamento della presenza nei mercati del centro Europa e la promozione e la valorizzazione del “Vernaccia di San Gimignano Wine Experience La Rocca”, la struttura inaugurata nel centro storico della città delle torri. Quale è il bilancio del Consorzio dell’annata 2018? «Il 2018 è stato un anno relativamente difficile a causa dell’andamento dell’annata 2017 che ha avuto una produzione ridotta del 26% in quantità a causa della gelata tardiva e delle siccità. Nel 2018 il numero di bottiglie è pertanto diminuito da 5.300.000 prodotte in media negli ultimi cinque anni a 4.600.000 nel 2018. Questa situazione era ampiamente attesa ma ovviamente tutto è stato più complicato». Cosa vi attende nel 2019? ...
  • 16 gennaio 2019

    Focus Filiere – Intervista a Albino Armani presidente Consorzio Vini DOC delle Venezie

    È il primo, e ancora oggi l’unico, caso di Consorzio vinicolo di tutela in Italia organizzato per gestire una denominazione che supera i confini amministrativi di tre Regioni. Un’esperienza innovativa progettata per restituire una forte identità territoriale al vino-vitigno bianco italiano più esportato e conosciuto al mondo, il Pinot grigio, che ritrova nel Nordest italiano la sua culla produttiva d’elezione e che nel disciplinare della DOC delle Venezie ha trovato nuove regole produttive rigorose e omogenee, e nel giovane Consorzio (fondato nel 2017) un’organizzazione unitaria di gestione, controllo e certificazione che ha aperto una strada nuova all’esperienza consortile in Italia. “Il nostro obiettivo quando abbiamo scritto il disciplinare e posto le basi per la costituzione del Consorzio – racconta il presidente Armani – è stato quello di definire le regole per dare una regia gestionale unica ad un vasto territorio e costruire un sistema produttivo ...
  • 11 gennaio 2019

    Consorzio Arancia Rossa di Sicilia IGP, Selvaggi: “serve un piano agrumicolo nazionale e regole uguali per crescere ancora”

    Un’Arancia Rossa di Sicilia IGP da record quella che ha chiuso il 2018, dove si sono raggiunte le 18 mila tonnellate di prodotto commercializzato. Un traguardo mai tagliato prima che rappresenta però solo una tappa, seppur importante, nel percorso di crescita che sta facendo il Consorzio dell’Arancia Rossa. Consorzio impegnato sia nella crescita quantitativa del prodotto, sia nella tutela e per la competitività sui mercati dell’arancia rossa, partendo da regole internazionali uguali per tutti i paesi competitor. Consorzio che sarà presente a Siena il 5 febbraio per il Kick-off di Qualivita in cui si farà il punto sulle indicazioni geografiche e sulle opportunità di crescita del sistema delle denominazioni. Ad agricultura.it il direttore del Consorzio Arancia Rossa Igp Giovanni Selvaggi. Direttore Selvaggi, come si presenta l’Arancia Rossa Igp nel nuovo anno, 2019? «Abbiamo chiuso la campagna 2018 con un risultato mai raggiunto in passato (18mila tonn) ed ...
  • 9 gennaio 2019

    Consorzio Mozzarela di Bufala Campana DOP, Saccani: «Cibo è cultura ed economia. Ma per le IG serve regia unica»

    E’ uno dei prodotti più amati dagli italiani e un simbolo del made in Italy nel mondo. Una filiera produttiva giovane e dinamica, dove solo il 14% di chi opera nella ‘filiera DOP’ ha un’età superiore ai 50 anni. Ed un Consorzio che proprio per questo punta a crescere ulteriormente in qualità, non solo a livello di prodotto finale, puntando su formazione e cultura. La Mozzarella di Bufala Campana è il più importante marchio Dop del centro-sud Italia. Nel 2017 sono stati prodotti poco più di 47 milioni kg di Mozzarella di Bufala Campana DOP (+6,3% sul 2016). Non sono ancora definitivi i dati del 2018 ma la crescita produttiva e l’interesse intorno alla mozzarella di bufala campana DOP sono destinati a crescere.   Direttore Pier Maria Saccani, come si è chiuso il 2018. Qual è lo stato salute della DOP?   «E’ stato un anno molto positivo il 2018, chiuderemo con un aumento di produzione di oltre il 5 per cento, che va a concludere un ...
  • 8 gennaio 2019

    Prosecco DOC, Direttore Giavi: ‘Ai consorzi maggiore dinamismo dentro regole UE’

    Un trend di crescita che non si arresta e perfettamente in linea con quello mondiale di settore. Il Prosecco DOC si apre a nuovi mercati ed è pronto a raccogliere le sfide di una domanda che corre sia in Italia che all’estero con un consumatore sempre più attento ed esigente. Con Luca Giavi, direttore generale del Consorzio di tutela Prosecco DOC abbiamo fatto un bilancio dell’anno appena concluso con un’attenzione particolare alle proposte per il rafforzamento del sistema delle Indicazione Geografiche che sarà al centro del #KickOffQualivita, meeting in programma a Siena il prossimo 5 febbraio e in cui il direttore sarà coordinatore della sessione tematica "IG: un nuovo patto con i consumatori e le comunità locali". Direttore, che hanno è stato quello appena concluso? Il 2018 si è concluso in linea con le attese. Avevamo previsto nella nostra programmazione triennale una crescita tra il 5 e il 7% annua. Il 2018 si è concluso con circa un +6% di incremento ...
  • 7 gennaio 2019

    Mozzarella di Bufala Campana DOP: nel 2018 produzione da record

    "Chiuderemo il 2018 toccando un record storico per la Mozzarella di Bufala Campana DOP, quello dei 50milioni di chili prodotti in un anno, che confermano un trend di crescita ormai consolidato. Il prodotto piace ed è sempre più richiesto, ma è necessario nel 2019 aumentarne la redditività per i produttori, perché alla domanda deve corrispondere un prezzo adeguato”. Al cospetto di numeri e performance sempre più positive, che pongono la Mozzarella di Bufala Campana al quarto posto in Italia tra le DOP per quantità prodotta con una crescita del 5% nel 2018 che sale al 20% considerando l'ultimo triennio - il direttore del Consorzio di Tutela Pier Maria Saccani guarda al futuro immediato, al 2019, con un obiettivo ben preciso: “continuare a puntare sulla qualità, perché è la nostra cifra caratteristica e immediatamente riconoscibile al pubblico dei consumatori, e in questo modo far crescere il fatturato del comparto”. Un comparto in salute, dove i giovani sono ...
  • 19 dicembre 2018

    Accordo UE-Messico, Consorzio Grana Padano: necessario mantenere la protezione del termine “grana”

    “Incomprensibile ed inaccettabile”, è questo il commento del Presidente del Consorzio Nicola Cesare Baldrighi riguardo alla previsione contenuta nel capitolo sulla proprietà intellettuale dell’Accordo commerciale fra Unione Europea e Messico, nella quale si afferma che la protezione del termine “GRANA” non è richiesta. “Tale previsione – prosegue Nicola Cesare Baldrighi –, innanzitutto è in contrasto col fatto che il termine ‘GRANA’ è notoriamente parte integrante e caratterizzante della Denominazione di Origine Protetta GRANA PADANO, come riconosciuto anche dal Tribunale di Primo Grado delle Comunità Europee nella sentenza del 12 settembre 2007 nella causa T 291/03 sul marchio comunitario GRANA BIRAGHI. Ma soprattutto, pare inconciliabile col fatto che in Messico il Grana Padano è riconosciuto ai sensi dell'Accordo di Lisbona, con conseguente impegno del Messico a proteggere la denominazione contro qualsiasi imitazione o usurpazione”. “La ...
  • 13 dicembre 2018

    Grana Padano DOP al top anche nel 2018: volano produzione e consumi

    Aumento del 4,6% negli acquisti delle famiglie e del 7% da parte del settore della ristorazione, oltre a un incremento dell'export del 5,4% nei primi nove mesi dell'anno. Sono solo alcuni dei numeri positivi che hanno caratterizzato il 2018 del Grana Padano. "In termini di forme – ha spiegato Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio – abbiamo raggiunto la quota record di 4.940.000 continuando a essere, in questo modo, il prodotto DOP più consumato del mondo. Particolarmente significativo è anche l'incremento, rispetto al 2017, delle forme 'Grana Padano Riserva' che cresce del 32% a testimonianza di come il consumatore apprezzi prodotti d'eccellenza". Bene anche il dato del 'grattugiato' che fa segnare, rispetto all'anno passato, un +10%. "Segnali dunque incoraggianti – ha concluso il presidente Nicola Cesare Baldrighi – che, nonostante la crisi economica e le difficoltà generalizzate per imprese e famiglie, ci fanno guardare con ottimismo al nuovo anno ...
  • 7 dicembre 2018

    Solidarietà: il Consorzio Mozzarella di Bufala Campana DOP dona mensa nelle Marche

    Mozzarella di Bufala Campana DOP e la solidarietà. Il Consorzio di Tutela non ha dimenticato il dramma delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto del 2016. Gli oltre cento soci dell’organismo, infatti, nei mesi scorsi hanno stanziato un contributo straordinario di beneficenza. Sono stati donati 100mila euro alla Fondazione Francesca Rava NPH Italia onlus di Milano, destinati alla realizzazione della cucina e dello spazio mensa della nuova Scuola dell’infanzia a Pieve Torina (nelle Marche, in provincia di Macerata) distrutta dal sisma del 30 ottobre 2016. Il cantiere è ormai completato e l’istituto, con la mensa donata dal Consorzio, sarà inaugurato l’11 dicembre, a poco più di due anni dal secondo anniversario del terremoto, nell’ambito di un evento commemorativo, su invito di Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina, e Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione Rava, con il patrocinio della Camera dei deputati. A Pieve Torina ...