Argomento: CONSORZI DI TUTELA

  • 13 aprile 2019

    Caseifici Aperti: un week-end alla scoperta del Parmigiano Reggiano DOP

    Sabato 13 e Domenica 14 Aprile, visite guidate e degustazioni in oltre 50 caseifici tra Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Mantova. Il Consorzio del Parmigiano Reggiano invita tutti gli appassionati del Re dei Formaggi all’ edizione primaverile di "Caseifici Aperti" che si terrà Sabato 13 e Domenica 14 Aprile. Un viaggio alla scoperta della DOP italiana più seguita sui social - dati Rapporto Ismea-Qualivita 2018 – con visite alla produzione e tante attività per adulti, famiglie e bambini. Saranno oltre 50 i produttori che apriranno le porte dei propri caseifici per permettere ai visitatori di assistere alla nascita del Parmigiano Reggiano e passeggiare nei suggestivi magazzini di stagionatura. Un autentico viaggio nel tempo alla scoperta del metodo di lavorazione artigianale, rimasto pressoché immutato da oltre nove secoli. Partecipare a "Caseifici Aperti" è semplicissimo grazie al sito web www.parmigianoreggiano.it. Accedendo all’apposita sezione, in ...
  • 18 febbraio 2019

    Prosecco DOP torna sulla sostenibilità e segue il primo Mondiale di Moto elettriche

    E’ stato presentato  a Barcellona, il primo Campionato Mondiale di moto elettriche, denominato MotoE ™. Si correrà nel 2019 in cinque tappe europee che si svolgeranno nella giornata di gare della MotoGP ™ ottenendo, sin da subito, un’altissima visibilità per piloti e aziende coinvolte. Prosecco DOP sarà quindi accanto ai piloti sia sul podio della MotoGP ™ che su quello della MotoE ™. "Sono appena rientrato dalla Spagna -racconta Zanette - e, presenti a Barcellona per il lancio della MotoE ™, c’erano tre realtà riconosciute come espressione della Genialità Italiana: Enel X (Title Sponsor, società di Enel dedicata esclusivamente alle soluzioni per la mobilità elettrica), ENERGICA (Official Manufacturer, azienda italiana scelta tra più competitors internazionali dopo due anni di test) e Prosecco DOC, partner ufficiale del triennio 2019-2021. Penso passeremo alla storia per aver supportato il primo campionato mondiale di ...
  • 18 febbraio 2019

    Il Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP interviene sullo scioglimento del Consiglio Comunale

    La decisione del Ministero dell’Interno di sciogliere il Consiglio Comunale di Pachino per infiltrazioni mafiose per 18 mesi tocca anche il Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP, i cui vertici esprimono preoccupazione e intervengono sul tema della legalità per garantire azioni che concorrano a rafforzare questo profilo in agricoltura. “Quanto accaduto ieri è una decisione preoccupante e spiacevole per il nostro territorio - dice Sebastiano Barone, direttore del Consorzio - Si attendeva una decisione in tal senso, ma non pensavamo sarebbe stata così drastica. La comunità pachinese è una comunità operosa e produttiva che merita rispetto e condizioni favorevoli per crescere. Noi, in quanto rappresentanti di una parte importante del comparto agricolo, sentiamo il dovere di tutelare il nome del prodotto e la sua reputazione; Pachino è la città che lo ha reso famoso in tutto il mondo e riteniamo che sia un nostro capitale comune da difendere”. Parole di solidari...
  • 14 febbraio 2019

    Vino, in arrivo una nuova DOP per il Monferrato: la UE pubblica in Gazzetta la denominazione Nizza

    Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della UE si avvia a conclusione il percorso di riconoscimento comunitario del Nizza DOP, che va ad aggiungersi alle Denominazioni di Origine tutelate dal Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato. Un risultato che giunge al termine di un percorso burocratico iniziato nel 2014, quando il Consorzio decise di richiedere il riconoscimento a Denominazione di quella che dal 2008 era una sottozona della Barbera d’Asti DOP. Ed è grazie al suo costante impegno nel promuovere le proprie istanze presso tutte le sedi deputate, che oggi si celebra il riconoscimento definitivo di questa Barbera in purezza, coltivata in 18 comuni del sud astigiano. “Siamo ovviamente felici di questo riconoscimento – dichiara Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio della Barbera d’Asti e vini del Monferrato – che consente ai produttori del Nizza DOP di fregiarsi di un marchio di qualità riconosciuto a livello mondiale. L’obiettivo è ...
  • 13 febbraio 2019

    Fruit Logistica di Berlino 2019: ottimi riscontri per l’Arancia di Ribera DOP

    La promozione dell'Arancia di Ribera DOP alla Fruit Logistica di Berlino, la più importante vetrina mondiale dell'ortofrutta, rappresenta la strategia vincente per intercettare mercati importanti, con conseguenti benefici sull’export e sullo sviluppo economico del territorio. La fiera internazionale, che anche quest'anno per tre giorni ha attratto migliaia di visitatori, ha rappresentato per gli operatori dell'Arancia di Ribera DOP un momento straordinario di incontro con clienti e buyers mondiali, nel suggestivo scenario del padiglione dell’Assessorato Agricoltura della Regione Sicilia, dove migliaia di visitatori hanno apprezzato il quartiere storico della “Vucciria di Palermo”, abilmente rappresentato. L'Arancia di Ribera DOP a Berlino ha confermato il suo successo, con una qualità di arance eccellenti ed una produzione al di sopra delle aspettative, in una campagna agrumicola da ricordare, anche alla luce dei recenti accordi commerciali verso i mercati ...
  • 13 febbraio 2019

    AICIG: si può evitare la crisi se tutti rispettano i patti

    Il Presidente di AICIG – Origin Italia Cesare Baldrighi, ritiene che i piani produttivi nel settore lattiero caseario possano essere l’elemento di equilibrio tra domanda e offerta. I piani produttivi del settore lattiero caseario possono rappresentare l’elemento di equilibrio tra domanda ed offerta. A monte dell’attuale disequilibrio, di cui si stanno manifestando gli effetti proprio in questi giorni con la dura protesta degli allevatori sardi, vi è un dato da constatare: il 2017 è stato un anno record per i prezzi che hanno superato talvolta gli 8 euro al chilo; questo ha determinato un incremento produttivo di circa il 25% e contestualmente una contrazione del mercato del 44%. Alla luce di siffatte condizioni, risulta evidente che una caduta di tutto il mercato del Pecorino Romano DOP e quindi del latte ad esso destinato fosse inevitabile. “I mercati sono sempre più difficili - afferma Cesare Baldrighi, Presidente di AICIG – Origin Italia - ...
  • 12 febbraio 2019

    Il presidente del Consorzio del Pecorino Romano DOP: “Occorre una soluzione”

    “Occorre trovare una soluzione, la situazione è fuori controllo. E’ necessario che le autorità intervengano altrimenti la disperazione può portare all’ imprevedibile”. E’ il commento di Salvatore Palitta, presidente del Consorzio di Tutela del Pecorino Romano DOP. Palitta, alla politica chiede una soluzione immediata per la fase di emergenza e una più strutturale per riequilibrare la filiera, ha piegato la soluzione individuata dal Consorzio di Tutela: “Abbiamo previsto un ritiro dal mercato di 20mila quintali di Pecorino Romano DOP per un progetto a lunga stagionatura a cui attribuiremo il marchio ‘Grande riserva’. Un investimento da circa dieci milioni di euro”. Quanto alla protesta degli allevatori, il presidente afferma che il prezzo del latte dovrebbe essere adeguato ai costi. Ma aggiunge: “I due fattori che determinano il prezzo del latte dipendono dalla gestione delle produzioni e dalla gestione delle giacenze. Tutto il resto è filosofia...
  • 11 febbraio 2019

    Dal Meeting Qualivita di Siena le basi per il futuro delle Indicazioni Geografiche d’Italia e d’Europa

    Il “Geographical Indications Kick-Off Meeting”, promosso a Siena dalla Fondazione Qualivita, insieme ad Aicig, Federdoc, OriGIn, Origen España (Spagna), Prima Foundation e Inao (Francia), ha sottolineato come il futuro delle Indicazioni Geografiche e dei Consorzi che le tutelano abbia bisogno di nuovi strumenti normativi, di un diverso patto fra produzione e territori e della la necessità di un interlocutore istituzionale unico. La vera novità dell’appuntamento senese di Qualivita, è l’aver riunito intorno ad un unico tavolo di lavoro i vertici di oltre 50 Consorzi di Tutela provenienti sia dal mondo del cibo che del vino italiano, aggiungendo la presenza  di rappresentanti istituzionali legati al mondo delle indicazioni geografiche provenienti da Francia, Spagna,  Portogallo, Giappone e Norvegia, per affrontare anche temi legati all’Europa e  sottolineare l’importanza che hanno gli accordi bilaterali per la tutela delle IG. “Serve una strategia di ...
  • 11 febbraio 2019

    Il Cioccolato di Modica IGP presente alla BIT di Milano

    Grazie all’invito della Regione, segnatamente degli Assessori Edy Bandiera e Alessandro Pappalardo, il Cioccolato di Modica, primo cioccolato europeo a marchio IGP, sarà presente con tutto il suo carico di storia e di bontà nel padiglione 3, il più grande in assoluto – 850 metri quadri, cento in più di quello che ospita la Lombardia – che accogliere la Sicilia alla Bit, la Borsa internazionale del turismo, in programma a Milano dal 10 al 12 febbraio. Un evento di straordinaria importanza sotto il profilo turistico che vedrà la città, grazie all’intesa tra il Comune e il Consorzio del Cioccolato, rappresentata da uno dei suoi attrattori turistici: il cioccolato di Modica IGP. Nell’area dedicata alle eccellenze siciliane (vini, formaggi e arance rosse) si potrà degustare il cioccolato di Modica IGP offerto dalle imprese consortili Casalindolci, Di Lorenzo, Nacrè, Peluso e Rizza, mentre un grande ledwall trasmetterà: immagini della tecnica settecentesca ...
  • 8 febbraio 2019

    Il presidente del Consorzio al sottosegretario Di Stefano: “Serve soluzione per la logistica dell’export agroalimentare”

    “Prendiamo atto con piacere che il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano è un grande estimatore della mozzarella, come ha scritto sul suo profilo facebook, facendosi ritrarre mentre mangia una mozzarella. Proprio per questo converrà che portarla fresca sulle tavole di tutto il mondo dovrebbe essere una priorità per tutti”. Domenico Raimondo, presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop e anche di Afidop (l’associazione che raggruppa i formaggi Dop italiani), interviene così nella polemica seguita alla frase del sottosegretario a proposito del dibattito sulla Tav (“I cittadini italiani non hanno bisogno di spedire una mozzarella venti minuti prima in Francia”, ha sentenziato ieri). L’intervento di Raimondo va a sostegno delle tesi già espresse da Assolatte: “La logistica – spiega il presidente – è uno dei principali problemi da risolvere per l’agroalimentare italiano e in particolare per il nostro prodotto. L’exp...
  • 8 febbraio 2019

    Consorzio Asolo Montello, la crescita non si ferma

    I numeri del Consorzio Vini Asolo Montello continuano a crescere, confermando il trend positivo: nel 2018 sono state oltre 12 milioni le bottiglie consortili di Asolo Prosecco Superiore DOP prodotte e immesse nel mercato. Anche le piccole produzioni locali sono aumentate: dal 2014 ad oggi quella di Montello DOP è passata da 3 mila a 51 mila bottiglie, raddoppiando il dato del 2017. L’incremento della produzione non ha comunque modificato il paesaggio unico dei Colli di Asolo e del Montello, conservandone le peculiarità. La superficie vitata, che comprende sia i vigneti a bacca bianca che quelli a bacca rossa, è pari a poco più di 2.100 ettari e rappresenta solo il 9 per cento dell’intera superficie dell’Asolo Montello. “Quelli registrati nel 2018 sono dei risultati che ci danno grande soddisfazione – spiega Armando Serena, Presidente del Consorzio Vini Asolo Montello - la crescita costante dell’Asolo Prosecco Superiore DOP ribadisce che il nostro vino ...
  • 7 febbraio 2019

    Rucola della Piana del Sele: avvio all’iter per il riconoscimento dell’IGP

    Negli anni'80 è stata il simbolo del craxismo: rucola e bresaola o rucola e grana era il piatto di una Italia, finalmente sfamata, che iniziava a mettersi a dieta. Ha resistito a tutte le mode, tanto da presentarsi ieri a Berlino con la richiesta di marchio IGP. Se l'Unione Europea darà semaforo verde al dossier presentato dal ministero dell'Agricoltura, la Rucola della Piana del Sele IGP si collocherà al terzo posto come fatturato tra i marchi Ue, con 850 milioni, subito alle spalle del Grana Padano (1300 milioni) e del Parmigiano (1200 milioni). La Piana del Sele bussa dunque alle porte della Ue capitana dal presidente della Coldiretti Salerno Vito Busillo: la realtà di una agricoltura moderna, capace di essere competitiva nel mondo globalizzato, con ben 3600 ettari divisi da 430 aziende di cui oltre il 60% guidate da giovani. Fonte: IL MATTINO SCARICA ARTICOLO COMPLETO
  • 6 febbraio 2019

    Il ministro Centinaio: “‘Siena può essere un traino per l’Italia”

    La due giorni del convegno "La Toscana delle qualità", organizzato dalla Fondazione Qualivita, che ha animato il Santa Maria della Scala. È stata un successo. La sala San Pio dell'ex ospedale ha richiamato lunedì molti senesi, accorsi in Piazza Duomo perché interessati agli argomenti trattati sulle eccellenze agroalimentari del territorio. Ieri a prendere parte all'iniziativa sono stati gli imprenditori del settore e gli addetti ai lavori, provenienti da varie zone del Paese e anche dall'estero. I membri dei consorzi del vino e gli imprenditori del settore agroalimentare hanno ascoltato l'intervento del ministro dell'agricoltura e del turismo Gian Marco Centinaio, arrivato a Siena appositamente per questa occasione. Ha utilizzato belle parole per Siena: "Questa è una realtà - ha detto - molto importante per il settore agroalimentare e va tenuta in forte considerazione. I prodotti enogastronomici sono di alta qualità, sono noti e apprezzati in tutto il mondo. ...
  • 6 febbraio 2019

    Centinaio, è importante il ruolo dei consorzi tutela per lo standard dei prodotti alimentari

    SIENA - "Il fatto che i nostri prodotti siano tra i più copiati al mondo vuol dire che a livello di storia, qualità e controlli siamo sopra la media mondiale". Lo ha detto a Siena, a margine del forum Qualivita sulle denominazioni geografiche, il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. "In questo momento - ha aggiunto il ministro - il ruolo dei consorzi di tutela è importante perché mantengono quello standard qualitativo che viene richiesto in giro per il mondo". "L'Italian sounding esiste quando non esiste l'Italian original - ha concluso Centinaio - e quindi quello che dobbiamo fare è una migliore promozione del sistema Italia in giro per il mondo". Fonte: ANSA.it SCARICARE ARTICOLO COMPLETO
  • 6 febbraio 2019

    La capitale dell’Italia di qualità. Il ministro Centinaio e l’evento sui giovani agricoltori

      Il ministro Centinaio al Forum Qualivita: «Siena testimonial per enogastronomia e arte». Quando il ministro per le politiche agricole Gian Marco Centinaio, prende la parola al Forum promosso dalla Fondazione Qualivita sulle denominazioni geografiche, cinquanta presidenti e dirigenti dei consorzi di tutela sono già sfilati sul palco, lanciando ognuno la propria idea di promozione e salvaguardia. Per questo diventa quasi beffardo quell'invocazione del ministro di «parlare con una voce sola» quando si vuole promuovere l'enogastronomia dell'Italia. «Siamo a un punto di svolta. Dobbiamo essere più incisivi nella promozione del nostro Paese - afferma Centinaio -. Qualcuno si accontenta di aver toccato i 42 miliardi di euro di esportazioni per l'agroalimentare. Ma se guardo ai 60 miliardi che esporta la Germania, ritengo che l'Italia possa fare ancora di più. Cosa abbiamo noi meno della Germania? Come possiamo essere solo il quinto esportatore di vino in ...
  • 6 febbraio 2019

    Una cabina di regia per i consorzi di tutela

    Cabina di regia unica, interlocutore unico, semplificazione delle procedure. Sono le esigenze avanzate dai consorzi di tutela delle indicazioni geografiche (IG), riuniti a Siena per il Geographical Indications Kick-Off Meeting. Organizzato dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con Aicig, Federdoc, OriGIn, Origen España (Spagna), Prima Foundation e Inao (Francia), l'iniziativa ha messo a confronto le esperienze delle indicazioni geografiche con l'obiettivo di esaminare gli sviluppi futuri del settore e l'agenda internazionale, in vista della nuova Politica agricola comune europea. «L'incontro ha portato i consorzi alla consapevolezza di dover affrontare insieme le sfide dei mercati con pochi obiettivi, ma chiari», ha spiegato a Italia Oggi, Mauro Rosati direttore generale della Fondazione Qualivita. Fonte: Italia Oggi SCARICA ARTICOLO COMPLETO