Argomento: AGROALIMENTARE

  • 1 Aprile 2020

    Mais, firmato dalla filiera l’Accordo Quadro per promuovere la coltivazione

    È stato firmato l’“Accordo quadro per il mais da granella di filiera italiana certificata” che favorisce la stipula di contratti di filiera per il mais destinato all’alimentazione animale, tra cui quelli destinati ai prodotti a base di carne DOP IGP. Al riguardo, ASSALZOO - in rappresentanza dell’industria mangimistica italiana - AMI, CIA, CONFAGRICOLTURA e COPAGRI - in rappresentanza dei produttori agricoli – ALLEANZA delle COOPERATIVE AGROALIMENTARI - in rappresentanza del mondo cooperativo – ASSOSEMENTI - in rappresentanza delle ditte sementiere - ORIGIN ITALIA - in ...
  • 31 Marzo 2020

    Etichettatura, Mipaaf e Mise: firmata proroga per origine obbligatoria per pasta, riso e derivati del pomodoro

    I ministri Bellanova e Patuanelli: "Avanti con la trasparenza, serve origine obbligatoria per tutti gli alimenti in Europa". Prorogato fino al 31 dicembre 2021 l'obbligo di indicazione dell'origine del grano per la pasta di semola di grano duro, dell'origine del riso e del pomodoro nei prodotti trasformati. I Ministri delle Politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova, e dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, hanno firmato oggi il decreto ministeriale che prolunga i provvedimenti nazionali in vigore oltre il 1° aprile, data di entrata in applicazione del regolamento ...
  • 31 Marzo 2020

    ISMEA – Covid-19: analisi su domanda e offerta alimentare nell’emergenza

    All'indomani delle misure restrittive adottate dal Governo italiano in risposta all'epidemia di Covid-19, l'ISMEA ha tempestivamente avviato un monitoraggio delle filiere agroalimentari, analizzando l'evoluzione delle principali variabili dei mercati nelle diverse fasi di scambio (origine, ingrosso e dettaglio). Il rapporto è articolato in: 1) analisi dei trend dei consumi delle famiglie italiane 2) analisi di dettaglio sulla situazione di mercato e dei prezzi di tutte le filiere  agroalimentari 3) primi risultati di un'indagine ad hoc sviluppata in questi giorni su un panel di ...
  • 30 Marzo 2020

    Plauso da ASSICA per misure sostegno indigenti

    “A nome di tutti i lavoratori e gli operatori della filiera salumi, impegnati in uno sforzo straordinario in questo periodo di emergenza epidemiologica, ritengo essenziale esprimere il più sentito ringraziamento alla Ministra Bellanova e a tutto il suo staff per aver attivato anche per i prodotti di salumeria gli strumenti del tavolo indigenti, a beneficio della popolazione con maggiori necessità e a ristoro delle difficoltà quotidiane delle aziende della salumeria italiana.” Così Nicola Levoni, presidente di ASSICA, l’associazione degli imprenditori delle carni suine e dei ...
  • 27 Marzo 2020

    Bellanova: “Raccolti a rischio, i lavoratori stranieri vanno subito regolarizzati”

    «Le baracche-ghetto dei braccianti vanno sanate e i lavoratori immigrati regolarizzati. Ci vuole un provvedimento urgente, oltretutto con la mancanza di stagionali stranieri rischiano i raccolti». Teresa Bellanova, la Ministra dell'Agricoltura è stata bracciante e sindacalista. «Sono sfinita, anche psicologicamente. Devo dire alle decine e decine di agricoltori che mi chiamano che devono lavorare, perché il loro lavoro è essenziale». Ministra, a mandare avanti la filiera essenziale dell'agroalimentare sono i braccianti, molti dei quali stranieri, sommersi, sfruttati. Chi pensa a ...
  • 26 Marzo 2020

    Coronavirus, cibo garantito da oltre 1 milione di attività aperte tra agricoltura, industria e distribuzione

    In tempi di Coronavirus, tra le imprese lasciate aperte in Italia circa il 50% lavora per garantire le forniture alimentari alla popolazione, con oltre un milione di realtà divise tra 740mila aziende agricole, 70mila industrie alimentari e 230mila punti vendita, tra ipermercati (911) supermercati (21.101), discount alimentari (1.716), minimercati (70.081) e altri negozi (138.000). È quanto emerge da un'analisi di Coldiretti sugli effetti dei DPCM dell'11 e del 22 marzo sulle base dei dati Istat, secondo i quali complessivamente non sono state sospese le attività di poco meno di 2,3 milioni ...
  • 26 Marzo 2020

    Federalimentare, la filiera dai campi ai supermercati garantisce l’approvvigionamento

    Se la prima linea della battaglia al coronavirus è negli ospedali, l'immediata retrovia è nei supermercati, ma per ora l'approvvigionamento è garantito: «L'industria alimentare italiana è in grado di assicurare il rifornimento degli scaffali dei supermercati - spiega Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare - perché le aziende stanno continuando a produrre, nonostante qualche assenza di personale. Inoltre, il 75% delle materie prime utilizzate è made in Italy, e quindi qualche difficoltà potrebbe manifestarsi nel medio termine solo sul restante 25%, dal settore cerealicolo a ...
  • 25 Marzo 2020

    ICQRF, nel “Frantoio Italia” 372mila tonnellate. DOP IGP 7,7% dell’olio EVO

    Il settore degli oli di oliva italiani è presentato nel report "Frantoio Italia" realizzato dall'ICQRF sulla base dei dati aggiornati al 15 marzo 2020 riportati nei registri telematici dell’olio: gli operatori presi in esame, e sui quali ricade l'obbligo della tenuta dei registri, ammontano a 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. La quantità di olio detenuta nel Paese è di 371.979 tonnellate, di cui 349.717 tonnellate di prodotto sfuso LA SITUAZIONE IN SINTESI Lo stock di Olio detenuto in Italia il 15 marzo 2020 ammonta a 371.979 tonnellate, di cui il 69,1% è rappresen...
  • 25 Marzo 2020

    Francia, l’appello del governo: andate a lavorare nei campi

    Tornate a lavorare nei campi. Lo ha chiesto ier il ministro dell`Agricoltura francese Didier Guillaume. Un appello pressante il suo, rivolto «all`esercito ombra di uomini e donne» che «non sono più attivi» a causa della crisi del coronavirus. Il ministro li ha esortati «a unirsi al grande esercito dell`agricoltura francese». «Oggi esiste la possibilità di avere 200.000 posti di lavoro diretti nei settori agricoli», che sono rimasti senza la forza lavoro straniera, ha spiegato Guillaume. «Mi rivolgo a donne e uomini che non lavorano, che sono confinati nelle loro case, che sono ...
  • 25 Marzo 2020

    Il Coronavirus moltiplica il caporalato

    Mancano circa 200 mila braccianti nei campi del Paese e la difficoltà di recuperare manodopera fa raddoppiare il giro d`affari del caporalato, anche per il rallentamento dei controlli a causa del Covid-19. Il bottino dei caporali, normalmente stimato in 4,8 mld di euro l'anno, quest`anno potrebbe superare i 10 mld, con lo sfruttamento di quasi 300 mila «invisibili»; immigrati irregolari, che sono pronti a prendere il posto di chi non vuole rischiare in campo. Sulla questione è intervenuta ieri anche la ministra delle politiche agricole, Teresa Bellanova sollecitando la mappatura dei ...
  • 24 Marzo 2020

    Cibo, l’UE alza l’aiuto

    La Commissione europea ha innalzato fino al 31 dicembre 2020 il tetto per gli aiuti di stato al comparto agroalimentare. Questo viene innalzato: per l`agroindustria (fino a 800 mila euro a impresa), per l`agricoltura (fino a 100 mila euro ad azienda) e per la pesca e l`acquacoltura (fino a 120 mila euro). La modifica è contenuta nella comunicazione sul regime in deroga delle regole europee sugli aiuti di stato, approvata il 19 marzo scorso a causa del diffondersi dell`epidemia da coronavirus. Fonte: Italia Oggi SCARICA L'ARTICOLO COMPLETO
  • 22 Marzo 2020

    Mipaaf, Bellanova: “La filiera alimentare non chiude.​ Aperte tutte le attività necessarie”

    "Tutte le attività direttamente o indirettamente necessarie e legate al regolare funzionamento della filiera alimentare, restano aperte". Così la Ministra Teresa Bellanova a proposito delle nuove disposizioni. "Ricevo da stamattina decine e decine di telefonate di imprenditori. Deve essere chiaro: la filiera alimentare non chiude. Tutte le attività necessarie legate al regolare funzionamento della filiera, trasporti inclusi,  restano aperte". Fonte: Mipaaf
  • 17 Marzo 2020

    Supporto all’export made in Italy, fondi ridimensionati a 150 milioni

    Passa da 600 milioni di euro a 150 milioni di euro per il solo 2020 il nuovo "fondo per la promozione integrata", istituito presso la Farnesina, per la realizzazione di una campagna straordinaria di comunicazione volta a sostenere le esportazioni italiane e l'internazionalizzazione del sistema economico nazionale nel settore agroalimentare e negli altri settori colpiti dall'emergenza derivante dalla diffusione del Covid-19. Rispetto alle bozze circolate la scorsa settimana, che mettevano sul piatto un fondo per le esportazioni da 1,6 miliardi, il piano di sostegno alle esportazioni per ora ...
  • 17 Marzo 2020

    La catena agroalimentare inizia a rallentare

    Da una parte la corsa ai supermercati per l`accaparramento dei generi alimentari. Dall`altra il rallentamento delle catene produttie dell`agroindustria, indotto dalle misure di sicurezza anticontagio per i lavori di industria e agricoltura. Il settore rischia di andare in cortocircuito. Per questo il presidente di Federalimentare, Vacondio, chiede interventi per frenare la corsa ai negozi. L`industria è comunque in grado di assicurare le forniture, ma questa non è una situazione normale. Questo scenario, aggiunge la Coldiretti, potrebbe innescare speculazioni sui prezzi degli alimentari ...
  • 16 Marzo 2020

    Balzo dei consumi alimentari, ma la distribuzione è in ginocchio

    La pandemia fa volare le vendite dei prodotti alimentari. La scorsa settimana laumento è stato dell+11 % rispetto l`analogo periodo del 2o19. A dirlo le ultime rilevazioni Nielsen che segnalano nel Sud un balzo del 21%, nel Centro del 13% mentre nel Nord, dove le code davanti ai supermercati sono iniziate il 23 febbraio, si sfiora l`8%. Nella stessa settimana le spese online segnano un +82%. Nei giorni precedenti il decreto dell`8 marzo le vendite della Gdo sono cresciute a ritmo sostenuto - spiegaRomolo de Camillis, Retailer service director di Nielsen Connect in Italia - ed esplose la ...
  • 16 Marzo 2020

    Latte, stalle in difficoltà: il prodotto non viene ritirato

    Nelle campagne sale l'emergenza latte. Le mucche vanno munte ogni giorno, anche quando la domanda di latte cala per colpa della chiusura delle mense, dei bar e della ristorazione. In gioco c'è il futuro di un settore che ogni anno produce 12 milioni di tonnellate di litri di latte di mucca grazie a 30mila allevamenti. E già cominciano i primi comportamenti speculativi con i caseifici che disdettano i contratti di fornitura in essere per poi acquistare il latte a prezzi inferiori. La denuncia arriva da da tutte le associazioni del settore, nessuna esclusa. Le DOP confermano invece ritiri ...