Argomento: Agnello di Sardegna IGP

  • 14 Marzo 2014

    Modifica disciplinare Agnello di Sardegna IGP – GU 61 14/03/14

    ITALIA - Comunicato recante la proposta di modifica del disciplinare di produzione della indicazione geografica protetta Agnello di Sardegna IGP.
  • 28 Febbraio 2014

    Agnelli di Sardegna IGP premiati dall’Ue

    L'Unione Sarda La carne col bollino blu è più saporita. La filiera dell'Agnello di Sardegna IGP è una realtà economica in crescita nell'Isola. Nell'ultimo anno i capi certificati sono aumentati del 40%. Nel sito dell'agenzia Laore (www.sardegnaagricoltura.it) ci sono i dati aggiornati al 2013. E sono numeri importanti e per i quali i 3.664 allevatori iscritti alla filiera riceveranno un premio economico dall'Unione Europea. I numeri. Gli agnelli col marchio di qualità e tracciabilità erano 69 mila nel 2010, e sono raddoppiati nel 2011 (137 mila). E ancora 346 mila nel 2012 sino a superare quota 500 mila lo scorso anno.
  • 12 Novembre 2013

    Agnelli con il marchio di qualità

    La nuova Sardegna Sul mercato vince chi si distingue dalla massa e a fare la differenza è la qualità certificata. E' il credo sposato dal consorzio di tutela "Agnello di Sardegna IGP" e Regione nel promuovere il primo sistema di tracciabilità delle produzioni locali. Ed è lo stesso dogma che regola il processo d'innovazione tecnologica della certificazione avviato con la sperimentazione di un sistema identificativo elettronico. Il progetto pilota è stato presentato a Bidoni, culla della sagra dell'agnello e sede delle prime aziende agricole che nel 2005 parteciparono alla commercializzazione sperimentale delle carni a marchio IGP. Il sistema che il Consorzio di tutela sta mettendo a punto in tandem con l'agenzia Laore e con la partnership della Regione è stato concepito nell'ottica di aumentare la competitività delle carni
  • 10 Ottobre 2013

    Organo di controllo Agnello di Sardegna IGP – GU 238 10/10/13

    ITALIA - Decreto 25 settembre 2013 che contiene la proroga della designazione dell'Agenzia Laore Sardegna ad effettuare i controlli per la denominazione di origine protetta Agnello di Sardegna IGP, registrata in ambito Unione europea.
  • 11 Febbraio 2013

    Borsa merci telematica per l’agnello di Sardegna Igp

    La Nuova Sardegna «La borsa merci telematica carni e la sperimentazione della porzionatura dell' Agnello di Sardegna IGP». E' il titolo di un convegno, organizzato da Coldiretti Sassari e da Camera di Commercio del Nord Sardegna, in programma oggi alle 11 a Promocamera in via Predda Niedda 18. Intervengono rappresentanti di gruppi e cooperative del Nord Sardegna e Antonello Salis dell'azienda "La Genuina" di Ploaghe. «L'incontro operativo - annuncia una nota - è finalizzato all'ingresso nel listino prezzi e contrattazioni dell'Agnello di Sardegna Igp tra i beni della Borsa merci telematica italiana: il mercato telematico dei prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari, ittici e dei servizi logistici con lo scopo di fornire agli operatori una piattaforma telematica
  • 6 Dicembre 2012

    Agnelli, è guerra sotto Natale

    L'Unione Sarda È guerra sull`agnello di Sardegna Igp. Le quattro associazioni agricole - Confagricoltura, Coldiretti, Cia e Copagri - puntano il dito contro i macellatori: «Mettono in atto un cartello che rischia di far saltare la firma del protocollo sull`Igp. Non escludiamo il ricorso all`Antitrust». Oggi alle 10,30 l`assessore dell`Agricoltura, Oscar Cherchi, analizzerà la situazione del comparto durante una conferenza stampa. Le aste dei gruppi d`acquisto del Nord Sardegna negli ultimi giorni sono andate completamente deserte. «Segno inequivocabile del cartello dei macellatori», ribadiscono le quattro associazioni, «che in modo irresponsabile, in un momento di grande difficoltà per le imprese, affossano il settore anziché contribuire a un rilancio del prodotto e di tutta la filiera». Attraverso il sistema delle aste, gli allevatori che fanno parte dei gruppi di acquisto,
  • 28 Novembre 2012

    Agnelli sardi a basso costo

    L'Unione Sarda Ancora speculazioni sulla pelle dei pastori sardi: lo denuncia la Cia con il presidente della federazione di Cagliari, Francesco Erbì, secondo il quale «i macellatori stanno facendo cartello e non pagano la carne di agnello agli allevatori, gia beffati dagli industriali del latte». «In questi giorni - attacca il dirigente della confederazione agricola - si assiste passivamente alla cronaca quotidiana della vendita degli agnelli sotto costo, che causa la rinuncia a ciò che rappresenta un importante cespite per l`economia agropastorale sarda». Il cartello, secondo la Cia,«ha lo scopo di trascinare al ribasso la quotazione media riconosciuta ai produttori, nonostante nei confronti dei consumatori si continuino a mantenere gli stessi prezzi. In questo contesto appare evidente la necessità, da parte dei pastori, di trovare altri sbocchi per le vendite affidandosi ad altri mercati».
  • 5 Novembre 2012

    Carni italiane: buone e di qualità certificata – International Food

    Speciale della rivista International Food sul comparto delle carni italiane, caratterizzato dalla presenza di filiere controllate, consorzi di tutela, marchi Dop e lgp, alimentazione naturale, allevamenti allo stato brado. Queste caratteristiche di pregio contribuiscono a rendere rinomato il prodotto e a determinarne il valore aggiunto. Viene inoltre presentato un quadro di sintesi dei principali trend di consumi e mercato. Fonte: International Food 20121031_International_Food_carni_italiane.pdf