Franciacorta DOP

Zona di produzione

CONDIVIDI SU

#franciacortadocg


Il Franciacorta DOP, ottenuto esclusivamente con la rifermentazione in bottiglia, comprende le seguenti tipologie di vino: Franciacorta, Franciacorta Satèn, Franciacorta Rosé che, con affinamenti più lunghi, possono essere indicate come Millesimato e Riserva. In funzione del tenore zuccherino i Franciacorta DOP si distinguono in: Brut, Extra Brut, extra dry, sec, demi-sec e Dosaggio zero. La tipologia Satèn si produce solo nella versione Brut.

Zona di produzione

La zona di produzione del Franciacorta DOP comprende i territori dei comuni di Paratico, Capriolo, Adro, Erbusco, Corte Franca, Iseo, Ome, Monticelli Brusati, Rodengo Saiano, Paderno Franciacorta, Passirano, Provaglio d’Iseo, Cellatica, Gussago e parte dei comuni di Brescia, Cologne, Coccaglio, Rovato e Cazzago San Martino, tutti in provincia di Brescia, nella regione Lombardia.

Uvaggio

Franciacorta (anche Riserva, Millesimato): Chardonnay e/o Pinot nero, può essere presente Pinot bianco fino ad un massimo del 50% e Erbamat fino ad un massimo del 10%. Franciacorta Rosé (anche Riserva, Millesimato): Chardonnay fino ad un massimo del 65%, Pinot nero minimo 35%, può essere presente Pinot bianco fino ad un massimo del 50% e Erbamat fino ad un massimo del 10%. Franciacorta Satèn (anche Riserva, Millesimato): Chardonnay minimo 50% e Pinot bianco massimo 50%.

Descrizione tipologie di prodotto

Il Franciacorta DOP si presenta di colore giallo paglierino che tende al dorato più o meno intenso a seconda dell’invecchiamento e con un perlage molto fine e consistente; al naso si offre con profumi floreali e fruttati, note di lieviti, di crosta di pane e citrine; in bocca è fresco, sapido e complesso, con sfumature delicate di agrumi.Il Franciacorta DOP Rosé è di colore rosa più o meno intenso con un perlage fine e intenso; il profumo è ampio e delicato con note di piccoli frutti rossi tipiche del Pinot nero e caratteristiche proprie della rifermentazione in bottiglia; al gusto è sapido, fresco e armonico.Il Franciacorta DOP Satèn ha un colore giallo paglierino, a volte intenso o con riflessi verdolini e un perlage finissimo, cremoso e persistente; al naso il profumo delicato, ma deciso, è di frutta matura, con note delicate di fiori bianchi e di frutta secca, anche tostata; al palato è cremoso, piacevolmente sapido e fresco, armonico e morbido. I Franciacorta DOP Millesimati devono essere ottenuti con uve di un’unica annata per almeno l’85%; l’immissione al consumo può avvenire solo dopo un periodo minimo di 37 mesi dalla vendemmia.I Franciacorta DOP Riserva sono vini Millesimati che hanno riposato sui lieviti almeno 60 mesi e vengono immessi al consumo dopo 67 mesi (cinque anni e mezzo) dalla produzione delle uve. Le operazioni di vinificazione, imbottigliamento, comprese la fermentazione in bottiglia, la sboccatura e il confezionamento devono essere effettuate nell’interno della zona di produzione delimitata.

ORGANISMO DEI PRODUTTORI

ORGANISMO DI CONTROLLO