OQ-SISTEMA IG

Osservatorio Qualivita Sistema IG

  • 11 gennaio 2017

    Cresce il numero di produttori che optano per il sistema DOP IGP

    Cresce, trainato dal Centro-Sud, il numero degli operatori dell'universo DOP IGP. Secondo l'annuale rapporto Istat sui prodotti agroalimentari di qualità sono infatti cresciuti tanto i produttori agricoli quanto i trasformatori coinvolti nel sistema delle denominazioni d'origine. I produttori agricoli sono aumentati del +1,2% (raggiungendo quota 75.483), un progresso frutto del calo registrato al Nord (-2,5%) ma anche dell'incremento rilevato nel Mezzogiorno (+4,7%) e nel Centro (+3,3%). Parallelamente è aumentato il numero dei trasformatori (+4,5% nel complesso) con punte del +8,6% nel Mezzogiorno e del +7% nel Centro. Stabili (+0,2%) le regioni settentrionali. «Si conferma — si legge nel rapporto Istat — quello che è un trend decennale visto che tra il 2005 e il 2015 i produttori sono passati da 55mila a 75mila, gli allevamenti da 29mila a 39mila, i trasformatori da 5.700 a 7.100 e le superfici coltivate per realizzane prodotti DOP IGP sono passate da 109mila a 170mila ...
  • 10 gennaio 2017

    Troppe contraffazioni per il Radicchio Rosso di Treviso IGP tardivo: richiesta DOP

    «Il Radicchio Rosso di Treviso IGP tardivo è attanagliato dai soliti problemi: non è conosciuto». Parole secche e decise quelle del presidente di Coldiretti Treviso Walter Feltrin, che torna a denunciare la facilità con cui il "fiore d'inverno" per eccellenza viene troppe volte spacciato per il meno costoso (e meno prezioso) precoce. «Il consumatore, sia all'estero che in Italia, viene di fatto ingannato, all'interno di un circolo vizioso che porta con sé azioni speculative e poca qualità» prosegue Feltrin, che poi svela il prossimo obiettivo di Coldiretti «abbiamo avviato le procedure per arrivare alla registrazione della DOP del radicchio, una tutela che potrà essere un nuovo punto di partenza per il mondo del radicchio tardivo». Un nuovo punto di partenza, probabilmente lo stesso auspicato dal primo cittadino di Zero Branco Mirco Feston, ma che deve fare inesorabilmente i conti anche con la "concorrenza" delle vicine province di Rovigo, Padova e Venezia, troppo ...
  • 22 dicembre 2016

    Olio di Calabria IGP – Italia

    ITALIA – Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 345 del 20/12/2016 è stata registrata la denominazione Olio di Calabria IGP - EVO, che, nel comparto Food, è la numero 123 delle IGP italiane e la numero 291 nel totale delle denominazioni d’origine agroalimentari nazionali. Olio di Calabria IGP Classe 1.5. Oli e grassi (burro, margarina, olio, ecc.) Reg. Ue 2016/2301 dell0 08/12/2016 GUUE L 345 del 20/12/2016   Descrizione del Prodotto: l'Olio di Calabria IGP è un olio extravergine ottenuto dai frutti provienienti dalle seguenti cultivar autoctone: Carolea, Dolce di Rossano , Sinopolese, Grossa di Gerace , Tondina, Ottobratica , Grossa di Cassano, Tonda di Strongoli, presenti da sole o congiuntamente, in misura non inferiore al 90 %. Il restante 10 % può provenire da cultivar di olive autoctone di minore diffusione. Aspetto e Sapore: l’Olio di Calabria IGP come descrittori (considerando il CVR% minore o uguale a 20) presenta la mediana del ...
  • 14 novembre 2016

    Oliva Ascolana del Piceno DOP: il Consorzio insorge

    Il Consorzio di tutela dell'Oliva Ascolana del Piceno DOP è ancora in attesa che il Ministero delle politiche agricole sblocchi l'iter per far sì che possa tornare a svolgere il suo ruolo di controllo e valorizzazione dell'oliva. La denuncia di questi tempi lumaca che a quanto pare stanno caratterizzando il processo di ottenimento dell'incarico di tutela, sospeso per inadempienze di carattere burocratico, arriva dal consiglio di amministrazione dell'organismo, rinnovato prima dell'estate scorsa. «Il Consorzio - dice il presidente Primo Valenti - è in attesa del riconoscimento dal Ministero in quanto ha tutti i numeri per ottenerlo perché produce il 96% del prodotto certificato. Si tratterebbe di una cosa importante per l'intero territorio e in grado di generare vantaggi per la DOP. Se rilanciata in maniera opportuna, può produrre reddito per la nostra zona in quanto solo negli 89 comuni inseriti nel disciplinare possono essere eseguiti tutti i processi che portano alla ...
  • 12 novembre 2016

    Qualità Speck Alto Adige IGP: nuovo il dispositivo per i controlli

    Ventinove aziende, 2,54 milioni di baffe prodotte nel 2015 e contrassegnate con il marchio Qualità Alto Adige, il 34% della produzione complessiva destinata all'estero. Sono i numeri censiti dal Consorzio di tutela Speck Alto Adige IGP che, oggi, potenzia gli strumenti nella determinazione scientifica dei parametri di certificazione. Obiettivo: uniformare gli standard. È con simili premesse che dopo un anno di lavoro, lo scorso settembre s'è chiusa la ricerca condotta dal Centro di ricerca Laimburg e da Ssica (Stazione sperimentale per l'industria delle conserve alimentari). Il risultato è che nasce un dispositivo che sarà subito utilizzato dai tre ispettori del Consorzio, per verificare la consistenza dello speck. Con un investimento di 125.000 euro, sostenuto dalla Provincia, il Consorzio nel settembre 2015 si è affidato alla scienza per individuare un meccanismo che favorisca i controlli. Lo Speck Alto Adige IGP, infatti, proviene solo da 29 produttori riconosciuti dal ...
  • 10 novembre 2016

    Veneto Valpolicella, Veneto Euganei e Berici, Veneto del Grappa DOP – Olio Evo, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 263

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela Veneto Valpolicella, Veneto Euganei e Berici, Veneto del Grappa DOP – Olio Evo a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per il Veneto Valpolicella, Veneto Euganei e Berici, Veneto del Grappa DOP – Olio Evo. Fonte: GURI n. 263 del 10/11/2016
  • 10 novembre 2016

    Educazione Alimentare, al LEF Festival i Bambini incontrano DOP e IGP

    Giovedì 10 Novembre 2016 ore 10.00 Mauro Rosati, direttore generale di Fondazione Qualivita e consigliere del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali sarà protagonista di un incontro sulle DOP IGP a LEF Festival, il primo festival pedagogia della Valdelsa, a Poggibonsi (SI), organizzato dalla Fondazione Elsa Culture Comuni e il Comune di Poggibonsi. L'appuntamento sarà un dialogo aperto con i bambini delle scuole dell'infanzia per far conoscere ai più piccoli eccellenze del territorio come i prodotti agroalimentari certificati DOP IGP. LEF Festival (Liberté Egalité, Fraternité) vuole essere un laboratorio per i bambini, coloro che saranno gli adulti di domani, grazie ad una serie di iniziative mirate alla loro formazione insieme ad altre proposte rivolte a genitori e docenti.    
  • 9 novembre 2016

    Regione Veneto: DOP IGP e social media, giornate di aggiornamento per i Consorzi

    Mauro Rosati, direttore generale di Fondazione Qualivita, mercoledì 9 novembre parteciperà, a Legnaro (PD) presso la Corte Benedettina, in via Roma 34 - alle “Giornate di aggiornamento per i Consorzi dei prodotti di qualità regolamentata del Veneto”,  un appuntamento promosso dall’ Assessorato all’agricoltura della Regione Veneto e organizzato da Veneto Agricoltura. Gli incontri affrontano alcune questioni strategiche per le attività dei Consorzi: dalle politiche europee alle prospettive nei diversi mercati con un particolare approfondimento sulla comunicazione attraverso i social network. L’appuntamento  del 9 novembre “Comunicare le Denominazioni nei social network” prevede l’intervento di Rosati su "Valorizzazione e tutela delle Denominazioni sul digitale - Il ruolo dei Consorzi (case History)", seguito dagli interventi di Nicoletta Polliotto - Muse Comunicazione su “Digital food marketing: il percorso virtuoso per avere successo nei social media” e da ...
  • 7 novembre 2016

    Consorzio Tintilia del Molise DOP, revoca sospensione incarico – GURI n. 259

    ITALIA - Revoca dell'incarico attribuito con decreto 19 febbraio 2016 al Consorzio di tutela e valorizzazione dei vini DOP e IGP del Molise a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'articolo 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61 per la DOP Tintilia del Molise. Fonte: GURI n.259 del 5/11/2016
  • 7 novembre 2016

    Consorzio vini DOP Castel del Monte, revoca sospensione incarico al consorzio – GURI n. 260

    ITALIA - Revoca del decreto 23 maggio 2016, recante la sospensione dell'incarico a svolgere le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, informazione del consumatore e cura generale degli interessi di cui all'art. 17, comma 1 e 4, del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61, conferito con decreto 22 novembre 2012 e confermato ed integrato con decreto 23 dicembre 2015, al Consorzio per la tutela dei vini DOC Castel del Monte per le denominazioni Castel del Monte Bombino Nero DOP e Castel del Monte Nero di Troia Riserva DOP e Castel del Monte Rosso Riserva DOP e per Castel del Monte DOP. Fonte: GURI n. 260 del 07/11/2016
  • 2 novembre 2016

    Qualivita: tre workshop per il marketing enogastronomico DOP e IGP

    La Fondazione Qualivita, con il contributo della Camera di Commercio di Siena, organizza tre workshop gratuiti riservati ai professionisti della ristorazione senese, del commercio enogastronomico,  agriturismi e studenti, condotti da docenti specializzati e dedicati alla conoscenza dei prodotti agroalimentari DOP e IGP e alle più avanzate tecniche di marketing digitale per un corretto utilizzo dei principali social media (Tripadvisor, Facebook, Twitter, Instagram). Il corso è riservato agli operatori della provincia di Siena dei seguenti settori: ristorazione, vendita al dettaglio, aziende vitivinicole, agriturismi e Università. Obiettivo generale delle Fondazione è offrire un percorso didattico teso a sensibilizzare e accrescere le conoscenze sulle tematiche di "Qualità", "Tipicità", "Promozione", "Marketing" "Certificazione" e "Digitale" del patrimonio agroalimentare e vitivinicolo del territorio, per riaffermare la centralità delle produzioni tipiche certificate, in ...
  • 2 novembre 2016

    Terremoto: eccellenze DOP e IGP a rischio

    A distanza di pochi giorni dagli eventi sismici che hanno aperto una ferita profonda e terribile nel cuore  della Penisola, facendo sprofondare la terra e le case, ci si interroga sul futuro delle eccellenze agroalimentari  di quella parte di Italia centrale che il terremoto ha sconvolto. L'elenco delle produzioni a rischio è molto lungo, ma sono tre le filiere seriamente in difficoltà: norcineria, formaggi e pasta. Tante eccellenze che hanno reso  questa zona degli Appennini  conosciuta e ricca dal punto di vista enogastronomico. Un patrimonio che si è saputo difendere e sviluppare anche attraverso numerosi insediamenti produttivi soprattutto nel comparto dei salumi. Norcia, infatti, non era solo la patria di San Benedetto, ma anche il simbolo di una delle ricchezze del Paese, l'arte della lavorazione del suino, detto appunto norcineria. Molti stabilimenti destinati alla produzione e stagionatura di prodotti come  il Prosciutto di Norcia IGP in Umbria, il Ciauscolo IGP nelle ...
  • 31 ottobre 2016

    Asparago verde di Altedo IGP, conferma incarico al Consorzio – GURI n. 255

    ITALIA - Conferma dell'incarico al Consorzio di tutela Asparago verde di Altedo IGP a svolgere le funzioni di cui all'art. 14, comma 15, della legge 21 dicembre 1999, n. 526 per l' Asparago verde di Altedo IGP. Fonte: GURI n. 255 del 31/10/2016
  • 28 ottobre 2016

    Qualivita, corso di formazione per le imprese senesi dell’enogastronomia

    Tre workshop gratuiti per operatori del comparto prodotti tipici Tecniche di marketing digitale e valorizzazione della certificazione DOP IGP i temi centrali   Si terrà nel mese di Novembre il primo corso gratuito di Marketing Enogastronomico per le imprese del settore enogastronomico senese organizzato da Fondazione Qualivita, con il contributo della Camera di Commercio di Siena. Tre workshop tecnici gratuiti per i professionisti della ristorazione e del commercio agroalimentare ed enologico, condotti da docenti specializzati e dedicati alla conoscenza dei prodotti agroalimentari DOP IGP e alle più avanzate tecniche di marketing digitale per un corretto utilizzo dei principali social media (Tripadvisor, Facebook, Twitter, Instagram). Obiettivo generale delle Fondazione senese è offrire un percorso didattico teso a sensibilizzare e accrescere le conoscenze sulle tematiche di “Qualità”, “Tipicità”, “Promozione”, “Marketing” “Certificazione” ...
  • 28 ottobre 2016

    Ismea-Aicig: i marchi a Indicazione Geografica garantiscono una maggiore capacità di difesa del valore

    Sono disponibili i primi dati dell'importante servizio di monitoraggio del mercato nazionale e di salvaguardia dei prodotti a IG (gennaio-agosto 2016) messo a punto da Ismea - Istituto di Servizi per il Mercato agricolo Alimentare, sulla base di una convenzione specifica con Aicig - Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche. Il servizio permette di avere una visione complessiva sull'andamento degli acquisti finali di prodotti a IG nelle categorie commerciali più rappresentative; tendenze alimentari nelle diverse aree geografiche; scelte dei canali e comportamenti d'acquisto: correlazione tra acquisti e variabili socio-demografiche; azioni di promozione realizzate dalla GDO sulla categoria. In questa fase di start up, l'attività ha analizzato le opportunità e i limiti offerti dalle differenti banche dati che poi saranno organicamente composte per rendere fruibili e leggibili i dati. Gli strumenti di monitoraggio riguardano un campione di prodotti ...
  • 21 ottobre 2016

    Stoccafisso di Lofoten IGP: la case history dell’Aceto Balsamico di Modena IGP

    Due giorni di confronto a Milano, per discutere sul valore e sull'importanza del riconoscimento delle IG, con l’obiettivo di fornire un adeguato ed omogeneo livello di competenze ai soggetti coinvolti nel programma FRAM per una corretta pianificazione dello stesso e altresì fornire informazioni sul potenziale valore aggiunto realizzabile per lo Stoccafisso di Lofoten IGP: questo il filo conduttore dell’incontro formativo organizzato da Qualivita che ha visto protagonista tra gli altri anche il Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP nella persona del Direttore Federico Desimoni. “A Milano – ha spiegato Desimoni - è stata un'occasione di ritornare sulle domande fondamentali legate a questo mondo: perché l'IGP/DOP, quali motivi a sostegno di questa scelta? È ancora conveniente e al passo con i tempi? È un driver per il futuro del mercato europeo e internazionale? Questi e altri quesiti hanno guidato una riflessione molto stimolante e il ...
'