OQ-SISTEMA IG

Osservatorio Qualivita Sistema IG

  • 23 giugno 2017

    L’Erbaluce di Caluso DOP festeggia i 50 anni con una presidenza in rosa

    L'Erbaluce di Caluso DOP festeggia l'anniversario della denominazione e guarda avanti con ottimismo: cinquant'anni e una nuova giovinezza. L'unica DOCG (dal 2010) del capoluogo piemontese ha aperto le celebrazioni del cinquantennio con l'anteprima a cura di Confagricoltura Torino in cui sono stati forniti i dati di produzione e analizzate le prerogative dell'ultima annata. L'appuntamento vero e proprio con i festeggiamenti sarà a ottobre insieme al Consorzio di tutela Caluso Carema Canavese. Le novità iniziano proprio da qui, con un futuro dalle sfumature rosa per la presidenza affidata a una donna: Caterina Andorno, sommelier, espressione della Cantina della Serra di Piverone, titolare di un'azienda agricola e agrituristica ad Albiano d'Ivrea e con un'ampia esperienza nel mondo della comunicazione del vino. Andorno succede a Gian Lugi Orsolani, titolare dell'omonima maison appartenente al Comitato Grandi Cru d'Italia. Completano lo staff di presidenza i vice Alessandro ...
  • 22 giugno 2017

    Mozzarella di Bufala Campana DOP, nasce la prima scuola lattiero casearia al Sud

    Presentata a Caserta, in occasione dell'assemblea annuale del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, il progetto di formazione professionale nel settore lattiero caseario per gli imprenditori e casari del futuro. "In quattro mesi siamo riusciti a dar vita alla prima scuola di formazione del centro sud Italia nel settore lattiero caseario. L’accreditamento del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP nel sistema regionale colma un gap del Mezzogiorno e apre le porte a una formazione DOP di alta qualità, per insegnare sul campo ai nostri giovani un mestiere antico ma straordinariamente affascinante come quello del casaro”. L’assessore regionale alla Formazione, Chiara Marciani, ha presentato così la nascita della prima Scuola di formazione in Italia realizzata e gestita da un Consorzio di Tutela. L’obiettivo è da un lato creare i casari del futuro, trasmettendo così alle nuove generazioni una tradizione che risale al XII secolo, ...
  • 22 giugno 2017

    Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, Mengoli: “certificazione vincente per consumatori, produttori e biodiversità”

    Nel 1998 le pregiate carni delle razze bovine Chianina, Marchigiana e Romagnola, sono state valorizzate con l’iscrizione nel registro UE delle IGP con il nome di Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP; il Consorzio di Tutela è stato riconosciuto ufficialmente nel 2004 e Stefano Mengoli lo guida come presidente fin dalla sua costituzione. Quante cose sono cambiate in quasi 15 anni? “Tutto, eccetto che il presidente - dice sorridendo Stefano Mengoli. A parte gli scherzi, in questi anni sono cambiate tante cose, perché è stato un periodo impegnativo per il settore delle carni bovine. Dal 1995 al 2008 sono stati anni terribili, a causa della BSE, l'encefalopatia spongiforme bovina (Bovine Spongiform Encephalopathy), una malattia neurologica cronica, degenerativa e irreversibile che colpisce i bovini ma che si trasmette all’uomo, che tutti ricordano con il nome di “mucca pazza”. La BSE ha condizionato pesantemente il settore delle carni bovine “Le ...
  • 21 giugno 2017

    Pecorino Toscano DOP: bene lo stato d’emergenza su siccità dichiarato dalla Regione

    “Un plauso alla Regione, che nei giorni scorsi ha dichiarato lo stato d'emergenza per la crisi idrica in Toscana. Da settimane la siccità sta provocando ingenti danni materiali e perdite economiche agli allevatori e agli agricoltori di tutta la Toscana e, in particolare, della Maremma con ricadute importanti anche sulla produzione di Pecorino Toscano DOP”. Con queste parole Andrea Righini, direttore del Consorzio Pecorino Toscano DOP esprime soddisfazione sul decreto firmato dalla Regione Toscana sullo stato di calamità dovuto alla siccità. “La gravissima crisi idrica - spiega Righini - sta colpendo tutta l’agricoltura toscana, e in particolare le coltivazioni e i foraggi per le nostre pecore che, oltre a risentire delle temperature altissime, hanno difficoltà a trovare quei foraggi freschi spontanei o seminati che rendono il latte prodotto in Toscana così eccellente. Da anni i nostri allevatori di ovini si sono organizzati con un sistema di autoproduzione che ha ...
  • 20 giugno 2017

    NAC: sequestro di vino e olio potenzialmente pericolosi per la salute

    Controlli in materia  di etichettatura e tracciabilità effettuati da Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari (organo ausiliario del Mipaaf dal 2009), Nucleo Antifrodi di Salerno  congiuntamente  all’ICQRF di Napoli a tutela del consumatore e degli operatori di settore. Nel corso di verifiche effettuate nella provincia di Napoli, il Nucleo Antifrodi Carabinieri Salerno e l’ICQRF di Napoli, hanno sequestrato 300 ettolitri di vino bianco e 624 litri di olio extravergine di oliva confezionato, riscontrando violazioni in materia di rintracciabilità ed etichettatura. A seguito dell’operazione di controllo sono state  contestate sanzioni per 32.000 euro.  I prodotti oggetto della contestazione, a causa delle irregolarità delle etichette, avrebbero potuto generare confusione nei consumatori ma soprattutto, l’assenza di informazioni utili a individuare   la provenienza del prodotto, avrebbe potuto creare un potenziale pericolo per la salute pubbli...
  • 20 giugno 2017

    Limone di Siracusa IGP, incontro tecnico “innovare per competere”

    Il Consorzio di tutela del Limone di Siracusa IGP, nato diciassette anni fa proprio dalla necessità di fare rete intorno a un grande prodotto, ospita l'incontro tecnico "Innovare per competere" in calendario mercoledì 21 giugno alle 9.30 alla Camera di Commercio di Siracusa, organizzato in collaborazione con CentoCinquanta srl, società siciliana di consulenza aziendale, e ConfeserFIDI, intermediario vigilato dalla Banca d'Italia specializzato nello sviluppo delle imprese. Sarà un momento di approfondimento collettivo aperto e dedicato alle realtà aziendali, che prenderanno parte a una tavola rotonda per condividere spunti e idee su come rendere più efficace la propria azienda sul mercato attraverso l'ottimizzazione delle risorse e le opportunità offerte dall'innovazione, avvalendosi anche di due testimonianze di successo, Franco Ristuccia di Ecofaber di Modica e Salvatore Chiaramida, direttore generale dell'Organizzazione di Produttori Faro di Portopalo di Capo Passero. ...
  • 20 giugno 2017

    Nocciola Piemonte IGP: l’Olanda cancella varietà Tonda gentile delle Langhe dal suo registro

    Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che l'Olanda ha comunicato oggi formalmente la cancellazione dal proprio registro delle varietà vegetali della "Tonda gentile delle Langhe". L'iscrizione era attiva dal 2012. Il risultato è stato ottenuto anche a seguito della lettera di dicembre del Ministro Maurizio Martina al suo omologo olandese e al lavoro fatto dal Ministero in questi mesi con l'impegno anche del Vice Ministro Andrea Olivero. "Ringrazio il Ministro Martijn van Dam - ha dichiarato Martina - per l'attenzione alla nostra richiesta, che serve a tutelare i nostri produttori. Le nocciole sono una delle produzioni che più si identificano col territorio delle Langhe e dobbiamo fare in modo che non ci siano forzature nell'utilizzo di queste denominazioni. È un impegno che avevamo preso e che abbiamo mantenuto". "Il lavoro di squadra di questi mesi, fatto anche con la Regione Piemonte, - ha commentato Olivero - ha prodotto risultati ...
  • 20 giugno 2017

    Doppia esclusione del Prosecco DOP: il caso Canada e il caso Cina

    Il Prosecco DOP, la più grande Denominazione italiana sia in termini di volumi che di valore economico, in questi giorni si è trovato al centro di un dibattito sull’importante tema della protezione internazionale delle IG (Indicazioni Geografiche) sui mercati extra europei. L’assenza delle bollicine più amate del mondo dall’elenco dei prodotti oggetto dell’accordo tra Unione Europea e CINA da un lato e dal CETA, (accordo di commercio internazionale che non ha bisogno di presentazioni) dall’altro,  ha scatenato reazioni più o meno composte sullo sfondo di una ricerca di responsabilità, anche politiche. CANADA Ricordiamo che il Canada è un mercato che ha registrato un +24,9%  di incremento nelle importazioni di Prosecco nel 2016 sul 2015; percentuale che  sale al +25,9% se si guarda alla sola frazione di Prosecco spumante. “Per quanto riguarda l’esclusione dal CETA, la cosa ci interessa relativamente poco in quanto lo scorso dicembre – precisa il ...
  • 20 giugno 2017

    Consorzio Aceto Balsamico di Modena IGP: Mariangela Grosoli eletta nuova Presidente all’unanimità

    Mariangela Grosoli è la nuova Presidente del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP. L’elezione è avvenuta venerdì pomeriggio ad unanimità tra i membri del rinnovato Consiglio d’Amministrazione all'indomani delle dimissioni dell'ex Presidente Stefano Berni. La Grosoli è titolare insieme alla famiglia dell’Acetaia Del Duca, azienda di produzione di Aceto Balsamico di Modena IGP e DOP con sede a Spilamberto, fortemente radicata sul territorio ma votata all'internazionalità, di media dimensione per fatturato ma ricca di storia e facente parte tra l’altro anche dell'Unione Imprese Storiche Italiane, da sempre interessata allo sviluppo del settore dell'Aceto Balsamico di Modena e alla protezione e tutela della denominazione. “Obiettivo principale del mio mandato - ha commentato la neopresidente del Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Mariangela Grosoli - sarà il completamento dei progetti avviati nel corso della precedente gestione e altresì ...
  • 19 giugno 2017

    Consorzio Arancia di Ribera DOP, Pasciuta: “produzione a rischio per mancanza di acqua”

    Un percorso lungo quello della DOP Arancia di Ribera, che come tante altre denominazioni ha aspettato alcuni anni prima di vedere riconosciuta l’iscrizione al registro europeo delle DOP IGP. Negli anni ‘90 del secolo scorso, la prima associazione di produttori già guidata da Giuseppe Pasciuta, aveva iniziato l’iter per la richiesta dell’IGP, poi evoluta nella richiesta di DOP. Alcuni intoppi nel percorso e finalmente nel 2011 la protezione comunitaria, che quando arriva trova una realtà già strutturata, con una buona esperienza di marchio collettivo e in attesa solo di partire con la certificazione. Pasciuta, promotore della prima associazione, è ancora oggi presidente di questo Consorzio di tutela. Il marchio Riberella esisteva già prima della DOP? “Sì, abbiamo ideato Riberella nel ‘94 e c’era già un disciplinare rigoroso. Ci siamo strutturati per tempo come consorzio di marchio collettivo, eravamo già riconosciuti e presenti sul mercato, ma volevamo ...
  • 16 giugno 2017

    Consorzio Zampone e Cotechino Modena IGP, Ligasacchi: “prodotti di qualità, ma al tempo stesso sempre più magri e salubri”

    Zampone e Cotechino Modena IGP sono due prodotti iconici della tradizione gastronomica invernale italiana, aspetto che rischia di penalizzare le vendite in altri periodi dell’anno.  Cosa sta facendo il Consorzio di tutela, da tempo impegnato per riposizionare la vendita delle IGP Zampone e Cotechino Modena nell’arco di tutto l'anno, per liberarli dal cliché, se pur gradito, di prodotti tipici delle festività natalizie? “Oggi le vendite sono sicuramente più distribuite nel corso dell’ anno rispetto al passato - spiega Gianluigi Ligasacchi, direttore del Consorzio di tutela dell’IGP – ma il mercato resta prevalentemente invernale, perché è un consumo molto legato alla tradizione, al clima freddo e alle feste di Natale. Come Consorzio stiamo provando varie strade per allargare il periodo di vendita, seguiamo ad esempio con interesse lo street food, ma c’è ancora da lavorare molto; il fatto che Zampone e Cotechino siano prodotti legati alla tradizione, è un ...
  • 14 giugno 2017

    Consorzio Vino Nobile di Montepulciano: Piero di Betto nuovo presidente

    Piero Di Betto è stato nominato dal Consiglio di Amministrazione come presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, avvicendandosi al ruolo di Andrea Natalini che si è dimesso dopo l’inaugurazione dell’Enoliteca per già preannunciati motivi strettamente personali. La nomina è avvenuta all’unanimità lunedì 12 giugno, durante il CdA del Consorzio, ed è stata preceduta da un periodo di intense consultazioni con le aziende associate al Consorzio che hanno dimostrato il loro consenso e condivisione a questa presidenza. Piero Di Betto, classe 1956, già sindaco di Montepulciano dal 1995 al 2004, durante l’ultima assemblea elettiva del 2016 era stato nominato consigliere del Consorzio e membro di Giunta come espressione della Vecchia Cantina di Montepulciano. Il Consiglio di Amministrazione nell’occasione ha voluto ringraziare per il suo operato da presidente dei produttori Andrea Natalini che durante il suo mandato ha visto portare a termine numerosi ...
  • 13 giugno 2017

    Pinot Grigio: tre regioni, un solo vitigno

    Valorizzare il Pinot Grigio del triveneto con politiche di promozione comuni e un concetto più ampio di sostenibilità, che tocchi gli aspetti economici e sociali. Questi gli obiettivi del Consorzio "Delle Venezie" DOP Più di 23mila ettari (per l'esattezza 23.374). È testa a testa tra il Consorzio di tutela DOP dei vini delle Venezie e quello del Prosecco DOP (23.297 ha) per il record delle superfici assoggettate. Tredici le province coperte dal primo (la provincia autonoma di Trento, quattro friulane e otto venete); nove per il secondo (da Vicenza verso est fino a Trieste): tre amministrazioni regionali contro due, areali di produzione differenziati tra montagna, media collina e pianura a confronto con un assetto pedoclimatico variegato ma sicura mente più ornogeneu. ll "Delle Venezie" è l'ultimo nato dei consorzi tra le super-DOP italiane. Dall'inizio del 2017 la nascita del nuovo Consorzio di Tutela mette a frutto, per l'appunto, la realizzazione di una lunga mediazione ...
  • 13 giugno 2017

    Il Consorzio Pecorino Toscano DOP presenta i dati 2016-2017

    Mercoledì 14 giugno, alle ore 11, a Firenze, il  Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP  presenterà i dati economici e produttivi riferiti al 2016 e ai primi mesi del 2017, insieme alle prospettive e agli obiettivi del Consorzio per i prossimi mesi. La presentazione si svolgerà nella Sala stampa Cutuli, presso la sede della presidenza della Regione Toscana a Palazzo Strozzi Sacrati (Piazza Duomo, 10) . Alla conferenza di presentazione dei dati  parteciperanno Marco Remaschi, assessore all’agricoltura della Regione Toscana,  Carlo Santarelli, presidente del Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP,  Andrea Righini, direttore del Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, Leonardo Marras, consigliere regionale Regione Toscana. Fonte: Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO
  • 12 giugno 2017

    DOP e IGP nel mirino del protezionismo USA

    Anche i prodotti DOP e IGP, in particolare i formaggi, finiscono nel mirino del Dipartimento USA per il Commercio. Nel rapporto annuale sulla protezione della proprietà intellettuale appena pubblicato, il governo americano attacca le «eccellenze» alimentari europee perché contribuiscono al «significativo deficit» negli scambi agroalimentari USA-UE. L'avanzo commerciale per le DOP e IGP si manifesta soprattutto nel settore dei formaggi: «L'UE - si legge nel rapporto, esporta ogni anno circa un miliardo di dollari di formaggi negli Stati Uniti. Mentre gli USA esportano solo per circa 6 milioni di dollari all'UE». L'Italia, in particolare, è il primo fornitore degli americani con 280 milioni nel 2016. Lo scorso anno le importazioni americane di Grana Padano DOP sono cresciute del +8% e quelle di Parmigiano Reggiano DOP del +6%. Il rapporto riafferma che l'amministrazione americana considera proprio il disavanzo negli scambi come il parametro principale con cui giudicare la ...
  • 12 giugno 2017

    Confindustria Piacenza riconferma Alberto Rota: “punteremo sulle IG”

    Dalla valorizzazione delle specialità del territorio arriverà una forte spinta per il rilancio dell'economia di Piacenza. Sono due gli obiettivi che guideranno il prossimo mandato biennale di Alberto Rota, riconfermato ieri alla guida di Confindustria Piacenza. “Lo sviluppo delle tecnologie 4.0 tra le nostre 507 aziende associate (che danno lavoro a 24mila addetti, ndr) e la valorizzazione delle indicazioni geografiche del territorio, salumi e vini su tutti”, afferma il presidente. Perché Piacenza ha un patrimonio agroalimentare di qualità, tra DOP e IGP, che vale 176 milioni di euro (12°provincia in Italia secondo la classifica Qualivita Ismea), ma è un asset ancora tutto da esplorare. Così come da esplodere sui mercati internazionali è l'intero settore agrifood, che con la meccanica e l'oil&gas si contende la manifattura provinciale, che conta in tutto 1.000 imprese attive, 32.200 addetti e 7,3 miliardi di euro di giro d'affari. Piacenza è però penultima in ...