Argomento: INTERNAZIONALIZZAZIONE

  • 22 novembre 2017

    Formazione, Qualivita porta le IG alla “Settimana della cucina italiana nel mondo” a Teheran

    Mercoledì 22 novembre, a Teheran in Iran, in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo "The Extraordinary Italian Taste", Mauro Rosati, Direttore Generale della Fondazione Qualivita, interverrà all'incontro Iran – Italia: Hospitality e ristorazione, relazioni, scambi ed opportunità. L'iniziativa, organizzata da Desita e da I-pars e patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri, ICE - Istituto Commercio Estero e Ambasciata d’Italia a Teheran si pone l’obiettivo di presentare ed illustrare alcune importanti opportunità e occasioni di scambio culturale, ma anche commerciale e di business. Rosati porterà all'attenzione delle rappresentanze internazionali una relazione dal titolo "IG un valore prezioso per l’agricoltura, la grande distribuzione, la ristorazione e la politica dei territori". L'evento ricade all'interno della seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo, il programma per la valorizzazione all'estero ...
  • 21 novembre 2017

    Settimana della Cucina Italiana: in Giappone eventi e spazio alle IG

    È iniziata ieri in tutto il mondo la seconda edizione della "Settimana della Cucina Italiana" (2o-26 novembre): il sistema Italia si mobilita per promuovere l'intero settore agroalimentare, con una programmazione ancora più ricca dell'anno scorso (in cui si erano registrati 1.395 eventi in 1o8 Paesi) ed estesa al vino. Un impegno al quale sono chiamate tutte le nostre istituzioni all'estero, che stimolano il coinvolgimento del settore privato per cercare di rendere più efficace l'attività promozionale di un comparto tanto importante per l'economia italiana. Il Giappone da questo punto di vista rappresenta sicuramente uno dei Paesi "modello", nel quale il contesto locale è tra i più ricettivi e l'azione di sistema funziona. Una quarantina di iniziative in calendario, compresi seminari sulla dieta mediterranea e sulle Indicazioni Geografiche e interventi da parte dei Consorzi di tutela. «Ci siamo mossi su tre direttrici principali - spiega l'ambasciatore Giorgio ...
  • 21 novembre 2017

    Entra nel vivo la seconda edizione della settimana della cucina italiana nel mondo

    E' iniziata ieri la seconda edizione della 'Settimana della cucina italiana nel mondo', promossa dal Mipaaf e dal Ministero degli Affari Esteri. Il progetto rientra nel piano del Governo per la promozione straordinaria del Made in italy per potenziare la distribuzione e la presenza commerciale dei prodotti del vero agroalimentare italiano e nel piano strategico del turismo 2017-2022 per dare rilievo ai territori meno conosciuti. Oltre mille le iniziative previste quest'anno presso le 296 sedi diplomatico-consiliari gli Istituti italiani di cultura; dagli Stati Uniti d'America alla Cina, dal Brasile al Giappone, passando per il Canada, gli Emirati Arabi Uniti e la Russia. In programma seminari e conferenze, incontri con gli chef, degustazioni, eventi di promozione commerciale, corsi di cucina, proiezioni di film e documentari legati al cibo, convegni, concerti, corsi di lingua e mostre fotografiche. "Far conoscere la nostra distintivita' è un obiettivo cruciale ...
  • 20 novembre 2017

    Il Parmigiano Reggiano DOP trionfa agli “Oscar del formaggio” a Londra

    Il Parmigiano Reggiano è il formaggio DOP più premiato al mondo: lo ha decretato la giuria del World Cheese Awards, l’Oscar dei Formaggi che si è tenuto a Londra, nel prestigioso Tobacco Dock e che ha coinvolto oltre tremila formaggi, provenienti da oltre 30 Paesi. Quaranta caseifici produttori di Parmigiano Reggiano DOP hanno fatto squadra e hanno partecipato insieme portando a casa un risultato da record. La Nazionale del Parmigiano Reggiano si è meritata ben 38 medaglie: 3 Supergold (miglior formaggio del tavolo), 11 medaglie d’oro, 16 d’argento, 8 di bronzo. "Abbiamo in Italia una Nazionale che vince ed è quella del Parmigiano Reggiano – ha commentato da Londra Guglielmo Garagnani, vicepresidente vicario del Consorzio Parmigiano Reggiano – partecipare e vincere, come fa il Parmigiano Reggiano, significa dare valore al sistema tutto in un mercato, come quello dei formaggi, che è in crescita. A tutti i caseifici vanno i nostri complimenti e la nostra ...
  • 17 novembre 2017

    Settimana Cucina italiana, l’eccellenza made in Italy in un video

    Presentato nei giorni scorsi, in occasione dell’evento di presentazione della Settimana della cucina italiana nel mondo, il cortometraggio “The Fifth Element” realizzato dall’Agenzia ICE, con il supporto operativo della Federazione dell’Industria alimentare italiana, nell’ambito delle iniziative del Piano straordinario per il Made in Italy del Governo italiano. Obiettivo del video è quello di trasmettere in maniera diretta ed emozionale il messaggio chiave che dietro l’unicità e la straordinarietà del sistema agroalimentare italiano e delle sue eccellenze c’è il cosiddetto "quinto elemento", ovvero la capacità tutta italiana di combinare in maniera irriproducibile materie prime di elevata qualità, un'abilità unica di trasformazione, tradizioni secolari unite a costante innovazione tecnologica, un’agricoltura efficiente e sostenibile e territori caratterizzati da una immensa biodiversità. Fonte: ICE e Federalimentare  
  • 16 novembre 2017

    Il Radicchio di Chioggia IGP sbarca in Finlandia

    Il Radicchio di Chioggia IGP si spinge sempre più a Nord. Dal 20 al 26 novembre, infatti, in occasione della seconda Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, il Consorzio di Tutela porterà in Finlandia il “Principe Rosso” dei nostri orti per presentarlo in una serie di eventi enogastronomici e culturali presso alcuni ristoranti della capitale e in una serata di gala presso l’Ambasciata italiana a Helsinki. "Puntiamo decisamente all’internazionalizzazione della promozione verso il Nord-Europa - spiega il presidente del Consorzio di Tutela del Radicchio di Chioggia IGP, Giuseppe Boscolo Palo - perché l’esperienza di questi ultimi anni alla Fiera Fruit Logistica di Berlino, ci ha fatto intravvedere ottime possibilità di affermazione del nostro prodotto in questi mercati, dove il consumatore è attento alle certificazioni di origine e di qualità ambientale" " Invitandoci, la nostra Ambasciata - prosegue Boscolo Palo - ci ha assicurato che la società ...
  • 16 novembre 2017

    Qualivita in Iran promuove DOP e IGP italiane verso imprese e istituzioni

    Iniziativa di formazione per raccontare il valore dei prodotti italiani ad Indicazione Geografica Occasione di scambio culturale e commerciale nella Settimana della Cucina Italiana nel mondo   Mercoledì 22 novembre, in occasione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo, Fondazione Qualivita, sarà a Teheran, in Iran, per raccontare il valore delle Indicazioni Geografiche italiane durante l’incontro formativo dal titolo Iran – Italia: Hospitality e ristorazione, relazioni, scambi ed opportunità. L’iniziativa, organizzata da Desita e da I-pars e patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri, ICE – Istituto Commercio Estero e Ambasciata d’Italia a Teheran, si pone l’obiettivo di presentare ed illustrare alcune importanti opportunità e occasioni di scambio culturale, ma anche commerciale e di business in uno dei mercati emergenti più attenti alle produzioni agroalimentari di qualità made in Italy. Insieme agli organizzatori, a portare la ...
  • 14 novembre 2017

    Vino: i​l ​Consorzio del ​Chianti parte per l’Asia

    Nuovo tour in Asia per il Consorzio Vino Chianti che prepara le valigie per partecipare ad alcuni degli appuntamenti più importanti del settore enogastronomico in programma nei prossimi giorni. Da domani fino al 16 Novembre il Consorzio sarà presente alla Fiera di settore agroalimentare all'interno del padiglione dedicato al vino internazionale curato dalla Prowein Dusseldorf. Il Consorzio sarà presente con uno stand istituzionale che conta la presenza diretta di 31 banchi aziendali di produttori associati di Chianti, con la possibilità anche di assaggiare i vini tra 50 diverse etichette al Banco Istituzionale. “Il mercato cinese di Shanghai – spiega il responsabile eventi del Consorzio Luca Alves che partirà per Shanghai - è un mercato piuttosto esigente e qualitativamente livellato, considerata lo stile di vita medio e l’internazionalità della città stessa: sede di numerose aziende globali, di marchi dell’alta moda, ricorda nei costumi e nell’atmosfera ...
  • 13 novembre 2017

    Le eccellenze toscane DOP IGP fanno squadra e volano in UK

    Una “squadra” di eccellenze toscane a tavola sempre più forte e pronta a conquistare nuovi palati in tutta Europa. E’ quella che unisce il Consorzio tutela Pecorino Toscano DOP, il Consorzio del Prosciutto Toscano DOP, il Consorzio Vino Chianti Classico DOP e il Consorzio Olio Chianti Classico DOP ed è pronta a volare a Londra nei prossimi giorni per un evento dedicato a buyer, operatori e giornalisti britannici del settore food and beverage. L’appuntamento rappresenta una nuova tappa del progetto EAT, European Art of Taste, che riunisce i quattro prodotti a marchio DOP e DOCG del panorama agroalimentare e vinicolo toscano cofinanziato dall’Unione Europea nel 2016 con oltre 700 mila euro. Nel corso della serata londinese, ogni consorzio presenterà il proprio prodotto con relatori qualificati e puntando a esaltare e valorizzare le singole peculiarità e qualità, prima di lasciare spazio a degustazioni guidate. Il progetto EAT ha durata triennale e, nei mesi ...
  • 13 novembre 2017

    Ecco come il Consorzio per la tutela dei vini Valpolicella cambia passo

    Sostenibilità, mercati esteri e difesa del marchio,  Il Consorzio dei vini veronesi pronto a celebrare il cinquantenario della Doc con una serie di novità. Il Consorzio per la tutela dei vini Valpolicella, nato nel lontano 1924 – anno in cui l'Italia viveva ben altri climi, non solo dal punto di vista meteorologico – vanta un fatturato vitivinicolo complessivo di 550 milioni di euro (secondo le stime dell'Osservatorio vini Valpolicella), di cui 330 di solo Amarone della Valpolicella. Anche per il presidente consortile, Andrea Sartori (Casa vinicola Sartori), i circa 15 milioni di bottiglie non rappresentano ancora un tetto massimo in volume. Come, invece, sembrano essere gli ettari vitati in Valpolicella, che entro il 2017 dovrebbero toccare per la prima volta quota ottomila: "Il vigneto può considerarsi chiuso" spiega Sartori "e questo aumento è dovuto all'impianto di vigneti che fanno parte di diritti acquisiti. Ritengo che ci fermeremo per puntare a una ...
  • 9 novembre 2017

    Export enoico mondiale a 30 miliardi di euro

    Le esportazioni mondiali di vino e mosto, per la prima volta nella storia, superano i 30 miliardi di euro in 12 mesi, grazie ad un balzo, a giugno 2017, del +1,7% a volume e del +4,5% a valore, a quota 10,4 miliardi di litri (+176,6 milioni) e 30,051 miliardi di euro (+1,281 miliardi), per un prezzo medio di 2,89 euro al litro (+7 centesimi). Il commercio enoico, così, supera una nuova soglia, come raccontano i dati dell’Observatorio Español del Mercado del Vino (www.oemv.es) sul periodo che va dal giugno 2016 al giugno 2017, che sottolineano come la crescita in valore riguardi tutte le categorie, mentre in volume si arresta quella dello sfuso, rimasto stabile. Continuano a guadagnare quote di mercato importanti gli spumanti, a prezzi medi leggermente più bassi, mentre i vini fermi imbottigliati rappresentano ancora la quota maggioritaria: più del 54% dei volumi commercializzati ed il 71% dei valori. In questo panorama, la Spagna perde terreno come primo esportatore ...
  • 9 novembre 2017

    Promozione IG, accordo tra i consorzi Pecorino Romano DOP, Asiago DOP e Speck Alto Adige IGP

    Il Consorzio del Pecorino Romano DOP si allea con i Consorzi di tutela del formaggio Asiago DOP e lo Speck Alto Adige IGP per rafforzare la sua presenza e allo stesso tempo tutelarsi meglio nei mercati strategici di Stati Uniti e Canada attraverso percorsi di formazione, promozione e comunicazione. Si chiama "Propaseu" ed è il progetto triennale, finanziato dalla Commissione europea con 2,4 milioni di euro, che punta anche a valorizzare il legame del formaggio ovino Dop sardo nel suo territorio d'origine potenziando al contempo la riconoscibilità dei tratti distintivi propri del Pecorino romano nei mercati esteri. E proprio quest'ultimo rappresenta uno degli aspetti che hanno spinto il Consorzio di tutela del Pecorino romano a partecipare al bando unitario dell'Unione europea. "Riteniamo molto importante rafforzare la tutela del prodotto nel Nord America - spiega il presidente del Consorzio del Pecorino romano, Salvatore Palitta - ma questo non vuol dire solo fare ...
  • 3 novembre 2017

    Il Prosciutto di Parma DOP è il primo prodotto IG riconosciuto in Giappone

    Solo da pochi anni anche il Giappone si è dato un sistema per le Indicazioni Geografiche (Legge n°84 del 2014) come concretizzazione diun processo iniziato nel gennaio 2010 in Italia, a Siena, quando la Fondazione Qualivita ospitò una delegazione della divisione per la Proprietà Intellettuale del Ministero dell’Agricoltura, della Foresta e della Pesca del Giappone, MAFF, che aveva scelto la Fondazione per studiare direttamente i meccanismi che regolano le IG europee e valutare, anche dopo la visita di alcune realtà di produzione DOP IGP del territorio, la possibilità di introdurre un sistema di Indicazioni Geografiche unificato, equivalente al sistema europeo che classifica e tutela i prodotti agroalimentari di determinati territori e regioni. Fino a quel momento, in Giappone, esistevano solo varie forme di riconoscimento di origine per i prodotti tipici, ma non un sistema IG unificato di standard internazionale. La collaborazione tra Qualivita e MAFF, sia per ...
  • 31 ottobre 2017

    G7 Agricoltura: priorità anche allo sviluppo dei prodotti del territorio

    Per migliaia di produttori locali in tutto il mondo si conclude con un segnale positivo il G7 dell’agricoltura 2017 a presidenza italiana, grazie alla lista di impegni contenuta nella dichiarazione congiunta dei Ministri delle politiche agricole. A fronte dell’iniziativa del G7 delle Indicazioni Geografiche, organizzata da Federdoc, Fondazione Qualivita, Aicig, Federdop, Isit, Assodistil, Afidop, OriGIn che ha riunito a Bergamo le rappresentanze mondiali di migliaia di aziende legate al territorio, tra gli impegni prioritari frutto dell'accordo tra tutti i Ministri, entra per la prima volta anche il tema dei prodotti locali, con l’impegno all’“adozione di politiche concrete per la tracciabilità e lo sviluppo di sistemi produttivi legati al territorio”. In questo senso i sistemi produttivi locali sono facilmente individuabili nei modelli di sviluppo legati alle Indicazioni Geografiche diffusi in tutto il mondo ed il tema della tracciabilità richiama l’es...
  • 30 ottobre 2017

    Trasparenza, dialogo e cooperazione sulle Indicazioni Geografiche: è ora online la raccolta mondiale di OriGIn

    Nel corso degli anni le Indicazioni Geografiche hanno acquisito importanza commerciale ed economica in tutto il mondo, beneficiando anche dei produttori e dei consumatori. Mentre la maggior parte dei Paesi riconosce e protegge le IG sia la terminologia che le regole differiscono ancora. In ogni caso, in assenza di un registro multilaterale, i Paesi hanno concluso un considerevole numero di accordi bilaterali e plurilaterali per assicurare il riconoscimento e la protezione delle loro IG presso le giurisdizioni straniere. "In questo contesto, siamo orgogliosi di pubblicare oggi la nostra compilazione delle Indicazioni Geografiche di tutto il mondo che mira a portare una certa chiarezza e un linguaggio comune nel panorama internazionale delle IG. La compilazione elenca in ordine alfabetico tutte le IG attualmente protette in ogni giurisdizione in tutto il mondo, nonostante il sistema giuridico e la terminologia adottata a livello nazionale. Mentre questa compilazione non può ...
  • 27 ottobre 2017

    La Mozzarella di Bufala Campana DOP segue la “via del freddo” per andare lontano

    Innovazione, rappresentatività e promozione. Sono le tre parole d'ordine nell'ambito dei prodotti tipici campani. Un segmento che tra DOP e IGP conta 25 Prodotti e vede la Regione al quinto posto in Italia per numero di riconoscimenti e al settimo per numero di operatori coinvolti (3.117). Soprattutto la Campania vanta alcuni dei marchi con i maggiori margini di crescita. Un aspetto importante se si considera uno dei punti deboli del segmento delle DOP e IGP italiane: nonostante il gran numero di riconoscimenti si contano pochi protagonisti, visto che i primi 10 "marchi" coprono l'8o% circa del giro d'affari complessivo del settore. Prodotti come la Mozzarella di Bufala Campana DOP, la Pasta di Gragnano IGP, il Pomodoro di San Marzano DOP o ancora la Melannurca Campana IGP, per volumi certificati, e in qualche caso anche per fatturati già realizzati, si candidano a diventare protagonisti del food made in Italy. In particolar modo la Mozzarella di Bufala Campana DOP negli ...